sabato, Luglio 13, 2024

Jet privato, negozio Jonas Jarre | Jonas Gahr Sture ha preso un aereo privato per partecipare a una conferenza di pace in Svizzera: ecco quanto è costato il volo

Must read

Silvestro Dellucci
Silvestro Dellucci
"Organizzatore. Fanatico dei social media. Comunicatore generale. Studioso di pancetta. Orgoglioso apripista della cultura pop ".

Il primo ministro Jonas Gahr Sture (AFP) è salito su un aereo privato per partecipare a una conferenza di pace in Svizzera a metà giugno.

Il futuro dell’Ucraina è stato il tema al quale hanno partecipato i rappresentanti di 91 paesi alla conferenza di pace organizzata dalle autorità svizzere.

Storr ha definito la conferenza “un incontro straordinario in un momento molto importante”.

La conferenza si è tenuta presso il lussuoso Hotel Bürgenstock a Lucerna. La partecipazione della Norvegia è costata ai contribuenti norvegesi poco meno di mezzo milione di corone.

Il primo ministro e la delegazione norvegese hanno preso un aereo privato dall’aeroporto di Oslo a Zurigo. Il costo dell’aereo privato è di 402.107 NOKl’Ufficio del Primo Ministro (SMK) informa Nettavisen.

Sture e la delegazione hanno chiesto alle autorità svizzere di coprire il viaggio da Zurigo a Lucerna, ma hanno dovuto pagare loro stessi il trasporto dei bagagli (che secondo SMK sono stati trasportati con un’auto a noleggio per circa 10’000 corone norvegesi).

– La necessità di utilizzare un aereo privato

La SMK precisa che uno dei giornalisti del VG ha viaggiato con il Primo Ministro su un aereo privato, per cui al giornale viene fatturato il costo di un normale biglietto aereo (andata e ritorno).

Oltre al giornalista VG, sull’aereo privato viaggiavano otto passeggeri.

SMK giustifica la scelta dell’aereo privato come segue:

-Di norma, il Primo Ministro effettua voli di linea. Gli aerei charter vengono utilizzati solo in casi particolari e quando necessario, dopo una valutazione approfondita, afferma Anne-Kristin Hughes, direttrice della comunicazione della SMK, in una dichiarazione a Nettavisen.

READ  - Le cose cominciano ad andare in pezzi - VG

– In questo caso, a causa degli accordi e degli altri obblighi del Primo Ministro, per attuare il programma in modo rapido ed efficiente è stato necessario utilizzare un aereo charter, afferma Hajoksi.

Leggi anche: È orgoglioso della sostenibilità: – Vola con un aereo privato a Marbella

La delegazione del primo ministro alla conferenza di pace in Svizzera era composta da dieci persone, otto delle quali hanno volato con un aereo privato:

  • Il primo ministro Storr
  • Tre dipendenti della SMK
  • Un dipendente del Ministero degli Affari Esteri
  • Ambasciatori norvegesi a Kiev, Ucraina e Berna, Svizzera
  • Autista dell’ambasciata a Berna
  • Due guardie del corpo del Servizio di Sicurezza della Polizia (PST)

Nettavisen ha già esaminato l’utilizzo dei jet privati ​​da parte del primo ministro Støre. Durante il suo primo anno e mezzo come Primo Ministro, Storr ha utilizzato un jet privato sette volte, dall’ottobre 2021 all’aprile 2023, al costo di 3,1 milioni di corone norvegesi.

In confronto, il suo predecessore Erna Solberg (H) ha speso 4,6 milioni di corone norvegesi in jet privati ​​durante il suo primo anno e mezzo come primo ministro (da ottobre 2013 ad aprile 2015).

Secondo la Campagna europea per il clima, i jet privati ​​hanno un livello di emissioni per passeggero molto più elevato rispetto a qualsiasi altra forma di trasporto Trasporti e ambiente.

  • Ogni passeggero di un aereo privato inquina dalle 5 alle 14 volte di più di un passeggero di un volo di linea.
  • I passeggeri degli aerei privati ​​inquinano l’ambiente 50 volte di più dei passeggeri dei treni.
  • Alcuni aerei privati ​​emettono due tonnellate di anidride carbonica all’ora.
  • L’impronta carbonica media annua di un cittadino dell’UE nel 2019 è stata di 6,8 tonnellate di emissioni di CO2.
READ  Il Kygo Festival ha perso il permesso

7000 per una notte in un hotel di lusso

La SMK copre il conto dell’albergo di cinque membri della delegazione svizzero-norvegese. SMK dice che gli altri cinque hanno fatto ritirare i conti dell’hotel dall’organizzatore.

I partecipanti norvegesi hanno trascorso una notte in un hotel al prezzo stimato di 35.000 NOK per cinque partecipanti norvegesi, che equivale a Il prezzo unitario è di 7.000 NOK a notte in hotel.

Leggi anche: Støre ha speso milioni in jet privati

Il presidente francese Emmanuel Macron, il primo ministro britannico Rishi Sunak e il vicepresidente americano Kamala Harris sono stati tra i partecipanti più importanti alla conferenza.

Biden brilla in sua assenza

L’assenza del presidente americano Joe Biden era evidente. Lo stesso hanno fatto il presidente russo Vladimir Putin, l’aggressore nella guerra in Ucraina, e il presidente cinese Xi Jinping.

La maggior parte dei paesi, 82 paesi, hanno firmato una dichiarazione finale di routine l’ultimo giorno del vertice di pace.

La dichiarazione finale ha sottolineato la necessità del dialogo e dell’integrità territoriale dell’Ucraina.

Tuttavia, un gruppo di paesi ha rifiutato di firmare la dichiarazione finale: India, Messico, Arabia Saudita, Sud Africa, Tailandia, Indonesia ed Emirati Arabi Uniti.

I paesi non occidentali sopra menzionati hanno citato l’assenza della Russia dalla conferenza o la presenza di Israele come ragioni per non firmare la dichiarazione.

Molta sicurezza

Le sfide alla sicurezza erano enormi quando più di 50 capi di Stato e di governo avrebbero dovuto partecipare alla conferenza di pace in Svizzera a metà giugno.

Le autorità svizzere hanno schierato più di 4000 soldati per garantire la sicurezza.

Il lussuoso Bürgenstock Hotel è situato su una vetta isolata, il che di per sé contribuisce ad aumentare la sicurezza.

READ  Rapporto: ostriche e calamari sentono il dolore - non dovrebbero essere cotti vivi

Intorno all’area furono eretti diversi chilometri di filo spinato.

More articles

Latest article