Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Le forze armate investono molto nella sicurezza digitale

opinioni

La difesa informatica proteggerà i sistemi ICT delle forze armate dalle minacce digitali di attori militari e civili

Questo è l’argomento di discussione. La pubblicazione esprime le opinioni dell’autore. Invia articoli e post al Forum delle forze armate qui.

L’NRK e il Forum delle forze armate hanno notato tagli al budget per la difesa informatica. Inoltre, sorgono domande su come effettuare tali tagli ora che la Russia ha attaccato l’Ucraina. Separatamente, i numeri sono corretti, Cyber ​​Defense avrà una riduzione complessiva del suo budget operativo di circa 200 milioni di NOK nel 2022. I tagli erano necessari per pareggiare il budget.

Tuttavia, vorrei sottolineare un significativo rafforzamento della nostra difesa contro le minacce informatiche e la nostra capacità di operare nel dominio cibernetico. Questo miglioramento si è verificato per molti anni e continuerà in futuro.

I tagli erano necessari per pareggiare il bilancio.

Cos’è la difesa informatica?

Ho sperimentato che alcune persone pensano che la difesa informatica sia qualcosa di diverso da quello che è in realtà. “La difesa informatica proteggerà i sistemi di tecnologia dell’informazione e della comunicazione delle forze armate dalle minacce digitali di attori sia militari che civili”, riferisce NRK. Pertanto, la difesa informatica è la divisione operativa ICT delle forze armate, che è anche responsabile della protezione delle reti delle forze armate.

La difesa informatica non è la nostra difesa nazionale contro le minacce informatiche contro, ad esempio, il Parlamento, i servizi sanitari e la polizia, solo per citarne alcuni.

D’altra parte, l’Agenzia per la sicurezza nazionale (NSM) ha il compito generale di coordinare e contribuire a proteggere la nazione norvegese dalle minacce nello spazio digitale. Così il NSM ha creato il National Cyber ​​Security Center, dove le imprese civili e un certo numero di agenzie e autorità pubbliche collaborano sulla sicurezza nello spazio digitale.

Inoltre, il coordinamento delle informazioni e lo scambio di esperienze tra il NSM, le Forze armate, il Servizio di sicurezza della polizia (PST) e Krepos sono effettuati in un Centro di coordinamento elettronico congiunto (FCKS). La difesa informatica si riunisce anche all’FCKS quando necessario.

I giocatori di FCKS aiutano a costruire un quadro comune della situazione per proteggerci tutti dalle minacce digitali.

Leggi anche: Il nuovo Cyber ​​boss ottiene un punteggio più basso

intelligenza

Nelle forze armate, il servizio di intelligence è principalmente la nostra risorsa nazionale per rilevare le minacce esterne contro la Norvegia. Il servizio di intelligence ha acquisito molte capacità negli ultimi anni e questo enorme investimento continua. È il capo dei servizi di intelligence che ha la piena responsabilità delle minacce provenienti dall’estero. Il compito del capo del servizio di intelligence è anche trovare, tracciare e rispondere alle minacce digitali.

È il servizio di intelligence delle forze armate che avrà la capacità di operazioni informatiche offensive, se possibile.

È il servizio di intelligence delle forze armate che avrà la capacità di operazioni informatiche offensive, se possibile.

Le forze armate investono molto in quello che chiamiamo dominio cibernetico. Nei prossimi anni miliardi di corone saranno investiti in nuove infrastrutture digitali nelle forze armate. Questi investimenti contribuiranno a una buona cooperazione attraverso lo scambio di informazioni e la comunicazione sicura tra i nostri dipartimenti tattici.

Inoltre, sarà rafforzata l’infrastruttura di comunicazione delle Forze Armate, ovvero la nostra dorsale digitale. E le forze armate dovrebbero investire molto nell’archiviazione sicura dei dati. La somma di tutti questi investimenti ammonta a 15 miliardi di NOK.

In questo contesto, l’affermazione che le forze armate stiano riducendo gli sforzi di difesa informatica è un po’ strana.

Uno dei tanti giocatori

Le forze armate di Norvegia e Norvegia si stanno in gran parte preparando per essere in grado di affrontare le minacce nello spazio digitale. Gli articoli dell’NRK e del Forum delle forze armate possono dare un’impressione diversa, anche se è vero che il budget operativo dell’Armed Forces Cyber, un dipartimento separato delle forze armate, sarà ridotto di ben 200 milioni di NOK per l’anno in corso . Tuttavia, ciò non significa che le forze armate non si concentrino sulla sicurezza contro le minacce informatiche.

È la somma di tutti gli sforzi che ci metteranno al sicuro.

Al contrario, diversi miliardi di corone saranno investiti in una migliore infrastruttura digitale nei prossimi tempi.

Una buona cooperazione tra settori e agenzie è un prerequisito importante per far fronte alle future minacce digitali, perché la sicurezza dello Stato e la sicurezza sociale sono strettamente collegate. La difesa informatica è solo uno dei tanti attori che contribuiscono a migliorare la sicurezza digitale.

È la somma di tutti gli sforzi che ci metteranno al sicuro.

Leggi anche: Støre lancia l’allarme online: – Dobbiamo essere più vigili

articoli Correlati

Discutere opinioni

READ  Dessert: Torta che sa di Natale