Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il dossier dell’Italia ha obiettivi chiari

La scorsa stagione, la Sampdoria è arrivata 15° ed è rimasta a lungo nella lotta per evitare la retrocessione. In questa stagione, Thorsby ha segnato un gol più alto.

– Le cose sono peggiorate quest’anno e abbiamo ottenuto una posizione più bassa, ma negli ultimi anni siamo tradizionalmente finiti al centro della classifica. L’obiettivo è esserci, e possibilmente unirci alla lotta per un posto europeo. Avrebbe potuto essere davvero divertente, racconta Thorsby a TV 2.

Ma nonostante l’ottimismo e un allenatore esperto al timone, Thorsby sottolinea che la squadra dovrebbe essere pronta quando arriva il knockout.

È importante iniziare bene così non diventi come l’anno scorso in cui devi combattere tutta la stagione per sopravvivere e ogni partita sarà una finale.

– Deve migliorarci

Ha iniziato lo scorso anno male sia per la squadra che per Thorsby. Sotto Eusebio Di Francesco (51), il norvegese si è seduto al freddo e non gli è stato permesso di giocare nelle sue prime otto partite.

Tuttavia, il norvegese è entrato lentamente ma inesorabilmente nel calore quando Di Francesco ha ottenuto l’incarico e il club genovese ha nominato Claudio Ranieri (68). Lo stimato allenatore, che ha vinto la Premier League con il Leicester e ha guidato molti dei più grandi club d’Europa, è diventato il salvatore di Thorsby e della Sampdoria. I risultati di Ranieri sono stati abbastanza buoni per mantenere la posizione e avere una certa continuità nella squadra.

In azione: Morten Thorsby. Foto: Simon Arveda

È molto esperto e ha una visione forte di come dovremmo giocare a calcio. È molto chiaro cosa vuole da noi e cosa faremo, dice il giocatore della nazionale in questione.

Thorsby è contento del suo allenatore esperto e crede che la squadra possa avere una buona stagione. Anche se, a dire il vero, non ci sarà la stagione del Leicester.

Sono tante le coincidenze che entrano in gioco, ma bisogna evolvere. Ora sta vivendo un’intera stagione fin dall’inizio ed è importante avere quella sicurezza e una stagione piena di continuità. Forse non ci sarà lo scudetto, ma abbiamo l’ambizione di ottenere una buona posizione.

– Ogni singola partita è difficile

L’inizio di stagione per Thorsby e compagni inizia il 20 settembre contro la Juventus nove volte campionessa guidata da Andrea Pirlo.

La Juventus sarà un inizio molto difficile. Ma in Serie A è così, ogni singola partita è dura. Ne sta solo uscendo. Potrebbe essere una buona idea iniziare con una sfida del genere, quindi ottenerla subito e vedere dove ti trovi. Nulla è stato comunque inizialmente specificato. Il 24enne dice che sarà una stagione lunga.

Thorsby ha giocato 24 partite per il club di Serie A la scorsa stagione e alla fine è diventato un assiduo collaboratore dell’allenatore di Ranieri. Alla fine della stagione, si fermò con un gol e un passaggio. Ora vuole contribuire di più.

L’obiettivo è continuare i buoni progressi che hai avuto dall’anno scorso. Voglio giocare il più possibile, quindi è importante essere assertivi nella squadra. Poi spero di poter segnare più gol e contribuire con gli assist, che è una parte importante del mio gioco e per mantenere la posizione.

Il norvegese ha un altro grande obiettivo.

Un grande obiettivo per me è giocare sulla strada per la nazionale. Non c’è niente da nascondere. Ma per far parte del principiante, devo continuare a sviluppare e svolgere il lavoro quotidiano. Quello che ho visto finora nella mia carriera. Il duro lavoro nel tempo di solito dà risultati, ed è quello che voglio continuare.

– Tutto è diverso

Dopo più di un anno al club genovese, lungo la costa nord occidentale, Thorsby, come tanti altri nel 2020, è stato un po’ diverso.

Prospera: il norvegese prospera in Italia.

Prospera: il norvegese prospera in Italia. Foto: ambasciatore Nudeland

Thorsby e la Sampdoria, come tutti, hanno una stagione introduttiva molto diversa da quella a cui sono abituati. Di solito trascorrono un mese e mezzo insieme dove si allenano, giocano le partite di allenamento e si preparano per la stagione. Quest’anno è molto diverso e l’ex giocatore dello Stabæk dice che presenta molte sfide.

– È stato un anno speciale. Tutto è diverso, soprattutto prima della stagione. Prima una lunga stagione, tre mesi di pausa dalle partite, tante partite quest’estate, vacanze più brevi e ora partite senza prove. È dura.

Tuttavia, il ragazzo Heming non vede l’ora.

Alla fine, è solo calcio, quindi devi solo concentrarti su ciò che puoi fare. Si tratta di essere i migliori nell’adattarsi, e se siamo abili può ripagare.

Importante per una buona vita fuori dal calcio

Da calciatore, la vita quotidiana è piena di allenamenti, partite, incontri e preparativi. Per il calciatore Thorsby è importante anche che conduca una buona vita fuori dal campo.

Il calcio è il mio lavoro e la cosa più importante, ma è assolutamente necessario avere anche una bella vita quotidiana. Un fattore importante è riuscire a dare il meglio di sé. Pertanto, è importante avere un ambiente locale piacevole e non c’è nulla di cui lamentarsi. Qui hai tutto. Cibo delizioso e bel tempo, oltre a persone fantastiche e un ambiente fantastico.

L’esperto di TV 2 non pensa a niente di tutto questo

Thorsby aggiunge che la maggior parte del tempo tra le partite e l’allenamento viene trascorso rilassandosi e ricaricando le batterie.

C’è molto relax tra i combattimenti e tanto leggere, guardare le soap opera e mangiare del buon cibo. Adesso d’estate e d’autunno è anche bello sdraiarsi su un lettino con un buon libro e il Mediterraneo ai piedi.

– È importante che tu ti prenda cura

Allo stesso tempo, il norvegese ha giocato per un posto fisso nella squadra, ha imparato l’italiano fluentemente.

– Sto sperimentando che apprezzano molto che ho imparato la lingua. Ho notato la stessa cosa quando ho suonato in Olanda. Dimostra che vuoi integrarti. Per i tifosi è importante che ti preoccupi del club e non solo di un visitatore.

Il norvegese ama giocare per i tifosi italiani e dice che ci sono molte emozioni in gioco.

La cultura degli stand qui è incredibilmente forte. Il calcio è senza dubbio lo sport più grande. C’è grande entusiasmo tra le masse. Ti senti come se fossi in un paese in cui il calcio è la cosa più importante ed è così divertente farne parte.

– Come affronti gli italiani?

Gli italiani sono molto aperti e gentili. C’è un motivo se l’Italia è una destinazione turistica così popolare per noi norvegesi. Hanno un forte attaccamento culturale al loro paese e sono giustamente orgogliosi del loro cibo. Sono molto ansiosi di dimostrarlo, e quindi è bene che tutti visitino l’Italia, pensa il ragazzo Heming.

Voci di calcio: – Il file United è in viaggio verso il Tottenham per 300 milioni di corone

Con così tanti buoni ingredienti tra cui scegliere, cerca di avere una quantità varia di cibo.

– Quando sei solo, ci saranno molti ristoranti, ma cerco di essere bravo anche a cucinare in casa. Se ho ospiti, è bello cucinare insieme.

– Ho imparato la lingua. Hai amici italiani?

– Sì, ho fatto degli amici italiani e una rete. È molto carino e porta più velocemente alla lingua e alla cultura. Avere un ambiente al di fuori del calcio è vantaggioso. Non solo il giocatore di football Thorsby, ma anche il suo amico Morten.

Più di un semplice giocatore di football

Thorsby è stato recentemente descritto come più di un semplice calciatore. Dopo che il norvegese ha raccolto la spazzatura nella sua nuova città natale, Genova, è stato più del giornale locale a catturare l’attenzione del giocatore della Sampdoria in fiamme. Un mese fa, Thorsby è stato invitato dal ministro del clima italiano per parlare della sua fondazione “We Play Green”.

L’attivista per il clima parla con entusiasmo dell’obiettivo della fondazione.

La Fondazione vuole ispirare e coinvolgere l’intero mondo del calcio. Il nostro pensiero è di convincere giocatori e club a prenderlo sul serio e mostrare ai tifosi l’importanza. Quindi creerai un impegno che può diffondersi ai fan e al resto del mondo.

Thorsby impressiona la stella dell’Arsenal: – Può parlargli per ore

Il giocatore della nazionale, che era strettamente legato alla partita con la Serbia dell’8 ottobre, ha anche visitato la trasmissione audio del giocatore dell’Arsenal Hector Bellerin; Più recentemente. Il podcast parla di giocatori di calcio che sono “più di” un giocatore di calcio. Qui il norvegese parla del suo impegno ambientale e dell’incontro con il ministro del clima italiano Sergio Costa. Pelerin si interessa allo sviluppo sostenibile e ammira gli sforzi del ragazzo Heming per l’ambiente.

combattere il razzismo

Il razzismo è un altro grave problema della società del pianeta. Era un grosso problema, soprattutto nel calcio italiano. L’ex Stabæk è chiaro sull’argomento.

– Nel 2020 non avrebbe dovuto essere un problema, ma purtroppo lo è ancora. Non ho mai sentito o vissuto personalmente nulla di simile, ma sono stato coinvolto in tutto ciò che è successo. È importante difenderlo. Come la lotta al clima, l’uguaglianza di genere e il razzismo sono questioni importanti. Sostengo i giocatori e i club che hanno giocato queste partite.

READ  Lasse Matberg rivela un importante cambiamento di vita: