Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ha perso 33 milioni di corone – E24

La catena ha perso 106 milioni di NOK da quando è entrata in Norvegia.

La catena di succhi e panini ha 28 caffetterie in Norvegia e ha uno staff di 78 persone.

Inserito:

La catena di succhi e panini ha perso quasi 33 milioni di dollari al lordo delle imposte lo scorso anno, l’anno peggiore da quando la catena è entrata in Norvegia. Si tratta di un calo di sei milioni di corone rispetto all’anno precedente. Le operazioni norvegesi della catena danese non hanno perso così tanto denaro quanto nel 2020, secondo i recenti dati dei record di Brønnøysund.

In totale, le operazioni della società in Norvegia hanno perso 109 milioni di NOK al lordo delle imposte negli ultimi sei anni.

La catena è redditizia solo da due anni in questo paese, nel 2013 e nel 2014. In totale, la società ha perso 106 milioni di NOK da quando si è stabilita in Norvegia.

lei era il lavoro di oggi Chi ha citato il caso per la prima volta.

In Norvegia, l’azienda aveva 28 caffè lo scorso anno, con un fatturato di 115,5 milioni di NOK. L’utile operativo si è concluso a meno 10,2 milioni di corone norvegesi. L’anno scorso, l’azienda ha investito quasi 3 milioni di NOK, che si applicano principalmente alle spese per l’arredamento e i macchinari dei negozi, nonché per le strutture tecniche. Gli investimenti sono stati principalmente finanziati da prestiti di gruppo e da contratti di leasing.

Nel 2020, l’azienda impiegava 78 dipendenti a tempo pieno, in calo rispetto agli 87 dell’anno precedente.

Ulteriori quote raccolte

La società ha scritto nelle note che il 2021 sarà colpito dall’epidemia di Corona e “incline all’incertezza”. La chiusura, iniziata a dicembre e terminata ad aprile, ha dato all’azienda un “inizio d’anno difficile rispetto all’anno precedente”. Allo stesso tempo, il management ha una prospettiva positiva per il 2021 e prevede ricavi e risultati in linea con i livelli del 2020.

All’inizio del 2021, la società aveva 120 milioni di NOK in azioni.

Nel febbraio 2021, il gruppo ha raccolto 300 milioni di corone danesi in azioni per garantire che “sono disponibili risorse di liquidità sufficienti per sostenere la crescita futura”.

La società ha anche scritto che prevede di ristabilire il patrimonio attraverso la conversione del debito nel 2022.

dramma fallimentare

Nel dicembre dello scorso anno, è arrivata la notizia che l’impresa di pulizie ISS aveva presentato istanza di fallimento su Joe & The Juice a causa di una fattura non pagata di 25.000 DKK.

Cinque giorni dopo, la società ha ritirato la sua richiesta di fallimento.

– ISS Norvegia e il cliente hanno avviato un dialogo per trovare una soluzione al problema. Come parte di ciò, la richiesta di fallimento è stata ritirata, ha detto a E24 il direttore delle comunicazioni Ronnie Petersen.

Joe & The Juice ha indicato di non essere d’accordo sull’importo, ma non ha superato le 40.000 corone norvegesi, che equivalgono a circa 28 mila corone danesi.

La disputa è stata se Joe & The Juice debbano pagare per la pulizia nei caffè degli aeroporti che sono stati chiusi durante la pandemia di coronavirus.

READ  Ferrari: una nuova Ferrari con specifiche classiche