Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Mandato d’arresto della CPI: – Marcatura di Putin

Mandato d’arresto della CPI: – Marcatura di Putin

– un passo molto importante.

È così che il Comitato Helsinki descrive il mandato d’arresto emesso dalla Corte penale internazionale per il presidente della Russia.

Il tenente generale in pensione Arne Bord-Dalhough afferma che Vladimir Putin è ora designato criminale di guerra internazionale a vita.

– Forse non è il massimo risultato pratico per Putin, ma ora è nella lista dei criminali di guerra ricercati a livello internazionale. Anche con il cambio di regime in Russia, questo rimarrà con lui.

“C’è un forte effetto di segnalazione in questo”, dice Dalhaug a TV 2.

Anche le conseguenze per Putin non si fermano qui.

Rapporto sulla situazione: pesanti combattimenti sono ancora in corso in Ucraina, ed ecco come appare la situazione in questo momento. Foto: Grafica: Jørgen Herland / TV 2

Sarai in grado di essere isolato

Il mandato di arresto di Putin significa, tra l’altro, che il presidente non potrà più recarsi in paesi che sostengono e riconoscono la CPI.

– In pratica, ciò significa che Putin deve pensare ai luoghi in cui può viaggiare per il resto della sua vita. Il tenente generale dice che ora rischia l’estradizione.

Oltre ad essere un tenente in pensione delle forze di difesa, Dalhoge ha prestato servizio per diversi anni nella NATO e ha una vasta esperienza nell’interpretazione della guerra e nell’intelligence.

– È difficile immaginare che Putin possa viaggiare di nuovo in un paese dell’Europa occidentale, perché tutti sono collegati e hanno firmato il sostegno della Corte penale internazionale, dice, e aggiunge:

– Chi può riceverlo e chi è tenuto a fargli visita sarà severamente limitato perché è un criminale di guerra.

Ad esempio, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden probabilmente non sarà in grado di organizzare di nuovo un incontro con Putin, ritiene Dalhough.

Ha prestato servizio per diversi anni in Ucraina: il primo tenente in pensione Arne Bord-Dalhough ha una vasta esperienza nell'interpretazione di guerre.  Foto: Simen Askjer/TV 2

Ha prestato servizio per diversi anni in Ucraina: il primo tenente in pensione Arne Bord-Dalhough ha una vasta esperienza nell’interpretazione di guerre. Foto: Simen Askjer/TV 2

Il Cremlino non ammetterà mai la serietà

Sebbene molti paesi non appartengano alla Corte penale internazionale, Dalhoge ritiene che altri leader ora ci penseranno due volte prima di organizzare un incontro con Putin.

Il Cremlino, da parte sua, fiuta il mandato d’arresto.

– Le decisioni della Corte penale internazionale non hanno alcuna importanza per il nostro Paese, nemmeno dal punto di vista legale, afferma la portavoce del Cremlino Maria Zakharova in un post su Telegram.

Il portavoce della politica estera osserva ancora una volta che la Russia non è vincolata dallo Statuto di Roma della Corte penale internazionale, e quindi non ha obblighi ai sensi di esso.

– Questo ha delle conseguenze. Sono sicuro che sia considerato pericoloso internamente, ma un giornalista del Cremlino non lo ammetterebbe mai, dice Dalhough.

Può rafforzare la posizione dell’Ucraina

In che modo ciò influirà sui negoziati di pace?

– Poi passiamo a qualcosa di interessante. Perché è passato molto tempo da quando l’Ucraina o altri hanno detto che era irragionevole negoziare la pace finché Putin era al potere, dice Dalhough.

– Ciò rafforzerà la posizione dell’Ucraina, e ora possono dire che non negozieranno con un criminale di guerra, aggiunge.

Anche se potrebbe non avere conseguenze dirette a breve termine, il generale ritiene che sia importante guardare al quadro generale.

– Presi insieme, gioca un ruolo importante. Aggiunge che sarebbe molto difficile per tutti i registi averci a che fare.

Tuttavia, alcuni paesi si distinguono, ritiene il segretario generale del Comitato di Helsinki, Beret Lindemann.

– Può recarsi in Cina, Arabia Saudita, Iran e India, anch’essi non affiliati alla Corte Penale Internazionale. Ci sono solo pochi esempi, dice Lindemann a TV 2.

Ruolo chiave: Beret Lindemann è il segretario generale dell'Helsinki Committee, che ha un ruolo chiave nella raccolta di resoconti, foto e video dei crimini contro la guerra civile ucraina.  Immagine: Christine Groening/TV2

Ruolo chiave: Beret Lindemann è il segretario generale dell’Helsinki Committee, che ha un ruolo chiave nella raccolta di resoconti, foto e video dei crimini contro la guerra civile ucraina. Immagine: Christine Groening/TV2

Putin può viaggiare qui

Il segretario generale è chiaro che non tutti i paesi saranno pronti a estradare Putin, anche con un mandato d’arresto.

Altri paesi vicini come il Kazakistan, l’Armenia e la Bielorussia sono anche paesi in cui Putin può viaggiare senza estradarlo, dice.

La Corte Penale Internazionale ha Ha pubblicato un elenco sul suo sito web Tutti i paesi affiliati alla Corte penale internazionale.

– È un mandato d’arresto internazionale, e in linea di principio tutti i paesi possono emetterlo. L’Interpol potrebbe nuovamente prendere in considerazione un mandato d’arresto che lo metterebbe su una sorta di “avviso rosso”, che suonerebbe un allarme ogni volta che viaggia. Ma probabilmente non vuole recarsi in un paese dove ha paura di essere estradato.

– Non ha viaggiato in questi paesi per molto tempo. Lindemann dice che non viaggia più.

Diversi punti importanti

Putin è principalmente accusato di essere responsabile di crimini di guerra commessi in Ucraina. I crimini di guerra riguardano il rapimento e la rieducazione di bambini ucraini.

– È una lunga indagine quella che stiamo ancora affrontando. Potrebbe essere passato molto tempo prima che Putin comparisse in tribunale, ma è un passo molto importante in quella direzione, afferma Lindemann.

Nel frattempo, sono in corso diverse iniziative a sostegno dell’indagine della Corte penale internazionale. Ad esempio, la Commissione investigativa speciale delle Nazioni Unite, guidata dal giudice norvegese Erik Moss, presenterà la sua indagine lunedì.

– È un nuovo traguardo, dice il segretario generale.

È possibile caricare più amministratori

Lindemann evidenzia diversi punti importanti e afferma che si stanno compiendo sforzi per ritenere Putin responsabile dell’intera invasione.

– Con il Tribunale penale internazionale che indaga su gravi crimini di guerra e crimini contro l’umanità, e se otteniamo un tribunale speciale per i crimini di aggressione con loro, avremo un’ottima base per ritenere Putin pienamente responsabile di tutti i crimini che ha commesso.

C’è una serie infinita di crimini documentati di cui Putin è responsabile.

Oltre al presidente russo, ci sono molti altri che potrebbero essere puniti e assicurati alla giustizia.

– Tutti coloro che fanno parte delle linee di comando, un dispositivo di propaganda che incoraggia l’omicidio. Più alto è il sistema, maggiore è la responsabilità, afferma Lindemann, ma anche i singoli possono essere ritenuti responsabili.

READ  Karen Jean-Pierre ha infranto la legge