Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I musulmani chiamati maomettani. Poi è scoppiata una rivolta – Servizio per i diritti umani

Ingfrid Oddveig Tveit di FRP, l’avvocato 73enne, ha parlato più volte durante una discussione nel consiglio comunale di Ullensaker ieri sull’insediamento di nuove persone con status di rifugiato (questo status è noto a tutti i richiedenti asilo a cui è stata concessa la residenza).

Tra le altre cose, Tveit ha stabilito i seguenti e nuovi insediamenti: – Non possiamo continuare così, se vogliamo continuare ad essere la Norvegia.

Ha continuato: – Adesso abbiamo molti intellettuali stranieri a Ullensaker. È difficile sentire il norvegese se una mattina fai una gita al centro commerciale. Ci sono tutte le altre lingue parlate. Devo dire che sono molto interessato. Per come la vedo io, stiamo per sostituire la popolazione norvegese.

Il nostro paese sarà Muhammadiyah

Le accuse hanno portato a una forte reazione. Verso la fine della discussione, Tveit è tornato a parlare e ha difeso le sue dichiarazioni.

– Hai detto due cose. Costi e sfide culturali. Vogliamo che il nostro paese diventi maomettano o sikhismo?

Poi sono stato colpito con i manganelli e il microfono si è spento immediatamente. Lo riaccese velocemente e disse:

– Dovrei poter parlare come voglio! tuonò Tveit dopo aver acceso il microfono.

– Tveit, Tveit! Ora sei sconfitto. Ti abbiamo colpito con i manganelli. Ho superato il limite in questo dibattito e ora la controversia è finita, ha dichiarato il sindaco Evind Jorgensen Schumacher (Laburisti) con apparente fastidio di Tveit.

“Avrei dovuto anche evitare di andare in discoteca quando ho spiegato che l’afflusso di più rifugiati e altri stranieri è una sfida economica oltre che culturale”, ha scritto nella conversazione dell’incontro poco dopo.

Mahmoud Ahmed di SV, crede che Tveit “usa deliberatamente il razzismo quotidiano e il razzismo culturale”. La parola Muhammedan è usata per discriminare un intero gruppo etnico quando si conosce meglio. Ahmed ha detto a Mitt Gisheim di essere chiamato musulmano e tutti lo conoscono.

READ  Lise Øvreås è stata eletta nuovo presidente dell'Accademia delle Scienze

– Grafico del cambiamento della popolazione

Thorbjørn Merkesdal del Partito Liberale crede che Tveit stia promuovendo una teoria della cospirazione sul cambiamento della popolazione e punti alla teoria del “Un’ottima alternativa”. Forse Merkesdal, ad esempio, dovrebbe fare un viaggio di studio nelle città inglesi, oltre a Bruxelles e nelle città francesi? E che ne dici di studiare le statistiche sullo sviluppo della popolazione anche qui in Norvegia, come il 23 percento di Oslo ha un background non occidentale ora?

Anche Merkesdal non si è astenuta dal ritirarsi il 22 luglio: – In Norvegia, sappiamo molto bene a cosa possono portare le teorie del complotto dell’estrema destra.

Anche il sindaco Schucher ha fatto questo commento, che si accumula durante il cambiamento della popolazione:

Circa il 30% dei residenti di Ullensaker ha un background di un altro paese e il 100% dei residenti è una parte uguale della comunità nel comune.

100% uguale? Forse Schumacher dovrebbe condurre un sondaggio tra, diciamo, ragazze e donne velate?

Durante l’intervento di Lars Vejerle Hetland (laburista): – Reagisco in modo molto deciso alle dichiarazioni di Tveit. Crea un divario tra le persone nei nostri comuni, poiché alcuni non sono norvegesi perché hanno una famiglia o un background culturale di un altro paese. Hjetland afferma che ogni cittadino norvegese e coloro che lavorano qui o che sono fuggiti qui sono i benvenuti e dovrebbero essere accolti con rispetto.

Mentre Jalil Vahidi (Partito Laburista) aggiunge: – Olensacker è una società multiculturale e gli immigrati qui sono ben integrati.

Ma Tveit non si arrende. – Lo sviluppo ha già fatto molta strada. Basta guardarsi intorno, scrive Tveit in una mail a Romerikes Blad.

READ  Incontro fisico con introduzione alla Rosluca School

Vecchia parola norvegese

Allora perché nel mondo Tveit usa il termine Muhammad/Muhammad, come hanno sempre fatto le precedenti voci sociali? Come il filosofo, matematico, storico, socialista e pacifista britannico Bertrand Russell (1872 – 1970). Considerato uno dei fondatori della filosofia analitica, Russell vide chiari paralleli tra l’Islam e il bolscevismo. Ha detto, tra l’altro, quanto segue:

Tra le religioni, Muhammadiyah è il bolscevismo, non il cristianesimo e il buddismo. Cristianesimo e buddismo sono essenzialmente due religioni personali, con dottrine mitologiche e un debole per la riflessione. Il maomettanesimo e il bolscevismo sono interessati pratici, sociali e fisici alla conquista del dominio mondiale. … Sebbene gli arabi abbiano conquistato gran parte del mondo in nome di una nuova religione, non erano una razza particolarmente religiosa. Le loro conquiste sono state motivate dal saccheggio e dalla ricchezza piuttosto che dalla religione”, ha scritto Russell, che ha sottolineato che “nella politica moderna” questo è definito “imperialismo”.

Non c’era nessun problema su questo – ovviamente, perché questo era prima che i tentacoli dell’Islam si diffondessero in tutta l’Europa occidentale.

L’interpretazione di Tveit del suo vocabolario è molto ragionevole:

– Ho imparato sia nelle scuole primarie che secondarie e superiori che coloro che appartengono alla fede islamica si chiamano musulmani. Nel mio uso della parola non c’è nulla di positivo o negativo. È semplicemente un nome per coloro che appartengono a una particolare religione. Non capisco perché alcune persone reagiscano così fortemente all’uso di questa parola.

Al telefono, Tveit le assicura che i musulmani sono una parola norvegese perfettamente normale per lei.

– Nessun pro o contro. Che quest’uomo, di cui non posso pronunciare il nome, conferma che questa discriminazione non ha niente a che fare con me. Non discrimino nessuno.

READ  Selda Ekes - Non posso permettermi regali di Natale

Tveit fa giustamente notare che “maomettano” è una “parola norrena” ed era un concetto diffuso in passato in tutto l’Occidente. Tveit continua: “Se qualcuno può darmi una ragione scientifica esauriente sul motivo per cui la parola è sbagliata, mi conformerò”.

Se andiamo alla scienza, i suoi avversari avranno alcune “sfide” in contrasto con essa. Come è noto, i testi dell’Islam contengono tre elementi: il Corano, la Sirah (la biografia di Maometto) e l’hadith (ciò che si diceva avesse detto e fatto Maometto). Complessivamente, i testi che menzionano Dio costituiscono il 14%, mentre il restante 86 percento si riferisce a Maometto.

Quindi, l’Islam è Maometto al più alto grado. Pertanto, anche se la dottrina islamica ecc. è diventata obsoleta negli ultimi tempi, c’è ancora molta strada da fare per Tveit.

Briefing alla fine: è stato deciso solo contro il voto di FrP che Ullensaker avrebbe ricevuto 26 persone per l’insediamento il prossimo anno, con il numero che potrebbe aumentare a 40 se IMDi lo desiderasse.