Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Gianluca Vialli è morto

– È con infinita tristezza che annunciamo la sua scomparsa, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport.

Il Corriere della Sera ha scritto prima di Natale che la madre di Viale, Maria Teresa, 87 anni, e suo fratello Nino, erano partiti dall'Italia per stare con lui nell'ospedale dove era stato ricoverato a Londra.

Vialli è uno dei più grandi attaccanti di tutti i tempi del calcio italiano. Nel 2018 ha contratto il cancro.

– Era un grande giocatore, una grande persona, pieno di entusiasmo e generosità, dice all'Italpress la leggenda dell'allenatore Arrigo Sacchi.

La Federcalcio italiana ha deciso di osservare un minuto di silenzio in tutte le partite di questo fine settimana.

– Non vi dimenticheremo, scrive il premier Giorgia Meloni.

L'ex attaccante di Sampdoria, Juventus e Chelsea ha annunciato prima di Natale di essere costretto a lasciare l'incarico con la Nazionale italiana a causa di un malore.

Come membro dello staff di supporto della nazionale italiana, ha contribuito a vincere l'oro della Commissione Europea nel 2021. Da giocatore, ha vinto una medaglia di bronzo ai Campionati del mondo per l'Italia nel 1990. Si è ritirato nel 1999.

Tore Andre Flo, compagno di squadra di Vialli al Chelsea, ha scritto su Instagram di essere profondamente addolorato dalla notizia della morte dell'italiano.

– Che giocatore e allenatore, ma soprattutto un uomo meraviglioso! Alcuni dei miei migliori ricordi calcistici sono con te, dice.

Gianluca Vialli ha giocato a calcio per la Sampdoria e la Juventus in Italia. Ha segnato 16 gol in 59 partite internazionali. Dal 1996 al 1999 ha giocato per il Chelsea. Ha segnato 40 gol in 88 partite con il club londinese. Dopo essersi ritirato da giocatore, ha assunto l'incarico di allenare il Chelsea, dopo un periodo come direttore tecnico.

READ  Schiacciato dal veterano italiano: – Sul filo della pula

Anche questo è stato un successo. Vialli ha portato il club a tre titoli.

È ricordato in particolare per la promozione in Coppa di Lega contro l'Arsenal nel 1998, la sua prima partita da allenatore. Deve avere Prima della partita viene servito lo champagne negli spogliatoiprima che la squadra sconfiggesse l'Arsenal 3-1 e si qualificasse per la finale.

Qui sotto potete vedere la sua intervista dopo la promozione.

Secondo i media britannici, è stato sposato con Catherine White Cooper per 20 anni (dal 2003). La coppia aveva due figlie, Olivia e Sophia.

Viale è conosciuta in Italia per la sua apertura sul cancro e ha pubblicato un libro sulla speranza e sulla motivazione. Un documentario successivo alla vittoria dell'Italia a Euro 2021 ha mostrato Vialli visibilmente commosso fino alle lacrime mentre i giocatori gli cantavano una canzone di Natale.

“Per me sei stato e sarai sempre un modello. Ti amo”, ha scritto su Instagram il giocatore della Juventus e della Nazionale italiana Manuel Locatelli.

– Il suo ricordo e il suo esempio vivranno per sempre nei nostri cuori, dice la famiglia.

Macchina da gol: qui con la Juventus Vialli ha giocato complessivamente 673 partite tra Serie A, Premier League e Coppe dei Campioni. Ha segnato un totale di 259 gol in tutte le competizioni. Fotografia: Claudio Babi/Reuters

“Che triste notizia. Sei stato un gigante dentro e fuori dal campo”, ha scritto della morte l'ex portiere della Nazionale e compagno di squadra Franco Baresi.

Il club italiano dell'Udinese ha scritto: “Un grande uomo, un grande campione e combattente, in campo e nella vita. Ci hai lasciato troppo presto, ma avrai sempre un posto nei nostri cuori per il tuo comportamento e la tua classe indimenticabili.