Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Hai seguito una lezione – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

Per l’ultima volta è apparso in pubblico, Iverson è tornato a casa dal Tour de Ski. In completa confusione. L’uomo del Trøndelag non sapeva come avesse fatto a non consegnare nelle gare di distanza o negli sprint. Non ha riconosciuto il suo corpo.

Ci sono stati alcuni giorni per testare la maggior parte delle cose a Oslo nella prima settimana del nuovo anno.

– Stiamo diventando più saggi, ma non dirò molto su di lei. La conclusione è che almeno ho fatto storie. eccedenza. Ci sono molte ragioni per questo, dice, e spiega un po’:

– È stato molto difficile per un periodo di tempo. Volevo molto pensando alle Olimpiadi. Potrebbe essere diventato il mio nemico.

Ottima lezione

Quando è stato chiesto a Iverson quanto fossero davvero brutte le cose, ha risposto come segue:

– Ne ho persi alcuni. Quindi il corpo smette di funzionare. Puoi sentirti addolorato pensando “Perché sta succedendo a me?”. Sono influenzato da coloro che mi circondano, vuoi estendere la flessibilità e ho preso una lezione. Dice:

– Anche se sono sano e veloce, non sono niente senza quel pugno. Allora sono solo uno skater di livello medio. È un’ottima lezione. Che finisca per essere una buona Olimpiade o meno è una grande lezione.

Problema: la stagione è stata così dura per Emil Iversen, che ha scelto di rompere il Tour de Ski.

Foto: Terje Pedersen / NTB

La stagione è iniziata bene a Petostoln. All’apertura della Coppa del Mondo a Roca, è stato il secondo miglior giocatore norvegese da una distanza.

Ma i segni che qualcosa non andava sono emersi durante la Coppa del Mondo a Lillehammer all’inizio di dicembre.

Dice che la contrazione e il sovraccarico sono prima di tutto legati all’esercizio, ma in combinazione con il recupero, il sonno e l’alimentazione.

Mi dispiace condividere

Dopo un fine settimana a Lillehammer, non è andato a sciare fino a quando non è andato quasi alla gara di snowboard questo Natale per difendere o entrare in varie squadre alle Olimpiadi. Dice francamente che se ne rammarica. Perché il corpo non era proprio nel filo giusto.

– Sapevo che il Tour de Ski è arrivato molto presto. In retrospettiva, dice Iverson, avrei dovuto stare senza di lei.

– Ti sei pentito di esserci andato?

– Sì, me ne pento, dice il 30enne.

Si affretta a sottolineare che se non partecipa al Tour de Ski c’è il rischio che continui a rompersi ancora di più e che le Olimpiadi finiscano prima ancora che inizino. Ma siccome le risposte sono arrivate velocemente nel Tour de Ski, con tre posizioni deboli, ha dovuto agire in anticipo e tornare a casa.

Ma ha anche delle conseguenze. Ha naturalmente domande e dibattiti sulla scia della sua stagione attualmente scarsa. Non è solo discusso. Iversen si consuma anche per i single di 30 chilometri con cambio sci, 15 chilometri in modalità classica e 50 chilometri.

Coppa del Mondo di sci 2021 a Oberstdorf

Vincitore d’oro: meno di un anno fa, Emil Iversen ha vinto due medaglie d’oro alla Coppa del Mondo di Oberstdorf.

Foto: Lise Åserud / NTB

– È solo una bella discussione. Ma sono stupito di come alcuni possano sfuggire alla minaccia. Ho dato quello che ho dato, ma ho dei buoni vantaggi rispetto all’inizio della mia carriera di sci. La cosa più interessante è cosa posso ottenere quando funziona.

Devo sopportare che le cose stiano peggiorando e che ho periodi pesanti. Ma ci sono anche alcuni che pensano che io debba postare. È un grande. So cosa posso fare. Se ti rialzi, sono un bravo ragazzo perché parteciperò alle Olimpiadi. E se devi gettare la spugna, abbiamo comunque uno strato di versatilità.

– Ho un buon piano

Ha appena ripreso ad allenarsi dopo il Tour de Ski. Lunedì si recherà sulle bellissime condizioni sciistiche dell’Alpe di Siusi in Italia e si prepara alle Olimpiadi con il resto della nazionale.

Pensa che ora sia possibile tornare alla buona vecchia forma e costruire in un mese, ma non vuole andare avanti perché alle Olimpiadi farà ancora alcune distanze. Riguarda il piano di allenamento, non il piano di gara.

– Ma ovviamente, se le Olimpiadi fossero questo fine settimana, non sarei sulla linea di partenza. In un mese puoi fare molto bene. Ho un buon piano. Lentamente ma inesorabilmente mi costruirò. Il corpo funziona. Questa è consolazione. Successivamente, starò molto attento andando avanti, dice Emil Iversen.

READ  I norvegesi non hanno mai comprato di più: - una svolta quasi folle!