Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Impulso, Festspilene |  Trasformare Torkalmenningen in una piazza italiana

Impulso, Festspilene | Trasformare Torkalmenningen in una piazza italiana

Sarà un piacere quando Torgallmenningen verrà ribattezzato “Festallmenningen” per il terzo anno consecutivo.

Quando Festspielen prenderà il controllo della città dal 22 maggio al 5 giugno, Hagen vuole che il cemento grigio fiorisca di vita, vegetazione lussureggiante ed eventi aperti a tutti.

– Dovrebbe essere un luogo di incontro, qualcosa che significhi qualcosa per le persone, un luogo italiano”» e la sfera sociale che dà vita alla città. Le persone hanno bisogno di identificarsi sia sul palco che davanti.

Mega mano

I dinosauri ci hanno già visitato. Anche quest'anno in città appare qualcosa di estrema destra e un po' insolito.

Quella è una mano di burattino alta cinque metri. È l'installazione Titeretú che invita il pubblico con cinque diverse installazioni. Uno di questi è tirare i fili e controllare tu stesso la mano gigante.

Per gestirlo, è necessario utilizzare tutto il corpo mettendo alla prova l'equilibrio e la coordinazione.

– C'è di tutto, dai gruppi teatrali puramente locali ai gruppi teatrali internazionali come la Mohlenbriss School Orchestra che suona Rasika. Per un concerto con il musicista del festival Rocknhild Hemsing, gruppi teatrali e una giornata di cibo dagli angoli del mondo con cuochi casalinghi e Godfrey Manokaran.

Anche se ci sono molti grandi nomi, grandi show e grandi mani, dice che il suo cuore batte anche per eventi più piccoli.

– davvero unico a Bergen, locale, unico e intimo, come un collegamento alle case del compositore. Scopriamo voci dimenticate come quelle dei compositori Inger Bang Lund e Borghilt Homsen, che oggi vengono suonate raramente ma meritano di essere portate alla luce.

Tutto canta

Hagen ha fatto il suo debutto alla regia artistica lo scorso anno. Forse l'evento che più ha attirato l'attenzione dell'evento è stata la cerimonia di apertura, durante la quale una lunga passerella gialla ha presentato 150 storie di persone comuni.

READ  Donna italiana nel team di lubrificazione norvegese:

– Mescolando materiale tradizionale e nuovo, siamo riusciti a coinvolgere coloro che erano già interessati e a risvegliare gli altri.

Continuare a leggere

Qui si incontrano per un appuntamento sul palco: – Sarà una bella storia

Continuare a leggere

Pace ai Bergenserani neri di pioggia e lacrime

Come direttore artistico, il suo obiettivo è che il festival si reinventi anno dopo anno. Parte della missione è raggiungere i giovani e sempre più persone.

L'anno scorso c'erano lacrime. Quest'anno la cerimonia di apertura tornerà a un modello più tradizionale.

Ci saranno elementi ispirati al classico “Beer Gint” di Henrik Ibsen e alla musica originale di Edvard Krieg e “L'ottavo di Mahler”, che richiederà diverse centinaia di musicisti, rivela, aggiungendo:

– e cantare, ovviamente.

Non disturbare

– Ma ai festival vanno ancora soprattutto gli anziani, giusto?

– Molte persone scoprono che l'infanzia finisce quando raggiungono i cinquanta e possono dedicare più tempo alle cose. Diplomaticamente dice che coloro che lo vogliono non dovrebbero essere ignorati.

L'anno scorso, secondo Hagen, è stato venduto più dell'80% dei biglietti, stabilendo un record. È un periodo costoso quest'anno, ma Hagen crede che la gente adorerà il Festspillene e dice che “Peer Gynt” è già esaurito.

Continuare a leggere

Vita pubblica frenetica nel centro della città: – Fantastico!

Continuare a leggere

La famiglia reale abbandonò le Festspilene