Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I vichinghi devono capire come usare Markus Solbakken – Dagsavisen

I vichinghi devono capire come usare Markus Solbakken – Dagsavisen

Il test pubblico contro il Kristiansund di domenica è stata la prima partita del club contro un avversario dell’Eliteserien nel periodo precedente. Dopo un’opposizione di varia qualità negli Stati Uniti, è stata una prova perfetta della tattica di battaglia che molte squadre vichinghe avrebbero dovuto affrontare quest’anno.

Nonostante i Dark Blues abbiano vinto comodamente 4-1, c’è ancora motivo per un piccolo avvertimento se si guarda ad alcune delle cifre chiave dietro il punteggio.

Quando la coppia di allenatori ha preso il comando, il miglior gioco contro una difesa consolidata è stato subito identificato come il fattore chiave per fare un passo avanti per sfidare Bodø/Glimt e Molde. Questo è uno degli esercizi di calcio più difficili.

Nell’ultima parte del 2021, nessuno ha ottenuto più punti dei Vichinghi. La squadra era sull’orlo del successo con questo pezzo. Si trattava di una squadra che osava spostare un numero sufficiente di persone dove c’era spazio. Per creare la funzione necessaria. Poi c’era anche molto su Joe Bell che si sentiva così caldo con la maglia che ha alzato il livello di rischio nel suo gioco.

Se ti stai chiedendo dove sia stato frustrato il Foton Berisha questo inverno, è molto ragionevole credere che tali tendenze e numeri abbiano giocato un ruolo importante.

Aspen Iverson

Con un timbro più lungimirante, sia il vantaggio contro la difesa trincerata che le transizioni sono stati utilizzati in modo spesso appropriato. I passaggi che nella sua prima stagione sono andati di lato e dietro sono ora passati in avanti. Sempre più spesso, sono anche entrati nello spazio, davanti al portatore di palla.

READ  Il comandante Flakeford è un segnale importante

Se hai usato un secondo assistente nel calcio, come fai nell’hockey su ghiaccio, il 2021 mostra che Bale ha chiuso con 18 punti. È stato suddiviso in un gol, otto assist da segnare e, forse la cosa più importante, è arrivato terzo con nove gol. I vichinghi avevano un potere molto offensivo, mascherato da un ruolo difensivo sotto forma di sei. Esattamente come volevano Morten Jensen e Birty Lundy Archim.

Prima che Bill fosse venduto, si potevano percepire le caratteristiche della squadra che sembrava un serio contendente all’oro. Questa impressione non è necessariamente forte con me ora. Ha un po’ a che vedere con l’aspetto di Glimt ancora una volta che è riuscito a sostituire pezzi importanti a centrocampo. Ma si tratta anche della necessità per Viking di avviare un piccolo ulteriore sviluppo del gioco contro la difesa consolidata.

Durante le prove contro Kristiansund, ho notato sette o otto occasioni da gol nette. La maggior parte di loro è arrivata dopo transizioni o palloni morti. Nelle partite contro attacchi comprovati, Viking non era così impressionante.

Di particolare rilievo sono le figure del sostituto di Bell, Marcus Solbakken. Il nuovo regista dei Vikings ha segnato 69 passaggi nell’81esimo minuto trascorso in campo. Solo 21 di questi sono avanzati sul campo. Mentre 34 sono ricaduti nel supporto, 14 sono stati colpiti lateralmente. Questi sono i numeri che probabilmente faranno vacillare Drilo e Nils Arne Eigen! La palla d’attacco non era decisamente così. Spesso, anche il giovane Solbakken si trova in fondo al campo cercando la palla nella direzione sbagliata.

READ  20 dei migliori hotel della Norvegia

All’81’ ha perso la palla sette volte e due gravi perdite di palla. Ha avuto tre recuperi e ha vinto il duello di testa.

La cosa più interessante è che non ha mai provato un singolo passaggio oltre i 40 metri, non ha mai effettuato passaggi chiave e non ha mai colpito la palla nella stanza invece che a piedi.

Se ti stai chiedendo dove sia stato frustrato il Foton Berisha questo inverno, è molto ragionevole credere che tali tendenze e numeri abbiano giocato un ruolo importante. Il capitano ama la sfida con gli sprint in corsia tra back e stop. Soprattutto se gli avversari sono lenti. Ma se vuole farlo, le palle devono venire – lunghe o corte. Allora la posta in gioco deve salire e il popolo deve farsi avanti in massa.

Bisogna osare rischiare. Dimentica la paura del fallimento! Questo è esattamente dove Bodø/Glimt è molto buono. Anche contro i migliori, sono fedeli alla loro identità in campo.

La relazione tra Joe Bell e Berisha è stata una delle ragioni principali dietro l’indagine Viking lo scorso anno. I 22 gol in campionato dell’attaccante non sono stati casuali.

Che Markus Solbakken sia stato in grado di ricreare direttamente la relazione tra Bill e Berisha è più di quanto possiamo chiedere. Il ragazzo è stato in Viking solo per tre settimane e Bell ha trascorso un anno e mezzo prima di iniziare davvero. Ovviamente non c’è motivo per vedere Solbakken, ma ogni motivo per analizzare e cercare buone risposte il prima possibile.

Forse ha una sorta di “de-tiki-taka-ifiseres” dopo un anno a Stabæk che ha una cultura del rotolamento. Allo stesso tempo, ha molte qualità necessarie per accelerare i Vichinghi. Hai visto che quando era all’HamKam lo ha mostrato in alcune partite di allenamento – e lo ha mostrato in allenamento.

READ  Approfondisce il rapporto tra fede e scienza

Quello che gli allenatori dei Vikings dovranno presto scoprire è perché i suoi numeri e totali sono stati pubblicati sabato. È perché Solbakken ha avuto una brutta giornata e si è voltato indietro? Era un sintomo di una squadra il cui modello di movimento collettivo non offriva loro opzioni per eseguire passaggi chiave davanti ai giocatori nelle gare? Dovrebbe osare trascinare un giocatore e strappare la palla nello spazio, per forzare più movimento negli altri? Il gioco di stampa della squadra è stato abbastanza buono da farti entrare nel retrobottega più breve?

Morten Jensen e Bjarte Lund Archim garantiscono risposte rapide a questa domanda. Ora si tratta di trovare lo sviluppo di cui i due parlano molto. relazioni.

Dovrebbe succedere il prima possibile. Speriamo che sia effettivamente meglio contro Kongsvinger sabato!