Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il video di “Doomsday Fish” fa paura

Un gruppo di pescatori messicani sta diventando virale dopo aver pubblicato un video della loro nuova cattura su Twitter. Nel video si vede un lungo pesce grigio-argenteo con una pinna dorsale rosso fuoco che sguazza e ansima su un camion, mentre i pescatori ridono in sottofondo.

Ma per molti, questo non è motivo di ridere.

Il pesce nel video è un’aringa reale e in Giappone è stato chiamato “The Messenger from the Dragon Palace of the Sea God”. Secondo i miti giapponesi Vedere questo pesce sulla superficie del mare è un segno che sta per verificarsi un terremoto?

nel campo dei commenti Durante il video molte persone hanno espresso la loro forte insoddisfazione per la scoperta di questo “messaggero”.

– Non devi credermi, ma questo pesce in Cile è un segno di qualcosa di terribile

– Moriremo!

prevenzione delle catastrofi

Tuttavia, molti ricercatori non sono d’accordo con la leggendaria proposta.

Secondo il quotidiano Guardian Ricercatori universitari in Giappone affermano di aver sfatato questo mito confrontando le osservazioni e le foto dei re delle aringhe con i terremoti documentati negli ultimi 90 anni.

– Yoshiaki Origara, ricercatore della Tokai University in Giappone, ha detto al giornale: – Abbiamo pensato che sarebbe stato possibile prevenire i disastri se avessimo potuto vedere una connessione.

Questi confronti non hanno mostrato alcuna relazione tra terremoti e avvistamenti di re delle aringhe.

Una parte importante dell’oceano

Il biologo marino e capo del team degli oceani del WWF World Wide Fund for Nature, Friedrich Mayer, ha detto a Dagbladet che non pensa che anche il re delle aringhe stia segnalando un imminente disastro naturale.

READ  La peggiore ondata di caldo finora

– Forse i disastri naturali non sono da biasimare, anzi. È una parte importante dell’oceano e deve essere curata come tutti gli altri animali selvatici.

Il mare: il biologo marino Frederick Mayer ritiene che sia necessario acquisire maggiori conoscenze sulla vita marina in atto.  Foto: Geir Barstein/WWF

Il mare: il biologo marino Frederick Mayer ritiene che sia necessario acquisire maggiori conoscenze sulla vita marina in atto. Foto: Geir Barstein/WWF
Mostra di più

Myhre dice che noi umani in realtà sappiamo molto poco di questo pesce, ed è più una prova di quanto poco sappiamo del mare, piuttosto che un terremoto è in arrivo.

Questa è una testimonianza di quanto sia importante acquisire maggiori conoscenze sull’oceano ed è fondamentale per quasi tutti gli animali e le piante del nostro pianeta, compresi noi umani.