Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Nesodden Sp voleva organizzare un seminario sul sesso. Poi c’è stato un disturbo.

Una squadra locale si è ritirata per protesta e Senterungdommen a Oslo ha tenuto un contro-simposio quando Nesodden Sp ha chiesto un simposio con relatori che credevano che ci fossero solo due sessi.

Diversi colleghi di partito hanno boicottato il webinar organizzato dal Nesodden Center sul genere.

– Eravamo molto vicini a premere il pulsante rosso e annullare l’intero evento. Il leader della Nesodden Sp, Paul Simmons, ha detto ad Aftenposten che ci sono molti che hanno cercato di fermarlo in anticipo.

C’era la febbre in alcune squadre SP locali a Oslo e Viken dopo che la festa di Nesodden era stata invitata a un webinar intitolato « Webinar sul genere, con Ground Connection » Giovedì sera la scorsa settimana.

Il tema del webinar entra oggi in uno dei dibattiti più accesi: la questione se ci siano più di due generi, e come debba essere definito il genere. È anche una questione politica molto oggettiva. Il governo ha annunciato che ora indagherà se la Norvegia debba introdurre un terzo genere legale.

Rifiuta più di un genere

Tra coloro che hanno risposto c’erano Senterungdommen a Oslo.

– Ho visto che promuovere il modello bisessuale era un’agenda molto politica, dice il leader della contea Dorothea Inger.

Dice di aver risposto che tutti gli sponsor hanno sostenuto questo punto di vista. Tra questi, l’artista e attivista lesbica Toni Jevjohn, l’endoscopio pubblico Peter Richholm e la biotecnologa Christina Ellingsen. Si sono tutti posizionati nel dibattito pubblico come accaniti oppositori dell’introduzione di razze più legali.

READ  studio, scienza | Nuovo studio con risultati sorprendenti su neurochirurghi e scienziati missilistici

Il simposio è stato aperto dalla deputata dell’SP Jenny Kling, che ha anche chiarito di ritenere completamente sbagliato, biologicamente e scientificamente, parlare dell’esistenza di razze diverse da femmine e maschi.

Le presentazioni riflettono un punto di vista e penso che sia sciocco che passino così tanto tempo e fatica a guardare indietro invece di vedere come si è sviluppato il sistema giudiziario per la gente comune, dice Inger.

In risposta, i Senterungdommen di Oslo hanno organizzato il loro controsimposio all’inizio della giornata con voci dall’altra parte del dibattito.

Le squadre locali si sono ritirate

Anche la squadra locale del Center Party di Oslo, Vistre Aker, ha reagito all’evento. Inizialmente avevano una decisione unanime dal consiglio di amministrazione di partecipare come co-organizzatori, ma hanno scelto di dimettersi a metà dicembre.

Ci siamo ritirati perché non pensavamo fosse qualcosa in cui eravamo coinvolti. Dopo uno sguardo più attento, abbiamo deciso di non venire e abbiamo co-organizzato l’incontro. “Pensiamo che sia stato controproducente per noi”, afferma il capitano locale Ron Svendsen.

Cosa intendi per controproducente?

“Quando siamo entrati e abbiamo esaminato alcuni degli iniziatori, abbiamo sentito che non sostenevano ciò che rappresentiamo nella piattaforma del partito sulla diversità e non volevamo partecipare”, dice.

Un lato è stato messo troppa pressione

Il leader di Nesodden Sp Paul Simmons afferma di essere stato uno dei relatori, Tonje Gjevjon, anche lui membro di Nesodden Sp, che era dietro l’evento.

– Era un argomento di cui era molto entusiasta ed entrambi eravamo d’accordo che avrebbe potuto accettare il caso. Ciò non significa che noi di Nesodden Sp siamo dietro a tutto ciò che è stato detto. Simmons dice che ci sono opinioni divergenti anche su questo.

READ  In futuro, gli NRI potrebbero provenire da questi paesi

– Perché le due parti non potevano essere rappresentate nel dibattito?

– Non doveva essere un dibattito, ma piuttosto una posizione politica da una parte. È una pagina che è stata spostata molto, per come la vedo io, dice Simmons.

– Ma fornisce un webinar se viene condivisa solo una pagina?

– Può essere discusso, ho anche fatto domande a riguardo. Questa volta, Gjevjon ha detto che darà il suo punto di vista sulla questione, ha detto.

Tonje Gjevjon afferma di ritenere che la maggior parte delle discussioni su questo argomento che sono state organizzate in precedenza, non hanno lasciato spazio all’opinione che lei e gli altri oratori rappresentano.

Il nostro scopo era mettere in luce questi punti di vista. Poi vorremmo vedere più discussioni con più prospettive, dice Jevjohn.

Blade: valutare la legge sullo scambio di genere

Simmons afferma che la squadra locale in relazione all’evento ha esercitato molte pressioni su di loro per annullare.

– Penso che sia un peccato non poter parlare di questo a un livello politico basso senza messaggi di odio e fronti duri, dice.

Jenny Kling del Center Party ritiene che la modifica della legge legale sul cambio di sesso non sia stata studiata abbastanza bene e abbia molte conseguenze problematiche.

Il rappresentante Jenny Kling ha aperto il webinar. Da allora è stato oggetto di accesi dibattiti È stata criticata una proposta di un comitato per rendere la terminologia della legge sull’infanzia neutrale rispetto al genere.

READ  I giorni del cinema muto sfidano il classico romanticismo nazionale | Stampa urgente

– Ha detto che le persone in questo dibattito sono accusate di gettare le persone trans sotto l’autobus se dicono che solo le donne possono partorire bambini.

Kling dice ad Aftenposten che crede che i cambiamenti legislativi avvenuti nel 2016, che hanno permesso di cambiare sesso legale senza requisiti di trattamento medico, dovrebbero essere valutati.

Ci sono una serie di aspetti problematici che non abbiamo discusso abbastanza bene. Ciò vale, tra l’altro, per chi dovrebbe avere accesso agli spogliatoi e alle stanze delle donne, e alle conseguenze con cui il corpo maschile può partecipare ai corsi sportivi femminili. Dobbiamo tenere a mente questo problema, dice Kling, altrimenti deluderemo le donne.

Il Partito di Centro non ha ancora preso posizione sull’introduzione del terzo tipo giuridico. Kling dice che aspetterà che arrivi il rapporto.

“Ma abbiamo appena detto che avremmo indagato, non necessariamente mostrato”, sottolinea.

Leader del venerdì – Società per la diversità sessuale e di genere, Inge Alexander Gesvang reagisce alle osservazioni di Kling.

Le donne transgender hanno trovato e utilizzato guardaroba e servizi igienici femminili molto prima dell’entrata in vigore della legge legale sulla riassegnazione del genere nel 2016, quando la legge non ha pregiudicato il diritto di utilizzare le strutture associate all’identità di genere di un individuo. Ciò vale, ad esempio, per la legge sulla protezione contro la discriminazione piuttosto che per la legge sul cambio di sesso. In precedenza, si doveva essere castrati per cambiare sesso legale e siamo lieti che questa pratica indegna non sia più valida”, ha scritto in una e-mail ad Aftenposten.