Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Grande calo alla Borsa di Oslo – forte calo delle azioni di Autostore – E24

La Borsa di Oslo scende con il prezzo del petrolio, mentre la quota di Autostore è fortemente penalizzata dal mercato dopo aver subito una sconfitta per un miliardo nella causa contro il Gruppo Ocado.

L’indice principale della borsa di Oslo ha oscillato finora a dicembre.

Inserito:

L’indice principale (OSEBX), che consiste in un campione rappresentativo di azioni della Borsa di Oslo, è sceso in modo significativo martedì pomeriggio. Poco prima delle 15:00, l’indice è sceso dell’1,26%.

Lo sviluppo arriva dopo una giornata debole nei mercati azionari asiatici e uno Lunedì deflazione a Wall Street.

Nel pomeriggio è sceso anche il prezzo del petrolio. Al momento in cui scriviamo, un barile di petrolio del Mare del Nord (Brent Spot) veniva scambiato a 73,26 dollari al barile, in calo dell’1,27 per cento dalla mezzanotte.

Continua a leggere E24 +

La frana di Autostore può ovviamente essere una reazione eccessiva

Testa dell’autostore

Ieri sera, la società di archiviazione Android Autostore ha annunciato che È stata sconfitta in una causa da un miliardo contro il British Ocado Group sia nel Regno Unito che negli Stati Uniti.

L’amministratore delegato Charles Bullock della US International Trade Commission (ITC) ha ora presentato una raccomandazione al comitato che esaminerà completamente il caso.

Il Chief Justice raccomanda al panel che Ocado continui a importare il prodotto Ocado Smart Platform negli Stati Uniti. Martedì sera Autostor ha scritto in una dichiarazione che è stato anche confermato che alcuni dei brevetti di Autostor non erano validi a causa di una “problema legale ristretta”.

Questa decisione iniziale, anche se confermata dalla commissione, non influirà sulla nostra capacità di fare affari negli Stati Uniti o nel mondo, afferma in un commento il CEO di Autostore Karl Johan Lier.

Ocado è una società di tecnologia online e fornitore di generi alimentari quotato al FTSE 100 di Londra. Autostore chiede al tribunale di interrompere la produzione, l’importazione, l’uso e la vendita di tecnologia che secondo Autostore violi i brevetti dell’azienda.

Martedì le azioni di Autostore sono scese di oltre il 13%. Il titolo è il secondo titolo più scambiato alle 15:00.

La capitalizzazione di mercato della società è di 123 miliardi di NOK, in calo da circa 19 miliardi di NOK da 142 miliardi di NOK prima dell’apertura dello scambio.

– Un dirigente incredibile per dire ciò che è giusto

ABG Sundal Collier ha scritto in un aggiornamento che questo è solo il primo di molti casi simili e che Autostore ha casi di brevetto in corso sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito.

ABG sostiene che le conseguenze dirette dell’impresa sono limitate, in parte perché Ocado ha una strategia diversa da quella di Autostore e quindi non è un concorrente diretto. Tuttavia, l’intermediario ritiene che questo sia un punto di dati negativo e un segno di debolezza se la società continua a perdere problemi.

Ciò non pregiudica la capacità dell’azienda di crescere rapidamente con margini elevati, afferma l’analista di Carnegie Eric Radal a TDN Direkt, e ritiene che la reazione odierna sia più legata alla percezione a lungo termine delle dinamiche competitive nel mercato che a breve e medio termine . Effetti sulle stime.

È molto difficile determinare il calo giusto o ingiusto dei prezzi, poiché ciò non influisce sulle stime. Questa è praticamente una deflazione multipla e ottenere un centro coerente su quanto grande dovrebbe essere la deflazione è complicato perché non puoi appenderlo a nessun piolo operativo, continua Rafdal a TDN Direkt.

ABG e Carnegie hanno una raccomandazione di acquisto su Autostore con obiettivi di prezzo rispettivamente di 50 NOK e 80 NOK per azione.

Leggi anche

L’investitore acquista azioni mentre aumenta la paura di Corona

Caduta del carico ampiamente a secco

Le azioni delle compagnie di navigazione di carichi secchi, che trasportano merci come carbone, grano e minerale di ferro, sono scese martedì alla borsa di Oslo.

  • Bulker 2020 in calo del 5,36% (capitalizzazione di mercato 2,35 miliardi di NOK)
  • Golden Ocean in calo del 4,8% (capitalizzazione di mercato 13,98 miliardi di NOK)
  • Belships in calo del 6,38% (capitalizzazione di mercato 3,34 miliardi di NOK)
  • Jinhui Shipping and Transportation è diminuito dell’8,15% (valore di mercato 1,17 miliardi di NOK)

Il calo del mercato azionario arriva lo stesso giorno in cui il Baltic Capesize Index, che misura i profitti delle navi più grandi, è sceso del 16,1% a $ 32.838 al giorno, secondo Infront TDN Direkt.

Debutto dei Kryptobørs

Oggi, l’exchange di criptovalute Norwegian Block Exchange (NBX) è quotato all’Euronext Growth Oslo Stock Exchange.

Secondo la società, il titolo è stato recentemente scambiato a 8 NOK per azione sul mercato OTC per azioni non quotate. Il prezzo di martedì pomeriggio è 9,25 NOK.

NBX è stata fondata da Bjorn Kjoss e dalla sua famiglia nel 2018, che possiede quasi la metà dell’azienda. Stig Kjos-Mathisen è il cognato di Bjørn Kjos. Bjørn Kjos è lui stesso il presidente del consiglio di amministrazione della società.

L’exchange di criptovalute ha anche altri noti investitori lato proprietario:

  • Kistefos di Christen Sveaas possiede poco più di sei milioni di azioni della Norwegian Block Exchange al 13 dicembre, il che equivale al 9,34% delle azioni in circolazione.
  • L’elenco degli azionisti mostra anche che l’investitore di Tonsberg Asbjørn Abrahamsen possiede 757.576 azioni, o l’1,17 percento delle azioni in circolazione, attraverso la società di investimento interamente controllata da Hands-On Property.

NBX ha raccolto 60 milioni di NOK in azioni a dicembre 2020 e non ha raccolto alcun capitale aggiuntivo in relazione alla quotazione.

READ  Tesla chiuderà la fabbrica per due settimane - E24