Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Molti sono riluttanti a prendere la terza dose. Così rispondono gli esperti

Da dicembre 2020 in Norvegia sono state somministrate circa dieci milioni di dosi del vaccino coronarico. Sono state somministrate quasi due milioni di dosi del terzo vaccino.

Sono state segnalate anche diverse migliaia di segnalazioni di potenziali effetti collaterali del vaccino. Al 4 gennaio, 4.527 di loro erano classificati come pericolosi, secondo i numeri di Agenzia norvegese per i medicinali.

Non prenderai una terza dose

I cambiamenti nel ciclo mestruale erano tra gli effetti collaterali. TV 2 lo ha riportato all’inizio di questo autunno Un gran numero di donne ha sviluppato irregolarità mestruali dopo la vaccinazione con bypass coronarico.

Uno di loro è Maria Philster 23 anni. Ha sofferto di gravi irregolarità mestruali dopo essere stata vaccinata quest’estate. Da allora, ha deciso di non voler prendere la terza dose.

Non prenderà la dose di richiamo: Maria Philster non assumerà la dose di rigenerazione dopo che ha avuto gravi effetti collaterali quando ha avuto il vaccino coronarico. Foto: privato

Non voglio esporre di nuovo il mio corpo allo stesso carico, dice Philster.

Mi sento ancora sotto pressione per prenderlo.

– Devi prenderlo per vivere liberamente, direi. Devi prendere la terza dose per poter viaggiare in Svezia o nel sud. Nel peggiore dei casi, potresti dover viaggiare per assistere a un concerto. Philster pensa che questo non sia vero.

Capisco che alcune persone sono nervose

Sono diventate persone di età superiore ai 45 anni o con malattie di base Consigliato dall’Istituto Nazionale di Sanità Pubblica per assumere la terza dose del vaccino, mentre tutte le persone di età compresa tra i 18 e i 45 anni l’hanno avuta Spettacolo intorno ad esso.

Geir Buchholm, direttore del controllo delle infezioni presso il National Institute of Public Health, comprende che alcune persone sono preoccupate per l’assunzione di una dose di richiamo. Sostiene che le persone di età compresa tra i 18 ei 45 anni sono ben protette se assumono due dosi del vaccino.

Fornisce una buona protezione: le persone di età compresa tra 18 e 45 anni possono ottenere una migliore protezione contro le nuove mutazioni assumendo la terza dose, afferma il direttore del controllo delle infezioni di FHI, Geir Buchholm.  Foto: Peter Sørum Johansen / TV 2

Fornisce una buona protezione: le persone di età compresa tra 18 e 45 anni possono ottenere una migliore protezione contro le nuove mutazioni assumendo la terza dose, afferma il direttore del controllo delle infezioni di FHI, Geir Buchholm. Foto: Peter Sørum Johansen / TV 2

Sappiamo che la terza dose di vaccino in questa fascia di età non fornisce alcuna protezione aggiuntiva molto forte contro malattie gravi, cioè così gravi da finire in ospedale. Bucolm afferma che sarà in grado di fornire protezione contro le malattie sintomatiche.

Inoltre, indica che una terza dose del vaccino protegge meglio dalle nuove mutazioni. Ma ha sottolineato che le elezioni devono essere volontarie.

Può scegliere di assumere una terza dose da solo. E deve essere giustificato in ciò da cui vuoi proteggerti. Ad esempio, potrebbe esserci una malattia moderata.

Un modo naturale di interagire

L’immunologa e professoressa di medicina all’Università di Oslo, Anne Sprkland, non dichiarerà che gli effetti collaterali provengano dal vaccino coronarico.

I cambiamenti nel ciclo mestruale non sono rari. Ci sono stati alcuni che hanno sperimentato questo dopo la vaccinazione, ma non sono sicuro di essere completamente d’accordo con lui nel dire che questa è direttamente colpa del vaccino.

Dice di capire che alcune persone sono preoccupate di prendere un richiamo.

Non a lungo termine: l'immunologa Ann Spurkland afferma che non si dovrebbe essere nervosi per gli effetti collaterali a lungo termine.  Foto: Bjørn Roger Brevik / TV 2

Non a lungo termine: l’immunologa Ann Spurkland afferma che non si dovrebbe essere nervosi per gli effetti collaterali a lungo termine. Foto: Bjørn Roger Brevik / TV 2

– Penso che questa sia una risposta fisiologica, ed è un modo naturale in cui il corpo reagisce se si contrae una malattia infiammatoria – a causa di un vaccino, che può causare febbre e qualche disagio – o un’infezione virale.

Tuttavia, crede che non si dovrebbe essere nervosi poiché gli effetti collaterali dureranno a lungo.

È spaventoso, ovviamente, ma non è qualcosa di cui devi preoccuparti a lungo termine, dice Sporkland.

READ  La rock star Ted Nugent: - Ha descritto la corona come fraudolenta