Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I “topi spaziali” dopo che lo sperma è stato immagazzinato sulla Stazione Spaziale Internazionale sono sani e freschi

Non ci sono prove che ratti zilla o roditori abbiano i tratti di Hulk dopo che lo sperma di ratto liofilizzato è stato usato per quasi sei anni sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per allevare giovani ratti.

Dopo che lo sperma è stato trasferito a terra e reidratato, lo sperma ha prodotto 168 topi giovani e sani, senza difetti genetici, afferma l’autore principale dello studio Teruhiko Wakayama. Lo studio è stato pubblicato nel numero di venerdì di Science Advances.

Nel 2013, Wakayama e colleghi della Yamanashi University in Giappone hanno inviato tre scatole contenenti ciascuna 48 fiale di sperma di ratto liofilizzato alla Stazione Spaziale Internazionale. Una scatola è stata inviata sulla Terra per la fecondazione dopo nove mesi, l’altra dopo due anni e l’ultima dopo sei anni.

È stato utilizzato seme liofilizzato perché può essere conservato a temperatura ambiente. Le fiale erano piccole e leggere, delle dimensioni di una piccola penna, il che significava che il costo dello studio non era astronomico.

Man mano che i topi spaziali crescevano, si accoppiavano con partner selezionati casualmente. I ricercatori hanno concluso che anche la prossima generazione che nasce ora sembra normale.

Con lo studio, i ricercatori hanno voluto determinare se l’esposizione a lungo termine alle radiazioni nello spazio potrebbe danneggiare il DNA nelle cellule germinali o portare a mutazioni trasmesse alla prole. Lo studio è quindi importante per la futura esplorazione umana dello spazio e la colonizzazione di altri pianeti.

READ  Bagno privato per tutte le stanze