Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La NASA è riuscita in un ambizioso viaggio su Marte

Nel primo pomeriggio di lunedì, la NASA ha ricevuto segnali che confermano che il suo primo volo su Marte utilizzando il drone è stato un successo.

Dopo una settimana di ritardo, lunedì mattina il piccolo elicottero è decollato dal Pianeta Rosso. Poi ci sono state alcune ore di attesa prima che la NASA ricevesse suggerimenti su come stava andando. La conferma finale di un volo riuscito è arrivata poco prima delle 13:00 NST.

118 anni dopo il primo volo riuscito sul nostro pianeta, un’astronave artificiale ha sorvolato per la prima volta un altro pianeta.

Ora possiamo dire che gli esseri umani hanno pilotato un veicolo spaziale a rotore su un altro pianeta. Ogni scienziato ottiene un solo primo volo, afferma Mimi Ong, Project Manager di Ingenuity.

Programmatore per volare da solo

Poiché la trasmissione dei segnali tra la Terra e Marte impiega molto tempo, il breve volo è pre-programmato. La destrezza era diretta a decollare e salire per circa sei secondi e quindi mantenere l’altitudine e girare prima di atterrare di nuovo.

L’atmosfera su Marte è così sottile che corrisponde all’1% dell’atmosfera qui sulla Terra, quindi era importante rendere il drone il più leggero possibile, in modo che avesse la possibilità di raggiungere “l’aria”. La creatività pesa 1,8 chilogrammi.

Leggi anche

Un drone della NASA è riuscito a prendere il controllo della prima notte da solo sulla fredda superficie di Marte

Dopo il volo, i dati sono stati inviati a terra da un piccolo elicottero senza pilota al veicolo Perseverance, ecc. La perseveranza ha portato la creatività con sé su Marte, dove sono sbarcati il ​​18 febbraio. Successivamente, il drone è stato posizionato sulla superficie del Pianeta Rosso. Lì la creatività doveva difendersi durante le oscure e fredde notti di Marte con la potenza dei pannelli solari.

READ  Fino a 25 morti in un'operazione antidroga in Brasile - NRK Urix - notizie e documentari stranieri

Lunedì, la NASA ha ricevuto la conferma che il suo primo volo pianificato su Marte ha avuto successo. Questa immagine è un’illustrazione. Foto: Illustrazione: NASa / JPL-Caltech / AP / NTB

ritardo

In effetti, il primo volo su Marte avrebbe dovuto avvenire otto giorni prima, ma quando i rotori sono stati testati, è emerso un problema software che doveva essere risolto prima.

Il compito della creatività questa volta è semplicemente quello di scoprire se la tecnologia funziona ed è fattibile volare. Il drone non contribuirà alla missione scientifica della perseveranza, ma se il volo avrà successo, aprirà nuove possibilità in futuro. La speranza è che i droni possano arrivare in luoghi dove non possono essere guidati, così come il fatto che possano muoversi più velocemente di un veicolo di superficie.

Successo

L’unico criterio di successo per noi è se possiamo volare su Marte per la prima volta nella storia, ha detto l’anno scorso Harvard Vier Grip a NTB. Il norvegese lavora al Jet Propulsion Laboratory della NASA e al California Institute of Technology di Pasadena, Los Angeles, ed è una componente chiave del progetto di innovazione.

Vede diversi modi in cui la creatività può essere utilizzata nell’esplorazione di Marte.

Si può, tra le altre cose, iniziare a utilizzare gli elicotteri per esplorare le aree delle navi terrestri che necessitano di informazioni su dove guidare e scoprire quali sono le aree più interessanti da studiare. Si tratta di vedere possibilità e aprire nuove porte, ha detto.