Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

L’alcol delle mani è infiammabile | Giornale dell’Associazione Medica Norvegese

L’alcol per le mani è infiammabile ed esplosivo. L’uso di alcol nelle mani è aumentato drasticamente durante la pandemia Corona, e questo mette sia i pazienti che gli operatori sanitari ad alto rischio di infezione.

L’alcol per le mani contiene etanolo. L’etanolo è altamente infiammabile e può infiammarsi con l’elettricità statica. In caso di incendio di etanolo puro, la fiamma è quasi completamente invisibile e non produce fumo (1, 2). Il problema delle ustioni durante l’uso e la conservazione di disinfettanti a base di alcol dovrebbe essere ben noto e le istituzioni sanitarie norvegesi sono obbligate a intraprendere un lavoro continuo nel campo della salute, della sicurezza e dell’ambiente (HSE). In qualità di consulente tecnico antincendio, sono stupito dei miei risultati nelle case di cura.

Violazione di leggi e regolamenti

Tutte le società devono rispettare le norme di controllo interno (3). Queste normative richiedono che l’azienda intraprenda un lavoro sistematico in materia di salute, sicurezza e ambiente. Una parte importante di questo lavoro è prevenire e ridurre le conseguenze del fuoco. Ciò è regolato anche dalla legge sulla protezione dagli incendi e dall’esplosione (4) e dai regolamenti per la prevenzione degli incendi (5). Poiché un incendio non si verifica mai da solo, ma piuttosto si crea, queste norme intendono esercitare cautela e prevenzione. Le istituzioni sanitarie sono inoltre soggette alle normative per il trattamento di materiali pericolosi, che riguardano la manipolazione di materiali infiammabili, reattivi e pressurizzati, nonché le attrezzature e le strutture utilizzate per la manipolazione (6).

Le ispezioni condotte dal sottoscritto nelle case di cura nell’autunno del 2020 hanno rivelato violazioni sia dei requisiti delle norme di controllo interno per il lavoro sistematico per identificare i rischi, dei requisiti delle norme di prevenzione per ridurre la probabilità di incendio e limitarne le conseguenze, sia del divieto delle norme di manipolazione per lo stoccaggio di liquidi infiammabili senza analisi Rischi (7).

Affinché i visitatori possano disinfettarsi le mani, il liquido antisettico, ad esempio, si trova spesso direttamente all’interno dell’ingresso principale. Quando il liquido infiammabile si trova nelle immediate vicinanze sia delle lettiere che dei mobili infiammabili, c’è un’alta probabilità di incendio. Un tale incendio ha rapidamente conseguenze disastrose ed è una violazione sia delle norme di controllo interno (i rischi devono essere identificati) sia delle norme di prevenzione (le conseguenze devono essere prevenute e ridotte al minimo).

Nelle stanze adiacenti, spesso con una porta che va direttamente nella via di fuga, le case di cura di solito immagazzinano materiali di consumo. Spesso questi prodotti sono prodotti in cellulosa, come tovaglioli di carta, articoli da toeletta, pannolini, indumenti da lavoro e altri prodotti come bicchieri di plastica e liquidi in brocche o bottiglie di plastica. Questo non dovrebbe essere un rischio inaccettabile, ma quando contenitori infiammabili con diverse centinaia di litri di disinfettanti infiammabili vengono conservati in flaconi infiammabili nella stessa stanza, il rischio diventa inaccettabilmente alto.

Inganno sui rischi di incendio ed esplosione

Il sito web dell’Istituto Nazionale di Sanità Pubblica afferma: “Sebbene il posizionamento dei distributori in molti paesi sia strettamente regolamentato, in Norvegia non esistono regolamenti nazionali diversi da quelli per trattare materiali infiammabili, reattivi e pressurizzati, nonché le attrezzature e le strutture utilizzate. elaborato. Oltre il negozio Una grande quantità Che secondo l’articolo 14 dovrebbe essere incluso nella valutazione dell’integrità della fondazione, la fondazione lo ha fatto quando Dovere di diligenza (§5) riguardante l’uso di un liquido infiammabile. Tuttavia, il sito deve essere chiarito con il direttore della sicurezza presso il singolo istituto, e questo Dovrebbero La valutazione della sicurezza del sito viene effettuata nella singola area. ”(Italic Baladi) (8).

L’affermazione che i rischi in generale e i pericoli di incendio ed esplosione percettibili non sono regolamentati al di fuori dei regolamenti di manipolazione è falsa e fuorviante. Secondo l’articolo 5 del Regolamento Intercontrol, “Il controllo interno (…) deve essere adattato alla natura, alle attività, ai fattori di rischio e alle dimensioni dell’organizzazione nella misura necessaria per soddisfare i requisiti stabiliti o in conformità con la salute, legislazione in materia di ambiente e sicurezza “. Questi includono “la mappatura dei rischi e dei problemi e su questa base la valutazione del rischio, nonché la preparazione di piani e misure pertinenti per ridurre le condizioni di rischio” e “l’implementazione di procedure di routine per scoprire, correggere e prevenire le violazioni dei requisiti stipulati o in conformità con la salute, l’ambiente e legislazione sulla sicurezza “(3).

I disinfettanti, ad esempio, si trovano spesso all’interno dell’ingresso principale

Il liquido a base di alcol può essere acceso da scariche elettrostatiche e può incendiare gli esseri umani senza prima vedere la fiamma, poiché l’alcol brucia in modo invisibile e senza fumo. Di conseguenza, l’affermazione dell’Istituto Nazionale di Sanità Pubblica secondo cui il posizionamento dei distributori non pone né un rischio né un problema di incendio si basa sulla sua irrazionalità.

Anche l’affermazione successiva che solo una quantità maggiore di liquido richiede una valutazione del rischio è un’affermazione errata e fuorviante. Sebbene sia consentito immagazzinare in casa fino a 10 litri di liquidi infiammabili in conformità con la Sezione 6 del Regolamento di movimentazione (6), ciò non è consentito per gli edifici per i quali è necessario prestare maggiore attenzione alla sicurezza. Qui, è necessario prima intraprendere un’analisi dei rischi e attuare misure tecniche e organizzative.

READ  Più spazio per la tristezza - espressione

Il padre soffre di mancanza di comunicazione

La direzione e il personale della casa di cura per anziani con cui il sottoscritto ha parlato in modo molto chiaro di non aver capito che l’uso o la conservazione di disinfettante per le mani a base alcolica rappresenta un rischio. Questo vale sia per la possibilità di incendio (il liquido infiammabile), sia per la propagazione del fuoco (il liquido stesso “si diffonde”) e per lesioni personali (il liquido può essere incendiato sulla pelle dall’elettricità statica). Inoltre, esiste il rischio di esplosione, perdita e utilizzo. Raramente si è saputo che un lavaggio tipico di una stanza, dove si inumidiscono grandi superfici, porta ad una saturazione esplosiva dell’alcool che evapora nell’aria.

Raramente si è saputo che un lavaggio tipico di una stanza, dove si inumidiscono grandi superfici, porta ad una saturazione esplosiva dell’alcool che evapora nell’aria.

Sebbene l’uso di alcol manuale sia notevolmente aumentato, è particolarmente importante creare una consapevolezza dei rischi e misure preventive dei rischi. Non possiamo renderci conto che la conoscenza delle proprietà infiammabili ed esplosive dell’etanolo è sconosciuta nel settore sanitario. Qui non puoi mettere le mani in piedi.