Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il presidente della FIFA Gianni Infantino – Comprato e pagato

Il presidente della FIFA Gianni Infantino – Comprato e pagato

Commenti interni: Questo è un commento. Il commento esprime la posizione di chi scrive.

Appena Un anno dopo l’accordo tra il leader del calcio e le democrazie occidentali, i pezzi cominciano ad andare al loro posto:

  • Nei prossimi dieci anni il calcio internazionale sarà acquistato e pagato dal regime autoritario dell’Arabia Saudita.

Con un prezzo leggermente superiore Un miliardo di corone all’annoLa compagnia petrolifera del regime, Aramco, diventa lo sponsor principale della FIFA fino ai Mondiali del 2034 in Arabia Saudita.

Nessuno ha mai pagato così tanti soldi per avere un impatto su uno sport. Ma la cosa più interessante è chi paga.

Per molto tempo questa posizione è stata riservata a marchi globali come Adidas, Coca Cola e Hyundai-Kia, ma con la Coppa del Mondo FIFA 2018 si è verificato un cambiamento decisivo. Poi è subentrata la compagnia petrolifera russa Gazprom, di proprietà statale, e così la sponsorizzazione è diventata una grande politica.

Questo Questa connessione ha fatto sì che il calcio non si sia mai separato dalla Russia di Putin, anche durante le brutte rivelazioni sulle frodi antidoping dello stato russo, e il presidente della FIFA Gianni Infantino ha finito per ricevere il più alto riconoscimento nazionale al Cremlino dallo stesso Vladimir Putin.

Solo nei giorni caotici immediatamente successivi all’invasione dell’Ucraina, Infantino subì pressioni affinché bandisse i russi.

E ora è il principe ereditario Mohammed bin Salman. Il sovrano dell’Arabia Saudita che divenne il nuovo migliore amico di Infantino.

IL I due avevano una lunga relazione. Il principale quotidiano New York Times aprire In quel giorno come Infantino lavorava da anni per l’Arabia Saudita.

READ  - La generazione "Happy go lucky" non è più - E24

Nell’autunno del 2018, ha tentato di approvare la proposta saudita di organizzare la Coppa del Mondo FIFA ogni due anni, ma è stato costretto a rinunciare dopo le forti proteste del resto dello sport.

I tre re del calcio: il principe ereditario Mohammed bin Salman, il presidente della FIFA Gianni Infantino e il presidente Vladimir Putin si sono incontrati sul podio d’onore durante la Coppa del Mondo FIFA 2018. Da allora, il presidente della FIFA è stato comprato e pagato da regimi autoritari. (Foto: Alexei Nikolsky, Sputnik, foto della piscina del Cremlino tramite AP)
Mostra di più

Due anni dopo, anche le cose andarono male. Durante una visita dell’allora primo ministro italiano Giuseppe Conte, Infantino suggerì segretamente che l’Italia ospitasse la Coppa del Mondo con Arabia Saudita ed Egitto. Pertanto il torneo del 2030 doveva essere un’innovazione ospitando partite in tre parti del mondo.

Ma quello era con il carro armato.

Nella gola dell'Europa

Nella gola dell’Europa


SU Ancora una volta il presidente della FIFA, che era cinico, non è stato abbastanza misurato. Ha trascurato il rapporto teso dell’Italia con l’Egitto dopo un possibile omicidio L’operazione è stata effettuata dalle forze di sicurezza egiziane.

Il dottorando Giulio Regeni, 28 anni, è stato ritrovato quattro anni fa in un fosso con Chiari segni di tortura. Regeni condusse una ricerca al Cairo sui sindacati egiziani e scrisse articoli critici sulle violazioni commesse dalle autorità nazionali contro i lavoratori che osavano organizzarsi.

Nel 2020, la questione era ancora così scottante in Italia che Infantino ricevette un rapido rifiuto della sua proposta per la Coppa del Mondo. Oltre all’omicidio di Jamal Khashoggi in Arabia Saudita, Arabia Saudita ed Egitto erano partner con cui gli italiani non volevano giocare a calcio.

Colpo di stato nel calcio

Colpo di stato nel calcio


Poco Successivamente, è arrivata la collaborazione a sorpresa tra Marocco, Portogallo e Spagna ai Mondiali del 2030. Ciò sembrava aver fermato la coppia sempre più stretta Gianni Infantino/Mohammed bin Salman, ma il presidente della FIFA ora si è sentito abbastanza forte da agire direttamente:

  • Con le modifiche alle regole e i risultati controproducenti, l’Arabia Saudita fu improvvisamente nominata organizzatrice della Coppa del Mondo del 1934 con un mese di anticipo; Cioè, 11 anni prima che si tenesse il torneo.

Lungo la strada, il sempre più autoritario Infantino fece sì che i potenziali rivali sparissero. Ha ampliato la cooperazione per la Coppa del Mondo 2030 tra Marocco e Unione Europea, Portogallo/Spagna, con Argentina, Uruguay e Paraguay. In questo modo, quattro anni dopo, il Sud America non era più rilevante per un nuovo torneo.

Quindi spingere l’Australia a Ritirare la loro richiesta Per ospitare la conferenza nel 2034.

Putin è l'amico più misterioso

Putin è l’amico più misterioso


All’improvviso Il mondo del calcio ha visto svolgersi lo stesso gioco di potere Raid della polizia nel quartier generale della FIFA nel 2015; Lo scandalo che fece cadere Sepp Blatter e diede a Gianni Infantino le chiavi del sempre allettante forziere del calcio:

La cosa sorprendente è che questa è la nuova FIFA. Adesso, in pratica, si torna al vecchio sistema di usare il bagno come ricompensa, Lui dice Il famoso giurista portoghese Miguel Maduro; Una volta era a capo delle riforme etiche che Infantino aveva promesso di attuare nel calcio internazionale.

Che ormai assomiglia sempre più a una scrittura sulla sabbia.

Adesso lo prendono

Adesso lo prendono


Gianni Infantino D’altro canto, è in procinto di consolidare la propria base di potere. Il sostegno finanziario a lungo termine da parte dell’Arabia Saudita gli offre quasi un’assicurazione sulla vita contro i critici delle democrazie occidentali.

L’anno scorso sembrava che Infantino avrebbe subito pressioni da parte delle autorità europee per moderarsi, ma ha ricevuto il sostegno di un altro regime autoritario.

Se lo stretto rapporto con Vladimir Putin è diventato così insignificante nel mezzo della barbara guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina, lo stretto rapporto con l’Arabia Saudita diventa notevolmente meno problematico.

E molto più redditizio.

Fuochi sciolti

Fuochi sciolti


A Non è facile immaginare come il principe ereditario Mohammed bin Salman sfrutterà la sua nuova posizione di potere nel calcio internazionale. Un leader autoritario lo fa in parte Grande modernizzazione sociale Nel suo paese d’origine, potrebbe effettivamente essere più cauto nell’usare la sua influenza di quanto temono molti tifosi di calcio.

Recentemente in FIFA abbiamo scelto Fermare In collaborazione con l’ufficio turistico locale »Visita l’Arabia Saudita » A causa delle proteste dei giocatori prima della Coppa del Mondo femminile in Australia/Nuova Zelanda. Le stelle del calcio ritenevano che lo status delle donne in Arabia Saudita rendesse il paese irrilevante come sponsor principale del torneo:

Tempesta in una tazza da tè, Di nome Quelle proteste Infantino, sostenendo che le proteste equivalevano a un doppio standard per quanto riguarda il commercio dell’Australia con l’Arabia Saudita.

Tuttavia, si arrese.

È un altro segno che giocatori e tifosi vogliono ancora il potere nel calcio, anche se il presidente della FIFA, come i suoi predecessori, è stato comprato e pagato.