Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I club della Premier League non rilasceranno giocatori per gli incarichi delle nazionali

Guarda la Premier League su TV 2 Gioca sabato – affronta Manchester City – Arsenal alle 13.30.

– I club della Premier League inglese oggi hanno deciso con riluttanza, ma hanno deciso all’unanimità di non rilasciare giocatori per le partite internazionali nei paesi in lista rossa, come riportato in Comunicato della Premier League.

Ha detto male sulla diretta e ha confuso tutti

La decisione dei club, fortemente sostenuta dalla Premier League, si applicherà ai circa 60 giocatori di 19 club della Premier League che si recheranno nei 26 paesi della lista rossa durante il mandato della nazionale a settembre, mentre continua.

La scorsa settimana c’è stata una tempesta sulle regole di quarantena per i giocatori della Premier League. Se il giocatore si recherà in un paese nella lista rossa, dovrà essere messo in quarantena per dieci giorni al suo ritorno nel Regno Unito.

In precedenti periodi di inattività per la squadra nazionale durante la pandemia, la FIFA ha consentito ai club di rifiutare ai giocatori di partecipare a un raduno della squadra nazionale se dovevano mettersi in quarantena dopo il volo di ritorno.

Questa eccezione è stata revocata prima dell’imminente pausa della nazionale.

Ciò è avvenuto sulla scia dell’attuale posizione della FIFA di non estendere l’esenzione temporanea per i giocatori che devono essere messi in quarantena al loro ritorno dai doveri della squadra nazionale, secondo la dichiarazione.

Ad esempio, i giocatori che stavano per viaggiare in Sud America erano in svantaggio. All’inizio di questa settimana, è stato annunciato che il Liverpool si sarebbe rifiutato di lasciare Alisson Becker, Roberto Firmino e Fabinho, poiché il Brasile giocherà nei paesi della lista rossa. Inoltre, non volevano che Mohamed Salah fosse rilasciato in Egitto, anch’esso nella lista rossa.

La Premier League ha scritto di aver cercato di trovare una soluzione con la FA e le autorità. Tuttavia, a causa delle preoccupazioni per i viaggiatori provenienti dai paesi della lista rossa, ai club non è stata concessa un’esenzione.

I giocatori in quarantena rischiavano di perdere due turni di Premier League, una partita di Coppa dei Campioni e il terzo turno di Coppa di Lega.

READ  Come l'intelligenza artificiale risolve alcuni dei problemi più difficili di Internet