Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I preti norvegesi hanno iniziato il lavoro scientifico – documento

I preti norvegesi hanno iniziato il lavoro scientifico – documento

Scuola della Cattedrale di Trondjem ca. 1930, immortalato da un fotografo sconosciuto. L'immagine dalle collezioni speciali della Biblioteca Gunnerus è stata precedentemente pubblicata su ntnu.no.

Hai l'impressione che i preti nella storia si siano opposti alla scienza e all'illuminismo? Forse l'hai “imparato” a scuola? O l'hai sentito dai nostri media?

Quindi forse è il momento di guardare la realtà così come è realmente accaduta. Lasciando da parte la distorsione ideologica della storia da parte della sinistra, vediamo quanto segue:

  • È stata la Chiesa a dare inizio all’insegnamento organizzato molto prima di chiunque altro. Già a metà del XII secolo furono fondate scuole cattedrali a Oslo, Bergen, Trondheim e Hamar. All'inizio si trattava della conoscenza cristiana, ma gradualmente gli argomenti sono diventati di più. La prima è stata la matematica.
  • Nel XV, XVI e XVIII secolo furono soprattutto i sacerdoti a essere in prima linea nella ricerca scientifica e negli affari in Norvegia, prima che altri seguissero. I druidi furono per lungo tempo l’unico grande gruppo con un’istruzione accademica in Norvegia.
  • Brister ha svolto un lavoro pionieristico nelle scienze naturali e in una serie di materie pratiche. Sacerdoti e vescovi furono anche a lungo importanti promotori della creazione di un'università norvegese separata, prima che essa avvenisse finalmente nel 1811.
  • Molti sacerdoti sono molto desiderosi di raggiungere il maggior numero di persone con conoscenze teoriche e pratiche. Volevano un popolo illuminato. Attraverso l’informazione e la conoscenza, la maggior parte delle persone può controllare meglio la propria vita e avere condizioni di vita migliori, sia attraverso l’ottenimento di cibo più diversificato dal suolo, sia attraverso la capacità di leggere informazioni benefiche sia per “l’anima che per il corpo”.
READ  Come costruisci la tua stanza insonorizzata?

Lo scopo principale delle scuole cattedrali nel XII secolo era quello di formare sacerdoti. Gli antenati avevano appena lasciato la casa vichinga quando i fortunati studenti ricevettero una prima formazione nella lingua accademica internazionale dell'epoca: il latino. Un grande passo per la Norvegia culturale!

I vescovi di Nidaros, che all'epoca erano la leadership ecclesiastica, fecero un ampio lavoro nel XII secolo per collegare la Norvegia con l'Europa cristiana accademica.

Questo era uno degli obiettivi principali di Olaf Haraldsson e del vescovo Grimkjell. Molti dei vescovi di Nidaros furono educati a Parigi e, attraverso i loro contatti lì, furono in grado di organizzare soggiorni di studio per i norvegesi, sia lì in città che in altre città del nord della Francia. Successivamente entrarono in gioco i Paesi Bassi, la Gran Bretagna e, non ultima, la Germania.

L'Università di Rostock fu fondata nel 1419 e guadagnò rapidamente grande popolarità tra gli studenti dei preti norvegesi. La qualità dell'insegnamento e la posizione erano buone. I velieri norvegesi frequentavano la città e fornivano mezzi di trasporto decenti. Nei secoli XIV, XV e XVII molti sacerdoti studenti norvegesi avevano una propria residenza studentesca in città: il “Collegium Denmarkorum”.

Sin dal Medioevo, i sacerdoti sono tornati in Norvegia con un alto livello di istruzione e una forte motivazione a insegnare agli altri. Durante il periodo di studio all'estero, hanno sviluppato strette amicizie interne e la Norvegia ne ha beneficiato.

Gli altri sacerdoti hanno continuato a comunicare ovunque possibile. Si scambiavano esperienze e si scambiavano persino semi e piante che presentavano ai vari soggetti. Ad esempio, i sacerdoti iniziarono a coltivare varietà di frutta e bacche, per non parlare delle patate, come sappiamo.

READ  Come funzionano il risparmio energetico e il climatizzatore intelligenti?

L'impegno dei sacerdoti nelle scienze naturali era naturalmente compatibile con la loro visione della vita: imparavano a conoscere “la bellezza e la liceità della creazione”. Nei loro studi professionali hanno scoperto una rivelazione naturale della “potenza e saggezza del Creatore”, parallela e non ultima in interazione con la rivelazione biblica.

“Il termine ‘legge naturale’ non sarebbe stato compreso nel mondo antico”, ha scritto lo storico R. Hall. “La fede in un Dio Creatore e Legislatore rende vero il concetto” (La rivoluzione scientifica 1500-1800).

La scienza emergente del sacerdozio può essere descritta come “fenomenologica”. Era un precursore dell'armeggiare.) Brister ha studiato botanica e fauna selvatica e ha trovato un sorprendente “adattamento”.

Peder Clauson Friis (nato nel 1545) pubblicò l'opera “Om Djur, Fiske, Fugle og Træer udi Norrig”. Jonas Ramus (nato nel 1649) pubblicò Norrigs Beskrivelse, un tentativo di una documentazione biologica completa di tutta la vita vegetale e animale. Fu il vescovo Gunnerus che, dopo una buona collaborazione con i sacerdoti della sua diocesi, pubblicò il primo libro sulle piante norvegesi in due volumi (1766) di qualità eccezionale.
Per inciso, il vescovo stesso divenne amico di penna personale del gigante Karl von Linney.

Il reverendo Hans Ström (nato nel 1726) è stato un topografo e naturalista, meglio conosciuto come l'autore dell'opera topografica “Descrizione di Sundmoor”. Attraverso questo lavoro, Strom si affermò come uno dei più importanti scienziati del paese.

Alcuni sacerdoti iniziarono a studiare mineralogia e molti realizzarono mappe delle loro parrocchie. Alcuni sacerdoti fecero i nostri primi studi di “diritto naturale e popolare”.

Questo elenco potrebbe essere allungato molte volte. Ci sono stati innumerevoli preti dell'Illuminismo, ognuno dei quali meriterebbe una biografia.

READ  Recensione: "The Tomorrow War" su Amazon Prime

Insieme ad altre persone esperte, anche i sacerdoti furono determinanti nella fondazione della Royal Norske Videnskabers Selskab nel 1760. Il vescovo di Trondheim Johann Ernst Gunnerus fu la forza trainante centrale di questa associazione. La “compagnia” divenne la pioniera dell’università norvegese cinquant’anni dopo.

Sulla scia dell'azienda sono nate anche le nostre strutture museali e bibliotecarie. In pratica, molte chiese funzionavano effettivamente come una sorta di biblioteca: era molto comune che le persone che mostravano interesse per la lettura si sedessero nella biblioteca della chiesa e studiassero. I preti avevano solitamente una ricca biblioteca, soprattutto quella dell'ufficio.

Qui a Thun Hans Nielsen Høge era uno di coloro che già al momento del suo insediamento aveva libero accesso alla biblioteca del parroco J. Seberg.

Il prete notò il ragazzo risvegliato e lo incoraggiò a leggere letteratura spirituale e libri scientifici. Il coltissimo Seeberg era fin troppo felice di dirigere. L'adolescente Hans ebbe molte lunghe conversazioni con il prete Gerhard nel soggiorno di Walsköld. Prima dei vent'anni, Hogg era diventato un uomo molto colto.

Per come la intendiamo noi, la sinistra si concentrava in modo eccessivamente unilaterale sulla chiesa come forza nella società antica. Costoro costringono la storia del sacerdote a un modello di potere marxista, in cui sono il potere/impotenza e l’oppressione ad essere esaminati. Una tale prospettiva ideologica fornisce quindi un quadro complessivo completamente sbagliato della storia del sacerdote.