Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Guerra dei prezzi, nedar |  Guerra dei prezzi di Pasqua: i prezzi cominciano a scendere

Guerra dei prezzi, nedar | Guerra dei prezzi di Pasqua: i prezzi cominciano a scendere

I prezzi di Pasqua iniziano a scendere. Sia Kvikklunj che le grandi tavolette di cioccolato hanno recentemente abbassato i prezzi nelle catene di discount.

Ora anche i prezzi degli articoli pasquali di Nidar hanno cominciato a scendere.

Leggi anche

Problemi tecnici in Freya: – Scaffali vuoti

Adeguare continuamente i prezzi

Il prezzo della salsiccia di marzapane più venduta in confezione da cinque è stato ridotto da 35,90 a 33,80 in Kiwi. Si tratta di una riduzione dei prezzi di poco meno del 6%.

Le uova di marzapane con cioccolato sono state tagliate di circa il 10% dalle 25.90 alle 23.40.

Le catene a basso prezzo si susseguono da vicino e la Rema 1000 aveva prezzi simili quando Nettavisen si è fermato venerdì mattina.

Kiwi conferma che probabilmente molti articoli pasquali saranno ridotti e che i prezzi verranno costantemente adeguati.

-Adeguiamo i prezzi continuamente durante il giorno. Quindi sì, potrebbero esserci ulteriori cambiamenti, dice a Nettavisen la consulente in comunicazione Nora Helgesen.

– Inizierà lunedì

Ron Nicolaysen, tossicodipendente di Gjerrig, ritiene che la guerra dei prezzi inizierà effettivamente nel fine settimana.

“Questo è un inizio cauto e taglierà molto di più le catene”, dice.

L'anno scorso il prezzo della salsiccia di marzapane, Padre Nedar, è sceso a 5,30. Adesso sono a 33,80.

L'anno scorso i pranzi veloci con confezioni da sei sono scesi a poco più di 20 corone norvegesi. Oggi abbiamo trovato una confezione da tre al Kiwi per 19,90 e una confezione da sei al Rema per 39,80. Ciò dà esattamente lo stesso prezzo unitario di NOK 6,63. In altre parole, non è previsto alcuno sconto sulla quantità acquistandone sei invece di tre.

READ  MG Marvel R Electric: - Il SUV elettrico più economico sul mercato

– Penso che la guerra dei prezzi di Pasqua inizierà solo lunedì, dice Nikolaisen.

Lo spiega come segue:

– Il 10 marzo terminerà la campagna di pressione sui prezzi dei neozelandesi, e poi entreranno in un nuovo round. Sono ragionevolmente sicuro che la campagna presenterà una serie di prodotti pasquali, dice e spiega:

– I prodotti tipici per i quali è in atto una guerra di prezzo sono il marzapane pasquale, il solo, le marmellate e le salsicce alla griglia. Anche il cosciotto d'agnello potrebbe essere qualcosa per cui fare campagna, dice.

Leggi anche

Il colosso della drogheria subisce uno shock sui prezzi: due volte più caro

– Dovrebbe calmarsi un po'

L'esperto di generi alimentari Odd Gesholt non pensa che la guerra dei prezzi di Pasqua di quest'anno sarà feroce come quella dell'anno scorso.

– I Tre Grandi pensano: adesso dobbiamo calmarci un po'. Dice che ormai tutti hanno lanciato campagne all'inizio dell'anno e che la feroce guerra dei prezzi di Pasqua sta erodendo il margine lordo.

Gisault indica le tre grandi catene di generi alimentari: Coop, Rema 1000 e Norgesgruppen, che possiede Kiwi e Meny.

– A volte vendono la merce in perdita e questo non gli piace. “Penso che preferirebbero saltare il viaggio di Pasqua”, dice.

Allo stesso tempo, c’è molta incertezza.

– Devono seguirsi l'un l'altro in termini di prezzo, quindi se qualcuno vuole una guerra dei prezzi, accadrà, dice Gesholt.

avvertimento

Prima di Pasqua è normale che i negozi adeguino fino a diverse centinaia di prezzi al giorno. Al Kiwi, i prezzi sulle etichette di carta erano ancora obsoleti quando Netavicin li controllò.

– Al negozio è stato chiesto di correggere le etichette, dice Helgesen.

Il blogger di rune Gjerrigknarken Nicolaisen arriva con questo avvertimento:

Più ci sono guerre sui prezzi, più bisogna stare attenti e confrontare le etichette di carta con i cartellini dei prezzi sugli scaffali, dice.

Lo stesso Nicolaisen non ha intenzione di immagazzinare presto la merce pasquale.

– Per chi vuole aspettare la Pasqua, sarebbe saggio aspettare l'evento. Per lo più, dice, si mangia quello che si ha in casa e non è ancora necessario fare scorta di marzapane pasquale.

– Manca ancora molto tempo fino a Pasqua. “Il mio consiglio è di avere del ghiaccio nello stomaco”, dice Nicolaisen.