Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il gioco Danpei Choi |  Danbi Choi non ha paura dell'impronta di celebrità: – Fa parte dell'essere sotto gli occhi del pubblico

Il gioco Danpei Choi | Danbi Choi non ha paura dell'impronta di celebrità: – Fa parte dell'essere sotto gli occhi del pubblico

Venerdì il caporedattore del quotidiano culturale Subjekt, Danby Choi (30), farà il suo debutto come partecipante al reality nel nuovo grande progetto di TV 2 “Spillet”.

Choi è noto per coinvolgere il pubblico norvegese in dibattiti sulla libertà di espressione e, come critico di ciò che definisce “wokeness”, cancella la cultura e la politica dell’identità.

Leggi anche: Danbi Choi risponde alle voci sulla prigione: – Potrebbe ammettere che c'è qualcosa

Non sorprende quindi che il caporedattore si distingua come il giocatore più duro tra le dodici celebrità concorrenti nel primo episodio.

– È stato molto divertente partecipare. Lo guardo con molto piacere, e devo esaminare alcuni aspetti di me che non mi è permesso utilizzare nella vita. Quindi ho pensato che fosse davvero divertente”, dice Choi a NetVision.

Giocatore spietato

Dopo che i partecipanti hanno appena il tempo di salutarsi, il gioco inizia rapidamente. La loro prima missione è eliminare il giocatore.

Dopo una breve discussione sulla votazione in bianco, il gruppo ha deciso di farlo. Ma Choi viola l'accordo e vota da solo, eliminando il primo uomo.

– Penso che quando vado a giocare, penso che sia molto strano che al primo dilemma decidano di votare la scheda bianca. “Penso che sia una decisione completamente stupida, dà al compagno troppo potere”, dice Choi.

Inoltre, Choi ritiene che non ci si possa arrabbiare per il fatto che un partecipante debba tornare a casa se tu stesso hai votato in bianco.

-Non conoscevo nessuna di queste celebrità prima. Questo ha reso il mio piano, che era quello di ingannare le celebrità norvegesi in prima serata, molto più facile da gestire, dice Choi.

READ  Herman Flesvig recita nella commedia di gruppo di Madcon-Yosef - VG

– È un po' come in una democrazia, non puoi arrabbiarti perché le autorità hanno potere se non voti. Conferma che ho la coscienza molto pulita riguardo alle scelte che ho fatto lì.

Nel personaggio

Per Choi, è importante chiarire che sta giocando e sostiene di essere un “vero partecipante alla realtà”. Sottolinea che le scelte che fa nel “gioco” non corrispondono necessariamente al modo in cui si comporterebbe nella realtà.

– I partecipanti ai reality show spesso dicono che devono essere se stessi al 110%. Ho deciso subito che sarei stato me stesso meno il 110%. Dopotutto, sono lì a mentire a tutti in faccia.

-Penso che faccia parte del gioco. Mantenere i segreti e giocare in squadre di più persone è parte del gioco, credo, e poi ci dovrebbero essere un po' di pugnalate alle spalle”, ha spiegato.

Il caporedattore spera che chiunque guardi lo spettacolo capisca che si tratta di un personaggio che ha scelto di interpretare, che lo fa per il bene del pubblico e ha l'intenzione di fare una buona televisione.

– Il punto è che devo essere un personaggio che possa piacere al pubblico. “Ecco perché lo faccio anch'io”, dice.

– Non provarlo a casa

Danpei consiglia a Choi di non imparare dalle sue tattiche all'interno del “gioco”.

– Non penso davvero che andrai molto lontano nella vita se continui ad andare avanti nello stesso modo in cui faccio io all'interno del “gioco”. Non provarlo a casa!

Leggi anche: Danpei Choi ritiene che gli editori “deboli” dovrebbero essere più audaci: – Dobbiamo assolutamente sopportarlo

Tra le altre cose, parla di usare trucchi sporchi per spodestare i suoi rivali.

READ  Benedict Adrian è onesto nei momenti difficili:

– Ecco, sono un duro. Molto bene, ovviamente, ma ovviamente con il rischio enorme che più tardi mi morda il culo. Mi piace essere messo alla prova, quindi è stato un po' divertente testare quanto tempo avrei potuto resistere in un gioco “ad alto rischio, alta ricompensa”. Molti potrebbero rimanere sorpresi!

Non aver paura di una reputazione offuscata

Come accennato, Choi è un noto dibattitore sociale e si presenta diligentemente in abiti su misura a qualsiasi dibattito sulla cultura.

Quando gli è stato chiesto se temesse che essere etichettato come una celebrità del reality avrebbe indebolito la sua credibilità e reputazione, ha risposto come segue:

– No, penso che come personaggio mediatico avrò solo un'esperienza più ricca e penso che sia solo una buona cosa. Naturalmente le persone possono dire quello che vogliono se questo mina la mia credibilità. Ma non credo. Dice e continua:

-Ci sono molte celebrità dei reality che lavorano anche come redattori. Quindi penso che faccia parte dell'essere un personaggio pubblico.

Secondo Choi, la maggior parte delle reazioni alla sua partecipazione sono state positive. Tranne un paio di amici che erano un po' preoccupati.

-Ho fatto un controllo della temperatura a tutti i miei amici e ho chiesto loro se potevo parteciparvi. C’erano molte persone che pensavano che fossi una figura importante e con i piedi per terra nei media, e questo rendeva il mio profilo pubblico un po’ irregolare.

– Ma penso che nel 2024 sia del tutto possibile avere un profilo pubblico diversificato.

Inoltre, Choi spiega che si tratta di comprendere il genere, che desidera evidenziare a livello generale.

READ  "Piranesi" di Susanna Clark - recensioni e consigli

– Che tu sia personale quando sei personale, che consideri l'umorismo e la realtà separatamente, e il giornalismo separatamente, e mostri una comprensione di generi diversi, è qualcosa che mi preoccupa comunque.