Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Hege Schøyen in collaborazione con Øistein Blunck

L’attore Hege Schøyen siede nel suo piccolo camerino all’Oscarstern Theatre di Stoccolma. Di fronte a lei c’è uno scaffale su cui sono appesi i vestiti di tutti i colori del mondo. Lo userò nei prossimi mesi. Tra prove di trucco, riscaldamento e cambio d’abito, si è comunque presa il tempo per parlare al telefono con Dagbladet.

– Se avessi visto come sono adesso, sapresti come sono. L’attore dice e ride.

– la sfida

Tra poco meno di una settimana, “Tootsi” sarà proiettato per la prima volta nella capitale svedese. La performance è basata sull’omonimo film del 1982, con Dustin Hoffman nel ruolo principale.

La commedia parla di un attore maschio in cerca di ruoli recitativi e successo. Per ottenere un ruolo, si ritrova a dover fingere di essere una donna e Schoen interpreta un produttore che l’attore ammira profondamente.

Nuova performance: l’attore Hege Schøyen sta attualmente interpretando “Tootsi” a Stoccolma. Foto: Mats Becker/OscarTren
Mostra di più

La commedia è basata sul film, ma è decisamente moderna, dice il 65enne.

È stato difficile ambientarsi nel ruolo?

– Tutti i lavori sono molto impegnativi. Ma tutti abbiamo esperienze che abbiamo inserito nel nostro catalogo e che dobbiamo tirare fuori. Quindi devo cercare, cercare, cercare e scoprire “Chi è lei?” Spiega Schwinn.

Video originariamente pubblicato su dagbladet.no/dbtv.no il 14/09/2014 FLAU: Nel primo episodio di “Klovn til kaffen” su Norge TV, Hege Schøyen tira fuori una vecchia versione della rivista per ragazze “Girls”. All’inizio della sua carriera di copywriter, Espen Ekpo è stato uno scrittore di “colonne di domande” per la rivista. Video: TVN
Mostra di più

– viziato

Il nativo di Oslo è considerato uno dei più divertenti di sempre in Norvegia e ha collaborato con molti dei più grandi comici del paese. Nomi come Øystein Sunde, Linn Skåber, Øivind Blunck e Kjersti Holmen sono solo alcuni.

– Hai sbagliato, ammette Schwinn.

Schoen ha una serie di spettacoli, film, serie e spettacoli nel suo portfolio e, tra le altre cose, è la sua creatività che l’ha portata dove è oggi. Ma l’attrice ammette che per lei è stato anche un piccolo ostacolo. Dice che pensa che potrebbe essere stato un fattore che ha contribuito al motivo per cui teme così tanto.

– Penso che sia la mia immaginazione che avanza lungo la strada. “E se cadesse. Questa nuvola laggiù deve significare temporali”

“Ma il vantaggio di avere paura di molte cose è che ottieni molte sorprese positive”, dice Schoen e ridacchia.

– E’ diventato un po’ accaldato

Sono passati più di 30 anni da quando Schøyen è diventata famosa in Norvegia e oggi molti potrebbero ricordarla dalla sua collaborazione con Øivind Blunck alla fine degli anni ’80 e all’inizio degli anni ’90.

Il duo ha fatto ridere la gente quando si sono esibiti, tra le altre cose, con il film della NRK “Reidar og Bitten” e la performance “Bare Gode Venner”.

30° anniversario: ​​Hege Schøyen collabora da molti anni con Øivind Blunck.  Qui dalla performance

30° anniversario: ​​Hege Schøyen collabora da molti anni con Øivind Blunck. Ecco una performance di “Bare gode venner” del 1992. Foto: Jan Greve/SCANPIX/NTB
Mostra di più

Schoen ridacchia mentre ricorda l’ora.

– Oh, mio ​​Dio, abbiamo così tante cose di cui ridere allora. Erano tempi divertenti. Fu allora che Øivind ed io eravamo bambini piccoli, quindi faceva davvero caldo, dice con una risata.

Sebbene siano passati molti anni da quando Schøyen e Blunck erano sullo stesso palco, sono ancora in contatto oggi. Il 65enne descrive la relazione come “assolutamente meravigliosa”.

Parliamo raramente, ma intensamente.

Schøyen rivela che si è parlato più volte di ripetere il successo e che c’erano molti clienti in particolare che volevano una reunion.

– Non ho chiuso a chiave nessuna porta, e non credo che l’abbia fatto nemmeno lui. Era solo che avevamo bisogno di un po’ di respiro. Stiamo insieme da molto tempo. Ma non c’è nessuno con cui io rida tanto quanto Øivind.

Entrambe le parti avevano progetti dalla loro parte, il che rendeva difficile trovare il tempo per creare umorismo insieme.

– Allora non va bene a me, poi non va bene a lui, e sono passati molti anni.

– Ma vedremo, dice sorniona.

TOP: Schoen descrive la sua predazione su Øivind Blunck come assolutamente straordinaria.  Foto: Nina Hansen/Dagbladet

TOP: Schoen descrive la sua predazione su Øivind Blunck come assolutamente straordinaria. Foto: Nina Hansen/Dagbladet
Mostra di più

– Mi inchino nella terra

Per le generazioni più giovani, Schøyen è probabilmente meglio conosciuta come Vibeke, la madre di Matthias, nella serie “White Boys”. La 65enne ammette che è interessante che i giovani vogliano che partecipi ai progetti.

– È stato bello interpretare un ruolo satirico. È stato facile per me, dice, e ride.

Schoen nota che il suo senso dell’umorismo è cambiato da quando era una comica emergente fino ad oggi. Sono rimasto colpito dall’evoluzione.

– Penso che ci siano molte brave persone ovunque. Mi sono inchinato nella polvere. Sono curioso di loro. Cerco di tenere il passo – e mi rallegro.

menzogna: Abbiamo chiesto a Solveig Kloppen e Tuva Fellman di mostrarci la villa in cui vivevano le ragazze durante la registrazione di “Love IRL”. È stato divertente. Video: corridore rosso
Mostra di più

dire il segreto

Schwinn sapeva fin dall’inizio che voleva essere sul palco. Da bambina, ha visto Anne-Marit Jacobsen interpretare Edvige in “Vildanden” ed è stata venduta. Da allora, Jacobsen è stata la più grande ispirazione di Schøyen.

– Ho avuto un tale sangue dal naso con ammirazione per questo.

Ancora oggi, dice Schoen, un portafoglio Jacobsen è qualcosa che guarda con gli occhi sbarrati.

– Ha fornito alta qualità per diversi decenni. Mi ha ispirato con grande serietà e un grande senso dell’umorismo.

Sebbene abbia circa 60 anni, l’attrice è ancora attiva nella vita lavorativa. Né intende arrendersi presto. Schoen rivela che ha già diversi progetti segreti in lavorazione, su cui lavorerà quando “Tootsie” sarà finito.

La 65enne ammette cosa le fa accettare un lavoro dopo l’altro e cosa la rende così giovane.

– Non mi piace il salmone dalla mattina alla sera, ma penso che abbia a che fare con la mia professione. È molto giocoso, anche se lo prendiamo molto sul serio. Il lavoro è impegnativo, ma porta anche molta gioia.

READ  Il contatto Krekar (43) può ancora essere consegnato in Italia