sabato, Giugno 22, 2024

– Forse questo è solo l’inizio – E24

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

Tesla ha ridotto i prezzi dei suoi modelli più popolari fino a 60.500 NOK. I concessionari di auto usate si aspettano una guerra dei prezzi: – Comincia a sembrare un bagno di sangue

Pubblicato: Pubblicato:

Tesla sta tagliando i prezzi per la Model 3 e la Model Y fino a 60.500 NOK (vedi panoramica sotto), secondo un messaggio dell’azienda mercoledì.

Il grande taglio dei prezzi arriva dopo che il produttore americano di auto elettriche ha tagliato i prezzi della Model 3 di 23.000 NOK in aprile.

– Lo noterai

Dal 2016, Markospel lavora specificamente con le auto Tesla usate, che costituiscono la metà delle 5.000 auto usate totali vendute dalla sua nascita nel 2009.

Là fuori, nel cortile, la gente è abituata al fatto che i produttori di auto elettriche aumentino e abbassino i prezzi.

Secondo l’azienda, la variazione di prezzo di oggi si farà ancora sentire. Ad oggi, hanno in vendita 10-12 auto Model 3 e Model Y usate.

Björn Amundsen, direttore generale Markuspil.

– Le auto Tesla usate più recenti lo noteranno, ovviamente. Ma per i modelli più vecchi e più convenienti, questo non si nota sul mercato dell’usato, anche se Tesla adegua i prezzi, dice a E24 l’amministratore delegato Björn Amundsen di Markuspil.

– Solo l’inizio

Crede che il significativo taglio dei prezzi di mercoledì sarà seguito da molti futuri tagli per Tesla, ma osserva che potrebbero anche essere istituiti.

E’ già successo prima.

READ  Apertura della Borsa di Oslo FinanceAffairs.com

Allo stesso tempo, secondo lui, sono molti i marchi che si lasciano intimidire nella lotta sui prezzi.

-Forse questo è solo l’inizio. Quando le auto elettriche cinesi arriveranno in Europa il prossimo anno, probabilmente inizierà una vera guerra dei prezzi, afferma il rivenditore di auto usate e indica BYD come attore di spicco.

Leggi anche

Precedente Summit di Tesla sul dumping dei prezzi di Musk: – Il suo piano da sempre (gennaio 2023)

È supportato da Jonathan Barr, co-fondatore e chief growth officer del rivenditore online di auto usate Rebil.

– Sono d’accordo. La concorrenza asiatica è spietata e molti produttori asiatici stanno cercando di affermarsi in Europa. Questo è il prezzo che si applica, dice Barr a E24.

L'amministratore delegato Jonathan Barr, ribelle.

Tutto deve essere venduto

Amundsen di Markuspil non crede che gli odierni tagli dei prezzi da parte di Tesla siano stati provocati dai produttori cinesi di auto elettriche.

Vediamo che Tesla manterrà le vendite in aumento nello stesso modo in cui produce. Amundsen afferma che tutto ciò che producono deve essere venduto e utilizzano strategie diverse per avere successo.

Nota che Tesla sta offrendo campagne aggressive sui tassi di interesse anche in altri mercati, spesso accompagnate da riduzioni dei prezzi.

– Ha il potere

Bar at Rebel pensa la stessa cosa.

– è prevista. Tesla sta cogliendo l’opportunità di modificare i prezzi in un modo mai visto prima. Barr afferma che lo fanno per sfruttare la loro capacità produttiva.

Aggiunge che le vendite di Tesla sono state un po’ più deboli e che il produttore di auto elettriche ha adeguato i prezzi più volte, al rialzo e al ribasso, nell’ultimo anno.

READ  Prezzo dell'elettricità, elettricità | Menzionato sopra la fattura:

– Influisce sui prezzi degli altri. Tesla ha potere di mercato. Influisce direttamente sul prezzo di un’auto nuova, mentre il mercato dell’usato lo aggiusta leggermente, mentre c’è poca differenza nella rapidità con cui vengono apportati questi aggiustamenti e quanto simili e comparabili sono le auto, dice il concessionario di auto usate.

Minaccia asiatica

Il CEO e principale azionista di Tesla, Elon Musk, ha ripetutamente affermato che la più grande minaccia al successo dell’azienda sono i produttori cinesi di veicoli elettrici.

Tesla, che ha costruito in tempi record una gigantesca fabbrica a Shanghai, deve far fronte all’enorme concorrenza di molti produttori locali sul mercato cinese.

Il più grande produttore di automobili al mondo, BYD (Build Your Dream), è già riuscito a incidere in modo significativo nelle statistiche di vendita in questo paese e le ambizioni dell’azienda nel mercato globale sono chiare.

BYD è stato recentemente notificato come i January vuole costruire una fabbrica in UngheriaPertanto fa parte dell’Unione Europea, il che evita qualsiasi barriera doganale.

La minaccia delle auto elettriche provenienti dalla Cina è stata affrontata di recente anche negli Stati Uniti, dove è stata imposta una tariffa del 100% sulle auto cinesi, rispetto allo zero precedente.

– Molto frustrante

Bar-N-Rebel ritiene che la concorrenza non potrà che rafforzarsi.

-Best in class ora produce automobili in modo molto efficiente e può offrire prezzi interessanti, di cui non tutti potrebbero essere ugualmente soddisfatti. “Penso che ci siano molte persone frustrate dai prezzi aggressivi in ​​vigore ora”, afferma.

– In che misura le altre case automobilistiche dovranno seguire i tagli dei prezzi di Tesla?

– Altri devono seguire. Quando Tesla ha tagliato i prezzi in modo significativo l’ultima volta (gennaio 2023, journ.anm.) ci è voluto un po’ di tempo, ma alla fine tutti hanno dovuto seguire l’esempio. La Model Y è l’auto più venduta in Norvegia, e Tesla è il marchio più venduto, e conquisteranno quote di mercato maggiori ora che l’auto è più conveniente, dice Bär.

READ  Un'azienda sconosciuta è diventata improvvisamente più preziosa della Coca-Cola

-Durissimo

Il gioco è finito per le case automobilistiche tradizionali?

– No, non bisogna essere così negativi, ma è una vera sfida, soprattutto da gennaio dello scorso anno, quando era una sfida per molti, con un quadro macroeconomico impegnativo e una forte attenzione al prezzo, dice il concessionario di auto usate, e continua;

– Non c’è dubbio che al momento sia molto difficile per una macchina nuova. Comincia a sembrare un bagno di sangue.

Leggi anche

Il primo calo dei ricavi di Tesla in quasi quattro anni

Leggi anche

Gli azionisti di Tesla rifiuteranno lo stipendio miliardario di Elon Musk

Leggi anche

I vertici di LO reagiscono all’“appuntamento a cena” tra Nikolai Tangen ed Elon Musk

Leggi anche

Addio prestiti a basso costo

Leggi anche

Nikolai Tangen ha invitato Elon Musk a Oslo: – Sarà la cena più meravigliosa d’Europa

Leggi anche

Salire su un treno contro Tesla: si rifiuta di scaricare le auto

More articles

Latest article