Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

NBC non trasmetterà la cerimonia di premiazione – VG

In condizioni meteorologiche estreme: la testata giornalistica HFPA, che organizza i Golden Globe, riceve pesanti critiche. Foto scattata durante la cerimonia di premiazione nel 2019. Foto: Robin Beck / AFP

Accuse di razzismo e sessismo sono state presentate dalla Hollywood Foreign Press Association (HFPA). Ora la NBC ha annullato il Golden Globe il prossimo anno. Si dice che Tom Cruise abbia riportato le sue tre statue.

Pubblicato:

Fornisce report sui siti di settore Limite. Si dice che Tom Cruise, 58 anni, abbia restituito i film “4th of July Born”, “Magnolia” e “Jerry Maguire”.

HFPA è un’organizzazione giornalistica per giornalisti internazionali di Hollywood e l’organizzatore dei Golden Globe Awards.

BCN Ha annunciato lunedì mattina, ora degli Stati Uniti, che quest’anno non trasmetterà la cerimonia di premiazione. Tuttavia, il canale televisivo ha riferito che darà a HFPA abbastanza tempo per riformarsi e che sperano di poter attivare la trasmissione dei Golden Globe Awards nel 2022.

I Golde Globe Awards sono tra i premi più generosi dell’industria cinematografica e televisiva dopo gli Oscar.

Scarlett Johansson è tra coloro che hanno chiesto all’industria di Hollywood di prendere le distanze dall’HFPA. Anche Netflix e Amazon hanno attaccato l’organizzazione. Lo stesso vale per i potenti personaggi dell’industria afroamericana come la regista Ava DuVernay, la creatrice di “Bridgerton” e la produttrice televisiva Shonda Rhimes.

Appello ai membri neri: la produttrice televisiva Shonda Rhimes è la donna dietro la serie TV di successo “Bridgerton”, con un mondo multiculturale e attori di tutte le razze. Critica la mancanza di diversità degli organi da parte dell’HFPA. Foto: VALERIE MACON / AFP

Los Angeles Times In precedenza aveva rivelato che l’establishment della stampa, nonostante il suo statuto, non ha membri neri. Quindi HFPA ha affermato di essersi impegnata ad accettare almeno il 13% dei membri neri ogni anno.

READ  Nuove accuse dal principe Harry - Fonti anonime della famiglia reale picchiate duramente - NRK Urix - Notizie e documentari stranieri

Convenuto HFPA

E VG ha già scritto quel giornalista norvegese Kjersti Flaa È andato alla tuta Contro il regolatore del Golden Globe. È stato respinto dalla Corte Federale della California. Fela e il suo avvocato, David Quinto, hanno presentato ricorso a un altro tribunale.

Controversia: il giornalista freelance norvegese Kjersti Flaa ha affermato che l’organizzazione di stampa HFPA opera come un cartello ed è andato in tribunale l’anno scorso. Foto: Magnus Sundholm

Prima che la causa fosse intentata, l’organizzazione ha respinto la sua domanda di adesione nel 2018, 2019 e 2020 senza fornire alcun motivo speciale, secondo Fala.

Il modo in cui trattano i nuovi candidati, i loro colleghi giornalisti, è completamente riprovevole. La paura della concorrenza è così grande che alcuni membri sono disposti ad arrivare al punto di spedire lettere minatorie a casa ai candidati, che è quello che è successo a me, ha detto a VG a febbraio.

Leggi anche

Un giornalista norvegese fa causa all’organizzazione dietro i Golden Globe

Leggi anche

Uscendo contro l’organizzatore del Golden Globe: – Assolutamente rimproverato

Dopo che si è saputo che Cruz avrebbe riportato indietro le sue statue, Flaa pensa che altre persone a Hollywood seguiranno:

– Ma sono rimasto scioccato dal fatto che doveva arrivare a tanto. Quando Tom Cruise restituirà le sue statue, altri lo faranno sicuramente. Ora tutto è cambiato, dice Kjersti Flaa al telefono a VG lunedì sera.

Monopolanklager

HFPA ha una posizione forte a Hollywood. 87 membri provenienti da paesi di tutto il mondo si organizzano per i Golden Globe e votano essi stessi per i vincitori del premio. I membri ricevono interviste esclusive sulla linea di non giornalisti esterni all’organizzazione.

READ  "Balliamo": - - messo a tacere dai miei figli

Quando altri giornalisti cinematografici e di intrattenimento non membri devono accontentarsi di brevi interviste di gruppo o conferenze stampa pubbliche, HFPA viene invitata ai propri eventi dalle società cinematografiche dove hanno più tempo con le star.

Nella sua causa, Kjersti Flaa ha accusato l’organizzazione di gestire una società affiliata al cartello. Diversi colleghi di giornalisti internazionali di Flaa, Altri includono la spagnola Rosa Gamazo e la danese Sarah Gerlach Madsen, Ha detto al Los Angeles Times che l’organizzazione si rifiuta di accettare nuovi membri e che i giornalisti dell’HFPA stanno usando i vantaggi dell’abbonamento per monopolizzare la copertura di Hollywood.

L’HFPA ha negato le accuse.

Sorprendentemente, la Hollywood Combat Journalists Association non comprende la profondità di ciò per cui viene criticata. Ora tutti escono e dicono che hanno avuto problemi con questa organizzazione per anni, dice Flaa.

Risposte “domande sessuali”

Tra coloro che prendono oralmente la rivista ora c’è l’attrice Scarlett Johansson, che afferma di aver rifiutato di partecipare alle interviste dell’HFPA dopo aver incontrato “domande e commenti sessuali da parte di alcuni membri della Hollywood Foreign Journalists Association che hanno contestato le molestie sessuali”.

Protesta: l’attrice Scarlett Johansson (36) è tra le star di Hollywood che si sono dichiarate contrarie alla Foreign Press Association di Hollywood. Foto: VALERIE MACON / AFP

Il trentaseienne e due volte candidato all’Oscar, afferma in una dichiarazione che la Hollywood Foreign Journalists Association “è stata legittimata da quelli come Harvey Weinstein per ottenere il sostegno per il riconoscimento dall’Accademia degli Oscar e dal resto dell’industria cinematografica”, lui scrive Rivista People.

È sostenuta dal collega “Avengers”, tre volte candidato all’Oscar e vincitore del Golden Globe Mark Ruffalo, che si è espresso contro HFPA sui social media. Interagisce fortemente senza membri neri nell’organizzazione.

READ  La fine di Snakefield dopo 20 anni

– È ora di correggere gli errori del passato. Onestamente, come recente vincitore del Golden Globe, non posso sentirmi orgoglioso o entusiasta di essere un destinatario di questo premio, come ha scritto Ruffalo su Twitter la scorsa settimana.

Ha continuato oggi con un nuovo post ringraziando la NBC per “aver fatto la cosa giusta questa volta” annullando la cerimonia di premiazione.