lunedì, Luglio 22, 2024

La Norvegia sta lavorando per liberare i bambini ucraini rapiti

Must read

Silvestro Dellucci
Silvestro Dellucci
"Organizzatore. Fanatico dei social media. Comunicatore generale. Studioso di pancetta. Orgoglioso apripista della cultura pop ".

Atterraggio: Jonas Gahr Sture sale sull’aereo diretto in Svizzera per un vertice sulla guerra in Ucraina. Foto: VG

– Un argomento molto difficile, dice il primo ministro Jonas Gahr Sture riguardo al lavoro che la Norvegia sta portando avanti con Canada e Qatar.

Sabato pomeriggio alle 15 l’elicottero con a bordo il primo ministro Jonas Gahr Sture è atterrato nel prestigioso Hotel Bürgenstock vicino al Vierwaldstätter See in Svizzera.

Questo fine settimana l’hotel sarà un luogo di ritrovo per un totale di 92 paesi che hanno accettato l’invito del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj a discutere il percorso verso la pace nel paese devastato dalla guerra.

Il vertice si terrà qui a Bürgenstock sul Lago dei Quattro Cantoni in Svizzera. Fotografia: Fabrice Cofrini/Agenzia France-Presse

Il vertice avrebbe dovuto celebrare il 500° anniversario della guerra e, si spera, rappresentare un punto di svolta verso la pace.

Ma come sul campo di battaglia in Ucraina, anche la conferenza in Svizzera non è andata come previsto dal presidente ucraino: l’incontro è stato rinviato cinque volte, secondo l’Economist. Questo fine settimana celebriamo l’843° e l’844° giorno della guerra in Ucraina.

Store con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e la presidente federale svizzera Viola Amherd che danno il benvenuto al vertice. Foto: Alessandro Della Valle/Piscina/EPA

Un recente sondaggio mostra che, secondo il community monitor di Opinion, la convinzione che l’Ucraina vincerà la guerra contro la Russia si è ormai indebolita tra la popolazione norvegese.

La percentuale di coloro che credono nella vittoria dell’Ucraina si è dimezzata nell’ultimo anno.

Quasi un norvegese su quattro crede che gli ucraini vinceranno la guerra. In media, i norvegesi credono ora che la guerra continuerà per circa altri quattro anni.

READ  Un nuovo omicidio legato a un potenziale serial killer - VG

I soccorritori aiutano un uomo ferito dopo l’attacco russo a Kharkiv il 10 giugno. Foto: Evgenij Maloletka/AP

Questo fine settimana Støre è pronto ad aumentare l’orario di lavoro per aiutare l’Ucraina.

– Sinceramente hai cambiato anche il tuo punto di vista su quanto durerà questa guerra? si chiede il primo ministro VG Støre prima di atterrare nella casa di montagna svizzera.

– Sono uno di quelli che hanno già criticato i concetti di vittoria e sconfitta. La guerra è davvero una perdita per tutti. Dice: Perché la distruzione è così grande e le conseguenze sono di lunga durata.

Storr ci ricorda che la storia contiene poche guerre che si sono concluse con una vittoria completa. Sottolinea che ora esiste “una lunga linea del fronte, che, in generale, è stata abbastanza stabile nell’ultimo anno”.

– Penso che i norvegesi che dicono che ciò potrebbe continuare… purtroppo potrebbero avere ragione, dice Støre a VG.

All’apertura del vertice è intervenuto il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj. Fotografia: Michael Buholzer/AP

“Oggi è il giorno in cui il mondo si avvicina un po’ di più alla pace”, ha detto Zelenskyj con una voce più dura del solito quando ha aperto il vertice sabato alle 18.

Accanto al presidente ucraino, sulla piattaforma del Bürgenstock c’erano capi di Stato e di governo provenienti da tutto il mondo. Tuttavia, alcuni stati centrali brillano per la loro assenza. La Cina è assente. La Turchia non invierà il comandante in capo, così come gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita. La Russia non è invitata.

Gli alti dirigenti dei paesi partecipanti discuteranno tre punti del piano di pace in dieci punti dell’Ucraina sabato sera e domenica mattina. Eccoli:

  • La sicurezza alimentare
  • Sicurezza nucleare
  • Rilasciare i prigionieri di guerra, i civili rapiti e i bambini ucraini rapiti.

La Norvegia si è assunta una responsabilità particolare riguardo alle ultime due questioni.

In collaborazione con il Canada, la Norvegia guida un gruppo di lavoro che comprende prigionieri civili, prigionieri di guerra e È stato deportato bambini.

Sabato gli ucraini hanno manifestato a Lucerna chiedendo il ritorno dei prigionieri di guerra russi. Foto: Walter Perry/EPA/NTB

Le autorità ucraine hanno accusato i russi di aver rapito quasi 20.000 bambini nelle zone orientali e meridionali dell’Ucraina.

Storr dice che il lavoro a cui partecipa la Norvegia per recuperare i bambini rapiti richiede un grande sforzo.

– C’è ancora molto lavoro da fare qui. Lo scambio di prigionieri di guerra è ciò che avviene più spesso. Perché qui i due partiti hanno qualcosa da scambiarsi, come dice Storr, e prosegue:

Gli ucraini hanno prigionieri di guerra che possono scambiare, ma non hanno bambini russi o civili russi. Si tratta quindi di un argomento molto difficile, ed è una delle cose di cui dobbiamo parlare e alla quale la Norvegia presterà particolare attenzione durante l’incontro.

Il primo ministro canadese Justin Trudeau saluta Zelenskyj prima del vertice. Fotografia: Alessandro Della Valle/Reuters/NTB

Per poter rimpatriare con successo gli ucraini rapiti, la chiave è proprio la cooperazione internazionale, simile a quella fatta al vertice di questo fine settimana, ha detto Sture al VG.

– Una delle sfide è identificare i contatti che hai in Russia per identificare le persone negli elenchi dei nomi e i collegamenti con i parenti a casa. Ora ci sono restrizioni sulla maggior parte dell’Europa, poiché ci sono pochissime comunicazioni con la Russia. Ma ci sono altri paesi che hanno canali più aperti di quelli che abbiamo noi adesso. Quindi, quando lavoreremo qui in Svizzera, Canada, Qatar e Norvegia lavoreranno insieme.

READ  Quiz su UiT: trova la "risposta" al quiz su Canvas

N. 101: In Svizzera sono presenti il ​​primo ministro norvegese Jonas Gahr Sture e un centinaio di capi di governo, capi di Stato e rappresentanti dell’Unione europea e delle Nazioni Unite.

Per Storey, l’843° giorno della guerra in Ucraina offre l’opportunità di garantire un futuro migliore a tutta l’Europa.

Dice che anche adesso dobbiamo credere che un giorno arriverà, sia dopo la fine delle ostilità, sia con una soluzione pacifica.

– Verrà un futuro in cui dovremo pensare alla cooperazione in Europa, dove tutti i paesi si sentiranno sicuri, dove la Carta delle Nazioni Unite garantisce i confini di tutti i paesi e il loro diritto a decidere del proprio futuro.

Questo lavoro continuerà per molti anni a venire, ha detto il Primo Ministro a VG.

– È necessario iniziare e questo incontro stabilisce alcuni principi importanti che devono essere applicati. Ora devo fare ciò che è giusto secondo il mio orologio.

Ecco come la Norvegia sostiene l’Ucraina

Programma Nansen

Nel quinquennio 2023-2027 la Norvegia sosterrà l’Ucraina Con un valore di 75 miliardi di corone norvegesi durante Programma Nansen. Il sostegno include, tra le altre cose, un sostegno militare su larga scala su diversi fronti per sostenere la lotta difensiva dell’Ucraina. Nel 2023, il sostegno militare norvegese ammontava a circa 10 miliardi di corone norvegesi e nel 2024 si prevede che l’importo raggiungerà i 13,5 miliardi di corone norvegesi.

Nel bilancio nazionale rivisto per il 2024, il governo ha aumentato il sostegno militare all’Ucraina del 6 miliardi di corone norvegesi. Ciò include più difese aeree, armi e munizioni.

Difesa:

Leggi anche: Summit per la pace in Svizzera: – Mosca ha investito eccessivamente nel sabotaggio

More articles

Latest article