lunedì, Luglio 22, 2024

Lunedì Apple rilascia una dichiarazione sulla nuova beta UE e AI

Must read

Romano Strinati
Romano Strinati
"Esperto di social media. Pluripremiato fanatico del caffè. Esploratore generale. Risolutore di problemi."

Apple ha sganciato la bomba stasera, venerdì, ora norvegese: Apple Intelligence e molti dei suoi migliori lavori non arriveranno nella regione UE quest’anno a causa della legislazione DMA.

Apple potrebbe aver integrato diverse funzioni principali

Ora Apple ha parlato con The Verge e, mentre spiega dal suo punto di vista cosa sta succedendo, rivela che il secondo round di beta inizierà effettivamente lunedì, anche se non con la piattaforma AI (il beta testing inizierà più tardi quest’estate), ma almeno il opposto dell’iPhone su Mac e migliorare la condivisione dello schermo SharePlay. Anche questi sono posti di lavoro che quest’anno non arriveranno nell’area UE, ma si spera arriveranno in Norvegia.

Leggi il commento di Trond Bie, redattore di ITavisen, sullo stato dell’intelligenza artificiale in Europa

Ecco la dichiarazione completa di Apple a The Verge:

“Due settimane fa, Apple ha presentato centinaia di nuove funzionalità che siamo entusiasti di offrire ai nostri utenti in tutto il mondo. Siamo molto entusiasti di rendere queste tecnologie disponibili a tutti gli utenti, data l’incertezza normativa causata dai mercati digitali Act (DMA), non pensiamo che saremo in grado di farlo Tre di queste funzionalità – iPhone Mirroring, miglioramenti alla condivisione dello schermo SharePlay e Apple Intelligence – verranno rese disponibili quest’anno ai nostri utenti nell’UE.

In particolare, temiamo che i requisiti di interoperabilità DMA possano costringerci a compromettere l’integrità dei nostri prodotti in modi che minacciano la privacy e la sicurezza dei dati degli utenti. Ci impegniamo a collaborare con la Commissione Europea per cercare di trovare una soluzione che ci permetta di offrire queste funzionalità ai nostri clienti dell’UE senza compromettere la loro sicurezza”.

READ  Grandi sconti sulla produzione degli occhiali Vision Pro di Apple

Questo è lo stesso motivo che abbiamo sentito nell’articolo di Bloomberg sulla notizia. La risposta dell’UE è di tipo generale, e sappiamo quale. Non è ancora esattamente dove arriverà la scarpa, ma potrebbe avere qualcosa a che fare con le regole della concorrenza poiché Apple sta integrando molte funzionalità secondo l’UE – concentrati su di noi:

L’UE è un mercato attraente con 450 milioni di potenziali utenti ed è sempre stata aperta a qualsiasi azienda che desideri fornire servizi nel mercato unico europeo. I gatekeeper sono invitati a offrire i loro servizi in Europa, a condizione che aderiscano alle nostre regole assicurative Competizione leale.

Thomas Regnier, portavoce dell’Unione Europea

Leggi anche: Un’anteprima del nuovo sistema operativo di Apple

More articles

Latest article