Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Hanno già utilizzato questa minaccia con successo

La nuova Super League è “seria” o è solo una merce di scambio contro la UEFA?

2019: Il Liverpool ha vinto la Champions League battendo il Tottenham nel 2019. Ora, il Liverpool è uno dei club che si è “iscritto” alla nuova Premier League. Foto: Sergio Perez / Reuters

Pubblicato: Pubblicato:

Il famoso giornalista francese Julian Lorenz suggerisce l’ultimo episodio del podcast From ESPN.

Il professor Harry Arne Solberg della NTNU Trondheim School of Business sta facendo lo stesso.

– Hanno già utilizzato questa minaccia con successo in passato, dice il professore a VG.

– Hanno sempre avuto questo riso dietro lo specchio, da quando Silvio Berlusconi ha avuto questa idea negli anni ’90. Di conseguenza, la Champions League si è gradualmente evoluta a favore dei Big Five, continua Harry Arne Solberg.

Leggi anche

I big confermano la Premier League

I dodici club che hanno firmato l’accordo sono Liverpool, Manchester United, Manchester City, Arsenal, Chelsea, Tottenham, Barcellona, ​​Real Madrid, Atletico Madrid, Inter, Milan e Juventus. Il campionato è composto da 20 squadre, 15 delle quali permanenti. Le partite si svolgeranno a metà settimana mentre le squadre giocheranno ancora nel campionato nazionale.

I club che costruiscono la Premier League avranno 35 miliardi di corone nella divisione dall’inizio, ha detto cielo E altri media. Diviso in 15 club, è di 2,3 miliardi di corone per club. Se dividiamo per 12, ciò sarebbe 2,9 miliardi di NOK.

Secondo Kicker, il Bayern Monaco vincitore della UEFA Champions League 2019/20 ha raccolto quasi 1,3 miliardi di NOK.

Secondo il famoso economista calcistico Kiron O’Connor, “Swiss Ramble” su Twitter, i 12 club che si sono iscritti alla Premier League hanno un debito totale di 65 miliardi di corone. Afferma inoltre di aver perso quasi 14 miliardi di corone nella stagione 2019/20, nonostante il fatto che solo gli ultimi mesi siano stati colpiti dall’epidemia di Corona.

READ  Il dossier dell'Italia ha obiettivi chiari

La banca statunitense GB Morgan ha confermato lunedì che sta finanziando la lega separatista.

Leggi anche

I tifosi condannano il nuovo campionato: – Se finisce così, non sono più un tifoso dello United

Julian Lorenz resta Podcast ESPN Di fronte al fatto che questo dibattito tende a sorgere ogni due anni – e se c’è motivo di credere che sia diverso questa volta:

È diverso, i big stanno facendo un altro passo verso la Premier League. Penso che questo sia l’inizio del più grande gioco di poker che il calcio europeo abbia mai visto. Mostraci la tua mano, quella è la nostra, alcuni stanno ingannando, dice Laurens – e continua:

Forse questi 12 club vogliono solo una risposta dalla UEFA, che vogliono che l’Unione Europea si sieda con loro e negozi di nuovo, e per ottenere una quota maggiore dei soldi della UEFA Champions League. Forse vogliono una nuova valutazione del nuovo look che inizierà nel 2024. Ciò non significa che ci sarà una pausa e una nuova Super League nel prossimo futuro, significa che ora la discussione ricomincerà. Ancora una volta, minacciano di fare quello che vogliono e la Federcalcio europea (UEFA) li minaccia di tornare.

Anche il giornalista italiano Gabriel Marcotti crede che i grandi club vogliano una fetta più grande della torta della Champions League:

– I 12 club partecipanti, oltre a una coppia sposata che non ha ancora progredito, sono stati gravemente colpiti dal virus Corona, perché dipendono più di altri dal reddito del giorno della partita. Vogliono una fetta più grande della torta della Champions League, poiché contribuiscono alla maggior parte del volume delle vendite, sottolinea Marcotti nel podcast ESPN.

Dice quanto segue sulla minaccia di escludere i club da tutte le competizioni e che ai giocatori potrebbero essere rifiutate le partite internazionali:

Questo è anche firmato dalle autorità calcistiche di Inghilterra, Spagna e Italia e questi tornei hanno anche il potere di calciare i club, se vai così lontano. La Uefa sta dicendo chiaramente che non abbiamo intenzione di sdraiarci, staremo in piedi e se vuoi combattere, siamo pronti.

Harry Arne Solberg è scettico sul fatto che la Premier League possa avere successo:

Non ultimo, c’è una differenza culturale tra il modello americano con i campionati “in scatola” su cui si basa la Premier League, e il calcio europeo, dove c’è molta passione tra il pubblico. Negli Stati Uniti, gli sport di squadra sono più divertenti con popcorn, mamma, papà e bambini sugli spalti. Noi europei lo amiamo per tutti – in teoria – abbiamo l’opportunità di qualificarci.

– C’è qualcosa di positivo?

– Può togliere un po ‘di pressione dalle finestre di transizione. Ora i club che hanno la possibilità di raggiungere la sede della UEFA Champions League scambiano per soldi che potrebbero non avere.

L’analista senior Eric Christian Millie della Dansky Bank ritiene che la speranza dei club sia che le partite tra grandi squadre attirino più telespettatori a livello globale e aumentino i ricavi.

I club vogliono un gruppo più piccolo di squadre perché saranno in grado di fornire un migliore controllo sul tetto salariale e fissare limiti per le commissioni di trasferimento. È più facile controllare quando ce ne sono meno. Mill afferma che il trasporto e gli stipendi sono una parte importante dei costi e continua:

READ  Patrizio C. Adams e Troian Bellisario sono segretamente incinti

I club sono sempre più di proprietà di giocatori professionisti. Riguardava il tentativo dei proprietari di creare un monopolio e togliere il potere alla FIFA e alla UEFA.

Pubblicato: