Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il clamore intorno a “Hilt Ram in Tokyo” –

Gli ultimi giorni hanno visto una tempesta intorno a Nikolai Ram e NRK a causa dello spettacolo comico “Hilt Ram in Tokyo”.

Martedì, NRK ha deciso che Ripubblica tre episodi dalla serie. La decisione è arrivata dopo le reazioni di alcuni spettatori che ritenevano che l’esperienza del ritratto di Ram di un presentatore di un game show giapponese fosse una disgrazia e dolorosa.

Per le ulcere dei capelli

Il comico Youssef Haddawi tra gli altri Conosciuto da “Satrix” NRKSi ritiene che le persone in generale siano molto dolorose e possano essere facilmente offese.

Per risparmiare tutti, dobbiamo pensarci dieci volte prima di fare qualcosa. L’umorismo non funziona in questo modo. Ci abbiamo sempre pensato, ma gli sviluppi ora rendono difficile creare umorismo, soprattutto ironia. Alcuni rideranno e altri piangeranno. È sempre stato così, ma ora siamo il bersaglio dei comici, ha detto Dagbladet.

Il comico pensa che stiamo andando molto bene in Norvegia, ed è proprio per questo che la gente ha bisogno di qualcosa di cui lamentarsi. Hedawi è lui stesso un Boehler ed è cresciuto con, tra gli altri, Harald Ea in “Ut i vår hage” e Robert Stoltenberg con “Borettslaget” sullo schermo.

Ha visto l’evoluzione negli ultimi anni e considera la quantità di umorismo solo un decennio fa, senza che all’epoca ci fossero molte controversie.

Rimozione: Tre episodi di “Hilt Ram” sono stati rimossi dopo le critiche. Video: Jenny Hughes
Mostra di più

– Penso che tu possa scherzare sulla maggior parte delle cose. Tutto ciò che produco viene da un buon posto e fatto con amore, afferma e continua:

READ  Tori Peterson: - Si apre sulla violazione

– Dobbiamo sopportare un po’ di più. Soprattutto quando si tratta di umorismo.

– confini chiari

Hedawi vuole mettere fine a tutti i comici sotto un unico pettine. Riconosce che le persone “agiscono” a volte, ma crede che ci sia una linea chiara tra ciò che è all’interno e ciò che è razzista.

Difende il collega comico Nikolai Ram.

C’è una differenza tra pura molestia e umorismo. Dipingersi il viso di nero, suonare i bongo e lanciare banane dopo aver preso in giro. Dice e continua che imparare lingue e modi di dire è puro business:

– Penso che la situazione con Nikolai Ram sia brutta. Né lui né gli altri comici norvegesi sono razzisti. Siamo stati messi in una cabina a cui non appartenevamo.

Gli effetti rispondono

L’influencer Jenny Hughes è tra coloro che hanno risposto con forza a “Hilt Ram in Tokyo”, che secondo lei aiuta a normalizzare gli stereotipi sui norvegesi asiatici. NS VG Hauz ha detto quanto segue sul caso:

– Reagisco anche al fatto che quando vogliono questo ruolo per la prima volta, non assumono solo un ragazzo asiatico. Perché non è abbastanza buono? Ha chiesto e ha continuato:

– Se qualcuno avesse indossato il trucco scuro e le parrucche scure, le persone avrebbero reagito più forte. Ciò non significa che sia accettabile farlo con gli asiatici. Prendono in giro questo tipo di persona con un accento stereotipato.

Una lettera dall’ambasciata

Dopo la discussione, Youssef Haddawi ne ha condiviso uno واحد Post sul suo profilo Instagram Giovedì. Il post contiene le foto di una lettera che il comico ha ricevuto dall’ambasciata colombiana due anni fa.

READ  Amelia Grey Hamlin ha condiviso una foto nuda dei suoi genitori

Dice a Dagbladet che il motivo per cui Hadawi sta condividendo la lettera solo ora è che vuole partecipare al dibattito sulle accuse di razzismo con umorismo e sostenere un collega.

La lettera affermava che l’ambasciata colombiana era scontenta di un episodio dello spettacolo comico “Black Humor” su NRK, in cui Youssef Haddawi interpreta un giornalista colombiano che chiede alla gente per strada cosa pensano, tra le altre cose, delle droghe illegali. Il contenuto della lettera è integralmente riprodotto di seguito:

Dagbladet ha contattato l’ambasciata colombiana e ha chiesto un commento. Non hanno ancora risposto.

Al-Hadawi ritiene che il contenuto della lettera sia impressionante e generalmente ritiene che lo sviluppo dell’umorismo si stia muovendo in una triste direzione.

– Fa un po’ paura pensare da dove veniamo. Ho parlato con molti colleghi e, come comici, ora siamo in un posto in cui non vorremmo essere, dice.