Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La ragazza in rosso, Hillbilis, Hagel, Pyari – Dagsavisen

Il Premio Spellemann potrebbe suonare un po’ come “Crash Hazard”, per usare una buona vecchia espressione delle canzoni di Hellbillies. Le discussioni sono state accese sulla premessa del grande spettacolo di quest’anno, con così tanti premi assegnati in anticipo, quasi in segreto. Ci viene detto che l’intenzione è buona e che alla fine tutti avranno ragione. Torneremo a come è andata. Dobbiamo prendere prima il più grande:

Il premio onorario viene assegnato per il lungo e leale servizio nella musica popolare norvegese. Gli Hellbillies soddisfano i requisiti, in quanto uno dei pochi gruppi rock che combina un appeal popolare molto ampio con una credibilità impeccabile. Sono passati 30 anni da quando la band ha debuttato con l’album “Sylvspente boots”. Da allora, hanno pubblicato un gran numero di dischi e hanno girato più terra e spiaggia della maggior parte degli altri. Il gruppo ha già ricevuto due Spellemann Awards nella categoria statale e nel 2007 ha ricevuto il principale premio Spellemann dell’anno. Gli Hellbillies sono stati nominati anche nella categoria Campagna quest’anno, ma qui il premio è andato alla “sedia a dondolo” di Ole Kirkeng.

Prima di allora, abbiamo valutato Vasilena Bilobvogers come un buon candidato per questo premio onorario, il gruppo che ha resistito negli ultimi 43 anni sul palco, senza mai aver vinto lo Spelman Award. O Finn Kalvik, che compirà 75 anni la prossima settimana, ma non è mai stato premiato per essere stato uno degli interpreti più centrali dei singoli pop norvegesi. Quando non lo otteniamo esattamente come vorremmo, ci sono pochi che possono competere con gli Hellbillies per quell’onore. Gli Hellbillies hanno reso l’Americana di Hallingdal un tesoro nazionale e meritavano protezione se non l’avessero fatto bene da soli. Lo ammetto volentieri: mi sono bagnato un po’ con la coda dell’occhio quando sono venuti lì e hanno ricevuto l’arpa a bocca, con i membri originali Arne Moslåtten e Arne Sandum.

READ  Mobilitarsi contro gli stati totalitari di oggi, gli ideologi neoliberisti e oligarchici

Il vincitore più grande preferito è stato il premio Girl In Red Musical of the Year. Marie Olvin, come viene effettivamente chiamata, è stata nominata anche per altri sette premi, e ne ha presi due: l’album “If I Can Make It Go Quiet” uscito quest’anno, e ha anche portato a casa il premio come Songwriter of the Year . L’album è stato anche nominato nel capitolo sul pop e rock alternativo, ma qui ha dovuto vedersi picchiare dallo Steamdome di Ola Kvernberg con “The Hypogean”. I premi non sono una scienza esatta, ci sono piccoli margini da decidere in piccole giurie ed essere pratici è onorevole quanto vincere il premio stesso. E puoi essere dietro la migliore uscita dell’anno indipendentemente dal genere, senza aver realizzato il miglior album pop alternativo dell’anno. Davvero una contraddizione, ma la buona musica non segue determinate regole. Girl In Red merita tutti i riconoscimenti che ha ricevuto. Quando non poteva venire la sera stessa, non è stato facile per Billie Eilish distribuirlo al Coachella.

Nel nuovo capitolo della musica da festa, la band di Hagel ha rinunciato al premio. Sono stati anche nominati hack di quest’anno. Qui nel giornale, abbiamo già annunciato Christian Roger Behari del Sundance come uno dei più grandi talenti del paese. Ha ricevuto il premio nella categoria soul/r’n’b per il suo primo EP e ha usato il tempo di parola per dedicare il premio a tutti coloro che hanno combattuto per la depenalizzazione dell’omosessualità 50 anni fa, e il suo diritto di esistere oggi. Si è anche esibito con i cantanti del dipartimento di musica della Voss High School. I momenti toccanti che mostrano il Premio Spellemann possono ancora offrire spettacoli che saranno ricordati per un po’. Questo ha inferto un duro colpo alla diversità umana, a cui l’industria musicale tiene di più.

READ  studio, scienza | Nuovo studio con risultati sorprendenti su neurochirurghi e scienziati missilistici

Il flusso principale è andato con diverse grandi esibizioni di Daniel Reyes, Gabriel e Hegasaket, ma anche una caratteristica senza senso di “Lørdagsrådet” di P3 che non era coerente con il resto del contenuto. Né è stato del tutto sorprendente che Chris Holston abbia vinto il voto del pubblico per la canzone più popolare di quest’anno con “Smile in Your Own Mirror”.

La seconda parte preregistrata del Premio Spellemann è iniziata a Bergen. Premio dopo premio assegnato, perché Bergen è la centrale elettrica della musica norvegese. Eccoli di fila, da Aurora, Si Selena, Veldi Tove e Camillen. Ora vediamo come è andata con tutti quei prezzi che andavano e venivano, ma abbiamo avuto molto spazio in questo programma. Avrebbero potuto prendersi del tempo anche per più esibizioni in questo segmento, i generi diventavano sempre più ristretti, c’era una pausa per Kveldsnytt e un lungo viaggio di una giornata nella notte prima che fosse consegnata l’ultima chitarra di bronzo, dopo le prime quattro e un mezz’ora. Non è chiaro quante persone nel gruppo target fossero ancora sveglie quando Kristen Sandtorf ha ricevuto il premio Children’s Album of the Year quando era solo venerdì che era sabato. Il prossimo anno, il Premio Spelman celebrerà il suo cinquantesimo anniversario. Quindi merita che NRK gli dia una priorità più alta.

Hagle è un risultato quest'anno e ha ricevuto una borsa di studio Gramo di NOK 250.000 mentre venerdì ha assegnato il Premio Spellemann.

Questi sono i vincitori del Premio Spellemann 2021.

READ  Ora le Camere Deluxe danesi / Palle al tartufo arrivano in Spagna! - Det Norske Magasinate

Generale Spellman

ragazza in rosso

Premio onorario di quest’anno

montanari

canzone dell’anno

Chris Holston: Sorridi allo specchio

svolta quest’anno

Hagel

L’edizione di quest’anno

La ragazza in rosso: “Se potessi calmarmi”

Paese

Ole Kirkeng: “Sedia a dondolo”

R’n’b / Anima

Bihari: “Bihari // Bihari”

pop

Gabriel: “Tagliami a dieci e uniscimi”

musica per bambini

Kristen Sandtorf: «Contastelle – Automagic»

Spettacoli e canzoni pop

Tunisia: “Borsa di studio Tilda Boy”

fila aperta

Hedwig Mollestad: “Ripensare alla tempesta”

Cantautore dell’anno

Marie Olvin: “Se solo potessi tacere”

prodotto dell’anno

gatto cashmere

compositore

Henrik Helstinius: “Passato e presenza”

Il successo internazionale di quest’anno

Aurora

Il video musicale di quest’anno

Selena, il regista Nils Weinfeldt: “Solo quando dormi”

Hip Hop

Cammello: «Cammello 2021»

elettronica

Wild Tuv: «canti che si sciolgono»

Pop/rock alternativo

Ola Kvernberg Steamdome II: “L’ipogeo”

blues

Adam Douglas: “Angeli migliori”

musica da festa

Hagel: «Hagel 2021»

Jazz

Fuga: “Benvenuto”

classico

Håkon Skogstad con Atle Sponberg e i Solisti di Trondheim: «Visions of Tango»

Metallo

Satana: “I pensieri volano di notte”

Calcolo

Canaan: “Terra”

Allo stesso tempo

Signe Bakke / James Clapperton / Kjetil Møster / BIT20 Ensemble / René Wiik / Craig Farr Soccorsi: «Le opere di Morten Eddy Pedersen»

musica tradizionale

Marga Mortenson e la Radio Orchestra: “Ragrow – Reindeer Caravan”

impiegato dell’anno

Daniela Reyes: “Un giorno”