Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Le scuole elementari con istruzione all’aperto hanno studenti più entusiasti

Gli studenti si divertivano di più, imparavano altrettanto e si muovevano di più quando studiavano regolarmente all’aperto.

L’educazione outdoor potrebbe non sembrare molto allettante dopo che è stata introdotta da tempo come misura di emergenza nelle scuole per prevenire la diffusione del coronavirus.

Ma la ricerca in realtà indica che in molti modi è un’ottima idea avere un’istruzione nella natura o in città.

Scuola esterna

La scuola esterna è un metodo di insegnamento che significa che gli studenti vengono insegnati regolarmente, ovvero diverse ore alla settimana, al di fuori della classe. Potrebbe essere nella natura, nello spazio urbano, nei musei o in qualsiasi altro luogo.

L’idea è che i corpi e i sensi dei bambini siano coinvolti quando usano attivamente l’ambiente esaminando, testando e ricercando insieme la conoscenza.

È un’antica lezione educativa che afferma che alcune forme di conoscenza vengono ricordate meglio quando il corpo ei sensi sono attivati ​​- il ricercatore danese del cervello Kjeld Friedens discute i meccanismi in articolo Sul sito web skoven-i-skolen.dk.

I sondaggi mostrano che un quinto delle scuole elementari e medie danesi ha regolarmente scuole esterne.

Nei più grandi esperimenti scientifici condotti con la scuola all’aperto, i bambini erano in media più eccitati quando trascorrevano circa cinque ore a settimana all’aperto.

Gli scolari prosperano meglio all’aperto

Anche il benessere dei bambini è migliorato. Gli esperimenti hanno dimostrato che si sono fatti nuovi amici, si sono trasferiti di più e hanno letto leggermente meglio dei bambini che erano più in classe, che includevano 48 classi di livello medio in 18 scuole primarie danesi. 28 delle classi avevano una scuola esterna.

Quando ho iniziato a lavorare con una scuola all’aperto, la preoccupazione era se gli studenti ora stavano imparando ciò che avrebbero dovuto imparare. Ma la nostra ricerca mostra che aumenta la motivazione dei bambini, dice Eric Maygend, che ha svolto ricerche fuori dalle scuole dalla fine degli anni ’90 ed è uno dei ricercatori dietro gli esperimenti.

– Sembra anche che gli studenti imparino un po ‘di più e acquisiscano un diverso tipo di conoscenza quando l’insegnamento interno tradizionale è combinato con la scuola esterna – almeno non imparano meno di quello, aggiunge. Mygind è Professore Associato al Forest College del Dipartimento di Geoscienze e Gestione della Natura dell’Università di Copenhagen.

La scuola all’aperto ha aiutato i bambini

io Progetto di ricerca TEACHOUTGuidati da Eric Maigend, i ricercatori hanno condotto una serie di esperimenti.

Confronta 3. – 6. classi che per un anno hanno ricevuto un’istruzione in un luogo diverso dalla scuola, circa 5 ore settimanali, con classi parallele senza una scuola esterna regolare.

Prima e dopo l’anno scolastico, i ricercatori hanno misurato il benessere dei bambini, il rendimento scolastico, la motivazione, il livello di attività fisica e le relazioni sociali.

Gli esperimenti pubblicati su numerose riviste scientifiche hanno mostrato quanto segue:

  • I bambini al di fuori della scuola imparano almeno lo stesso: gli alunni che hanno avuto regolarmente un punteggio al di fuori della scuola leggermente superiore ai test di lettura. Un quinto delle aule all’aperto ha preso lezioni di matematica all’estero. Hanno fatto altrettanto bene nei test di matematica degli studenti che avevano fatto solo matematica in classe.
  • La motivazione era più alta tra gli studenti nelle scuole ambulatoriali: i ricercatori hanno misurato la motivazione intrinseca dei bambini per il lavoro scolastico con un modello riconosciuto prima e dopo l’anno scolastico. Indipendentemente dal contesto socioeconomico, la motivazione del gruppo di controllo, che raramente è uscito, è diminuita nel corso dell’anno. I bambini che frequentavano regolarmente una scuola all’aperto si mantenevano motivati
  • I bambini al di fuori delle scuole hanno prosperato meglio: i ricercatori hanno misurato la salute mentale dei bambini prima e dopo l’anno scolastico utilizzando un modulo riconosciuto chiamato Strength and Difficulty Questionnaire (SDQ). Gli scolari all’aperto si sono divertiti socialmente meglio di quelli che avevano ricevuto solo un’istruzione tradizionale. Il benessere è particolarmente migliorato quando i bambini vengono insegnati all’aperto nel tempo ogni settimana.
  • I bambini della scuola esterna avevano più relazioni nuove: i bambini che trascorrevano almeno cinque ore di scuola all’aperto alla settimana avevano relazioni più nuove, simili all’amicizia in classe rispetto al gruppo di controllo. Tuttavia, i ricercatori non sono stati in grado di misurare la differenza nel numero totale di amicizie degli studenti.
  • I ragazzi delle scuole all’aperto si sono mossi ulteriormente: in un esperimento in cui 16 aule all’aperto sono state confrontate con un gruppo di controllo, i ricercatori hanno misurato l’attività fisica dei bambini utilizzando un sensore di movimento. Nella scuola all’aperto, i ragazzi hanno completato una media di 20 minuti di attività fisica da moderata a faticosa al giorno. Nel caso delle ragazze, la differenza non era evidente.

Ricerca molto potente

Ulrich Detwiler, professore di pedagogia all’Università di Stavanger, ha seguito il progetto e ha letto articoli accademici.

C’è una ricerca molto forte per quanto riguarda la qualità e il numero di note. Non c’è niente di paragonabile in nessuna parte del mondo, dice Detwiler, che sta cercando personalmente una scuola all’aperto.

L’avvertenza nel progetto TEACHOUT è che gli insegnanti si sono offerti volontari per partecipare all’esperimento. Hanno esperienza con la scuola all’aperto e un amore per il concetto.

Altre ricerche sono in arrivo

Mads Bølling e colleghi dello Steno Diabetes Center di Copenaghen, il Dipartimento di sport e nutrizione e il Centro per la ricerca clinica e la prevenzione a Bispebjerg e il Fredericksburg Hospital hanno appena avviato un altro progetto di ricerca presso la scuola esterna.

io Progetto MOVEOUTLe scuole primarie e medie, sostenute dalla Novo Nordisk Foundation, saranno divise casualmente in due gruppi con una scuola all’aperto o meno.

Lungo la strada, i ricercatori stanno studiando più a fondo cosa significano i diversi tipi di scuole esterne per il movimento dei bambini.

Ulrich Dettweiler dell’Università di Stavanger concorda sul fatto che c’è ancora una mancanza di conoscenza del metodo di insegnamento.

Ci sono molti meccanismi che ancora non comprendiamo. In che modo i bambini sono più attivi fisicamente? Chi ottiene il massimo dalla scuola esterna? Cosa succede nel cervello dei bambini quando vengono insegnati in contesti diversi? Come si dovrebbe insegnare all’aperto? Ricorda Dettweiler.

È quindi possibile che sia stato l’impegno degli insegnanti – non la scuola esterna stessa – ad affliggere gli studenti e contribuire alla motivazione, al benessere e all’apprendimento.

Ma è un caso, dice Dettweiler: quando si tratta di apprendimento, non si può estrarre l’insegnante dall’equazione.

Gli effetti positivi delle scuole esterne possono essere spiegati in larga misura dal fatto che gli insegnanti sono entusiasti di questo tipo di insegnamento.

Ma non c’è da stupirsi che l’effetto dipenda dall’insegnante. Ogni istruzione di qualità richiede impegno e non è mai indipendente dall’insegnante, sia in classe che all’aperto, dice.

La scuola all’aperto non è una panacea

Il ricercatore svizzero Rolf Joker definisce il progetto TEACHOUT “il gold standard” e “il primo grande progetto di ricerca metodologicamente robusto” in una scuola esterna.

Tuttavia, il Joker mette in guardia dall’interpretare i risultati nel senso che fuori dalla scuola è la risposta a tutto. Come con qualsiasi altra scienza, i risultati devono essere ripetuti in diversi esperimenti prima di poter essere sicuri che siano generalmente applicabili.

C’è ancora una mancanza di conoscenza, ad esempio, su quali studenti traggono i maggiori benefici dalla scuola esterna e in quali materie.

Abbiamo bisogno di un quadro più chiaro di quando una scuola all’aperto fa davvero una grande differenza e quando ha solo un piccolo impatto, afferma Joker, che ha pubblicato numerosi articoli scientifici ed è direttore della Fondazione svizzera per l’educazione ambientale – un’organizzazione che promuove l’educazione in l’ambiente e la sostenibilità.

Molte persone credono che una scuola all’aperto sia una panacea che risolve tutti i problemi della scuola. Ma non è. Aggiunge che la scuola all’aperto può essere utile, ma dobbiamo anche essere consapevoli dei limiti del metodo.

La scuola esterna utilizza l’ambiente circostante

La scuola all’aperto non è necessariamente una cosa per tutti gli insegnanti, alcuni potrebbero insegnare meglio in classe.

Inoltre, è importante rendersi conto che una scuola all’aperto non riguarda solo l’insegnamento tradizionale in classe all’esterno piuttosto che all’interno, afferma Mads Bowling, che è il primo autore di diversi articoli di TEACHOUT.

– Nelle notizie, c’erano storie di classi che hanno spostato l’insegnamento a causa di Corona. Pauling, un borsista post-dottorato presso lo Steno Diabetes Center di Copenaghen, dice che spesso è solo il solito insegnamento che viene condotto in un ambiente fisico diverso.

Ma l’idea di base non è solo quella di spostare la classe all’estero. Aggiunge che la scuola esterna riguarda i bambini che hanno l’opportunità di imparare di più su un argomento o un argomento coinvolgendo il mondo esterno.

© Videnskab.dk. Tradotto da Lars Nygard per forskning.no. Leggi il caso originale su videnskab.dk qui.

Ci piacerebbe sentire la tua opinione!

Si prega di contattare qui
Hai commenti, domande, elogi o critiche? O un consiglio su qualcosa di cui dovremmo scrivere?

READ  Bodo Hotel | Progettando di stabilire un nuovo hotel a Bodo con 150 camere. Ora cercano investitori