lunedì, Luglio 22, 2024

Gli omicidi dell’Idaho… erano loro l’obiettivo

Must read

Silvestro Dellucci
Silvestro Dellucci
"Organizzatore. Fanatico dei social media. Comunicatore generale. Studioso di pancetta. Orgoglioso apripista della cultura pop ".

I quattro studenti dell’Università dell’Idaho, Kaylee Goncalves, 21 anni, Madison Moggin, 21 anni, Zana Kernodle, 21 anni, e Ethan Chapin, 20 anni, sono stati trovati pugnalati a morte in una casa vicino al campus di Mosca, Idaho. Il 13 novembre 2022.

Più di un mese e mezzo dopo, la polizia arrestò e accusò degli omicidi lo studente di criminologia Brian Christopher Kuhberger.


L’ufficiale: Brian Kohberger, 29 anni. Foto: AP/NTB
Mostra di più

Ma Kohberger nega la sua colpevolezza Il motivo dell’omicidio dei quattro studenti rimane un mistero, ma in un nuovo libro il giornalista Howard Bloom fornisce nuove informazioni e lancia le proprie teorie.

Tra questi c’è che Kohberger inizialmente stava cercando Mugen.

– Penso che Maddie fosse il suo obiettivo, dice Bloom in un’intervista a Lettere di notizie.

Spiega che il sospettato deve aver attraversato altre due porte della camera da letto ed essere andato direttamente nella stanza di Mugen quando è entrato in casa.

-Se avesse semplicemente voluto uccidere qualcuno, sarebbe stato naturale e istintivo per lui dirigersi verso una di quelle porte. Invece, sale quella scala stretta e va dritto nella stanza di Maddie, spiega Bloom.

la proposta: Un uomo è stato arrestato per l’omicidio di quattro studenti che vivevano insieme a Mosca, nell’Idaho. Giornalista: Annabelle Brun. Video: NTB
Mostra di più

Il libro fornisce anche nuove informazioni su cosa stavano facendo gli altri due coinquilini al momento dell’omicidio.

I due erano in casa quando è avvenuto l’omicidio, ma la polizia non sospettava nessuno dei due. Ha scritto nel libro che le sue fonti dicono che i due hanno usato un telefono cellulare per comunicare durante e dopo gli omicidi.

– Secondo la testimonianza presentata al gran giurì, le ragazze comunicavano e si scambiavano messaggi non solo dopo gli omicidi, ma ad un certo punto durante gli omicidi, ha detto Bloom alla ABC.

Più di un anno dopo, Kohberger è ancora in custodia. Non è stata fissata alcuna data del processo.

READ  La polizia sospetta l'omicidio di Sharaf - VG

More articles

Latest article