lunedì, Luglio 15, 2024

Il mondo sta per rallentare il cambiamento climatico dopo l’incontro sul clima di Biden – NRK Urix – notizie e documentari stranieri

Must read

Silvestro Dellucci
Silvestro Dellucci
"Organizzatore. Fanatico dei social media. Comunicatore generale. Studioso di pancetta. Orgoglioso apripista della cultura pop ".

Se gli Stati Uniti non fossero entrati di nuovo nella politica sul clima, sarebbe stato difficile vedere che il mondo avrebbe potuto raggiungere gli obiettivi stabiliti nell’accordo di Parigi, afferma il ricercatore sul clima di Bjerknes Eystein Jansen.

Durante il vertice sul clima del presidente Joe Biden giovedì, è stato annunciato che gli Stati Uniti stanno aumentando il loro obiettivo sul clima. Entro il 2030, il paese avrebbe dovuto tagliare dal 50 al 52 per cento, rispetto al livello del 2005.

Una recente analisi di Monitoraggio dell’azione per il clima (Gatto(Mostra che il nuovo obiettivo ridurrà il divario di emissioni globali dal 5 al 10 percento entro il 2030.

Il divario di emissioni indica la distanza tra le emissioni effettive e ciò che è necessario per raggiungere l’obiettivo dell’accordo di Parigi di limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi.

Questi sono chiaramente alcuni passi importanti nella giusta direzione e avranno molti impatti positivi, afferma Steffen Kallbekken, capo della ricerca Cicero.

Più di cento paesi non hanno segnalato obiettivi

Ma nonostante gli Stati Uniti abbiano indossato una maglia verde, per ora lo è 106 terra Che deve ancora annunciare obiettivi climatici nuovi e migliorati.

Questo è ciò che gli Stati membri dell’Accordo di Parigi sono vincolati ogni cinque anni: il 2021 è davvero un anno di straordinario.

Anche i grandi emettitori, come Cina, India e Russia, avrebbero dovuto raggiungere obiettivi climatici più severi durante la riunione di Biden. Questo non è avvenuto.

Molti hanno anche criticato gli Stati Uniti perché il nuovo obiettivo climatico non è abbastanza ambizioso, in quanto sono i secondi più emettitori di gas serra al mondo.

Secondo l’analisi CAT, anche un obiettivo climatico statunitense del 57-63% sarebbe coerente con il raggiungimento dell’obiettivo del punteggio di 1,5.

Pensiamo che il leader della ricerca di Cicero, Steffen Kallbekken, non pensi che i nuovi obiettivi climatici degli Stati Uniti siano solo parole vuote.

Foto: Kirsti Haga Honningsøy / NRK

Il Kallbekken di Cicero crede che si tratti di avere aspettative realistiche e afferma che gli Stati Uniti non molto tempo fa si sono ritirati completamente dalla politica internazionale sul clima.

Si potrebbe sempre dire che gli Stati Uniti dovrebbero tagliare di più. Ma se vediamo cosa questo potrebbe significare a lungo termine, questa è un’equazione importante per dove il mondo vuole essere nel 2030, afferma Kalbekin.

Il famoso scienziato del clima Michael Mann dice anche in un’intervista con PBS NewsHour Che gli Stati Uniti stanno ora fornendo un modello importante al mondo.

La cosa positiva è che non abbiamo bisogno di un miracolo per gestirlo. Abbiamo la tecnologia in atto e ora abbiamo la leadership che crede nel cambiamento climatico. La cosa importante che resta, dice Mann, è ora approvare la legislazione sul clima attraverso il Congresso.

Preparativi importanti prima di Glasgow

L’obiettivo di Biden al vertice sul clima era quello di fare pressione su molte nazioni per proporre obiettivi climatici più severi.

Questi obiettivi saranno annunciati ufficialmente al Vertice sul clima di Glasgow questo autunno. Paesi come il Giappone e il Canada hanno aumentato i loro obiettivi giovedì.

Il ricercatore sul clima Eastin Janssen è stato, tra le altre cose, l’autore principale degli ultimi due rapporti del Comitato per il clima delle Nazioni Unite (IPCC).

Rileva che l’iniziativa degli Stati Uniti è una preparazione importante per il vertice sul clima.

Eastin Janssen

Buono prima del bicchiere: il ricercatore sul clima Eystein Jansen del Bjerknes Center ritiene che le pietre importanti siano state ora poste in vista del Vertice sul clima di Glasgow.

Foto: John Bullstad / NRK

Quando molti paesi lo hanno prima di Glasgow, eviti i problemi che spesso si presentano ai picchi, dice Janssen, e continua:

Hanno molte cose da discutere, quindi c’è una maggiore possibilità che i due paesi facciano i conti ora con altre decisioni che saranno importanti per il piano di escalation dell’accordo di Parigi.

Allo stesso tempo, ha sottolineato che sarebbe importante assumere impegni adeguati durante il vertice.

Devono essere affermati impegni più severi rispetto ai vertici precedenti. In caso contrario, gli obiettivi dell’accordo di Parigi sono quasi impossibili. Non c’è ancora una reale indicazione di una diminuzione delle emissioni globali. Quindi resta da vedere se possiamo effettivamente farlo. Quindi Glasgow quest’anno sarà molto importante, dice.


NRK
Lui spiega

Cosa succede a Glasgow?

Vai a

Le regole dell’Accordo di Parigi sono soggette a modifiche

È stata definita una vittoria internazionale quando nel 2015 i paesi delle Nazioni Unite hanno aderito all’accordo di Parigi, che garantirà che il mondo non si scaldi a 1,5 gradi.

Sebbene gli Stati membri abbiano un regolamento a cui aderire, vi è ancora disaccordo su argomenti come la contabilizzazione delle emissioni e meccanismi di mercato volontari.

Come dovrebbe adattarsi il mondo ai cambiamenti climatici?

Come si chiama Adattarsi al clima Diventa un incarico a Glasgow. I paesi dovrebbero concordare obiettivi globali per questo, non ultimo il modo per finanziarlo. Quest’ultimo dovrebbe infiammarsi.

In che modo i ricchi aiuteranno i poveri?

È il paese più grande e più ricco del mondo dietro le più grandi emissioni di gas serra e il cambiamento climatico sta mettendo a dura prova i paesi vulnerabili che lottano per adattarsi.

Pertanto, i paesi che possono coprire le spese e aiutare con i danni climatici nei paesi poveri saranno importanti a Glasgow.

Migliori soluzioni climatiche

I paesi membri prenderanno in considerazione il divario tra gli obiettivi e gli impegni climatici riportati e ciò che è effettivamente necessario per raggiungere l’obiettivo del punteggio di 1,5. Attualmente, questo divario è ampio.

Ottieni di più dalla squadra

Molti attori non statali e altri gruppi mancano di rappresentanza durante i vertici sul clima. Come includerli in modo più ampio deve essere considerato in modo più dettagliato.

Può creare un nuovo mercato di scambio

La Cina è il paese con il maggior numero di emissioni di gas serra al mondo.

Calbekin non è sorpreso dalla mancanza di obiettivi taglienti giovedì, né pensa di dover abbassare la testa sopra questo.

Probabilmente si dirigeranno da soli e non rilasceranno il loro obiettivo alla riunione degli Stati Uniti. Ma gli obiettivi ambiziosi degli Stati Uniti potrebbero influenzare il dibattito interno nel paese, dice, e afferma che potrebbero ridurre i rischi di perdite commerciali e rendere più economico per la Cina perseguire un’ambiziosa politica climatica con gli Stati Uniti nel mercato. .

Vertice sul clima in Cina e negli Stati Uniti

Non raggiungere nuovi obiettivi: anche la Cina ha partecipato allo spazio digitale durante il Biden Climate Summit. Qui con il ministro degli Esteri Ma Zhao Chu.

Foto: Ng Han Guan / AP

Anche la pressione su altri paesi, che non stanno cooperando sul fronte climatico, fa credere che vedremo di più.

Abbiamo visto molto fortemente nel 2015, dopo l’accordo di Parigi, che gli Stati Uniti stavano esercitando forti pressioni su paesi come l’Arabia Saudita e l’India. Probabilmente useranno di nuovo il loro potere politico ed economico, e penso che questo sarà di grande importanza, dice.

Janssen sottolinea anche il dialogo USA-Cina come un fattore positivo.

Questi sono i due paesi più importanti al mondo quando si parla di clima. Aggiunge che ora hanno un dialogo costruttivo, anche se fanno fatica a parlarsi in altre aree.

More articles

Latest article