Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

NHH Acting Room: – Poiché è un museo, non è naturale abusarne

Quando vedi la School of Business and Economics dall’esterno, non aspettarti di trovare una stanza come Stupet all’interno, afferma Frøystein Gjesdal, professore di NHH ed ex decano.

La stanza denominata “Stupet” è adibita a sala da pranzo e prende il nome dalla villa a cui originariamente apparteneva l’interno. Indossando maglioni lavorati a maglia, Kjernestyret scatta foto dei loro caratteristici biglietti di Natale qui.

Sono tra i pochi studenti che riescono a farla franca, afferma Elinor Arntzen Recivic, consulente senior di NHH. Insieme a Gjesdal, ho accettato la richiesta del Bollettino K7 di visitare la stanza elegante, ma poca discussione.

Sala da pranzo delle donazioni

Gjesdal dice che la villa con lo stesso nome fu costruita nel 1897 dall’uomo d’affari Konrad Mohr. Già nel 1959 la venerabile villa fu demolita, perché la casa era troppo grande e poco praticabile. Uno dei figli di Conrad Moore, Anton Mohr, ha insegnato all’NHH come professore ed è stato associato all’istituto per diversi anni.

Anton Mohr era l’erede, che ha assicurato l’accesso della sala da pranzo alla Business School donandola, dice Gisdahl.

Quando è avvenuta la demolizione, NHH era in fase di pianificazione per spostare la sua sede dal centro a Sandviken. Forse Anton Mohr pensava che la stanza potesse stare bene qui, dice Gisdahl.

Spendi mezzo milione per le tende di Frieda Hansen

Alla domanda su quali cose dovremmo prendere in particolare considerazione, Gjesdal indica i bui.

È stato tessuto da Frieda Hansen. Dice che era ed è ancora un’artista norvegese meravigliosa e di fama mondiale.

È stato solo quando abbiamo avuto ospiti KODE che mi sono reso conto di quanto fossero speciali, dice Gjesdal.

READ  - Le persone spesso reagiscono con "Oh, quello era rosa". O pensano che sia figo o sono troppo audaci.

Ryssevik dice che hanno delle persiane per proteggere le persiane dal sole.

Dopo il dialogo con i professionisti, abbiamo riparato e rinforzato le persiane per mezzo milione. Dice che dovevamo riavere la maggior parte delle azioni a Stupet.

È una sfida usare le cose prendendosi cura di loro.

Le tende di Frieda Hansen (1855-1937) sono tessute con la cosiddetta tecnica velata. Oggi Hansen è considerato uno degli artisti più importanti dell’Art Nouveau. Foto: (Halvor Grøstad / Foto NHHS)

Gjesdal mette in evidenza anche i dipinti all’altra estremità della stanza.

Sono di Gerhard Munth. Dice anche che il suo lavoro è appeso anche al Museo Nazionale. in Un catalogo è disponibile sul sito web della Biblioteca Nazionale, possiamo leggere molte cose in Stupet, così come la storia di Conrad e Anton Mohr. Il dipinto più grande di Stupet è di Gerhard Monti, che mostra il re Sverre e i Birkebeiner mentre scendono a Drivdalen nel Trøndelag.

Dipinto di Gerhard Monti del 1903. Mostra il re Safir e il popolo di Berkbeans che camminano lungo Drevdalen a Trondelag. Foto: (Robin Rauecker/Foto NHHS)

Gerhard Monti era responsabile della maggior parte della decorazione della sala da pranzo, dice Gisdahl.

– Di solito coloro che ricoprono posizioni di fiducia nel NHHS che possono accedere

Ryssevik afferma che NHH è l’host quando si tratta di utilizzare Stupet.

Tra gli studenti, dice, vi hanno accesso solo coloro che ricoprono posizioni di fiducia nell’NHHS.

Non entrano da soli. Ci chiedono se possono prendere in prestito la stanza, poi facciamo una valutazione.

Perché non aprire la stanza in modo che tutti gli studenti di NHH possano vederla?

Ryssevik difende la scelta dicendo che potrebbe esserci corrosione nella stanza.

Dice che è un museo, non è normale abusarne.

La sala può ospitare 100 persone. Potrebbe essere necessaria un’organizzazione se a tutti viene offerto un tour.

READ  - Abbiamo sentito urla dalla stanza nera 24 ore al giorno - VG

Una maggiore disponibilità potrebbe essere rilevante in futuro?

Ryssevik risponde che questo problema non è stato sollevato prima e che qualsiasi round dipenderà dall’interesse degli studenti per esso.

In tal caso, sarebbe interessante vedere se c’è una richiesta per qualcosa del genere, dice.

sala di recitazione

Oggi, Recivic dice che la stanza è usata per eventi chiusi.

Stupet è la stanza che NHH accoglie gli ospiti esterni, i cosiddetti eventi di recitazione.

Indica la porta che conduce alla cucina.

Ad esempio, se abbiamo ospiti dall’estero, o la famiglia reale viene a trovarci, pranziamo o ceniamo qui, dice.

Armadio di origine tedesca, del XVI secolo. Deve essere stato impiccato in chiesa. Foto: (Halvor Grøstad / Foto NHHS)

Inoltre, la stanza viene utilizzata in occasione del 60° compleanno dei dipendenti di NHH e quando vanno in pensione.

Recivik dice che non ci sono mai eventi aperti qui

Gjesdal osserva che la stanza è stata usata frequentemente in passato.

Sempre quando hai un ospite distinto, c’era il brunch allo Stupet, dice.

Anche per quanto riguarda il GCSE per studenti in scambio, la sala è in uso da molto tempo.

Ora che sono molti, usano invece altri posti, dice Gjesdal.

Tutto qui è prezioso

Gisdal dice che Konrad Mohr fece fortuna importando grano dall’Europa orientale e che era un uomo molto ricco. Mohr era un caro amico sia di Christian Michaelsen che di Christopher Lumcoll.

Forse era quello con più soldi. Troverai una sua statua a Byparken. Gisdal dice che i tre hanno viaggiato insieme in giro per l’Europa.

Indica una panca di legno con lo schienale alto e dice che si chiama “The King’s Bench”.

READ  Il governo vuole una forte crescita della produzione di salmone, il che è completamente irrealistico, secondo una misura popolare

Moore è stato sposato tre volte e la sua ultima moglie, che visse per molti anni dopo di lui, era un’amica intima di re Haakon, dice Gisdahl.

Il re Haakon visitava spesso Stupet, aveva gambe così lunghe che poteva sedersi su una panchina e allo stesso tempo raggiungere il suolo con i piedi. Pochi possono farlo, dice.

Il “Kongebenken”, realizzato da Knut Andreas Eriksen a Stavanger, risale all’inizio del 1800/1900. Sopra c’è un ritratto di Konrad Mohr, disegnato dal pittore di Skagen Peder Severin Kreuer. Foto: (Halvor Grøstad / Foto NHHS)

Gisdahl dice che anche l’imperatore Guglielmo II, che fu imperatore di Germania durante la prima guerra mondiale, visitò spesso la loro casa.

L’imperatore Guglielmo e Corrado avevano una relazione abbastanza stretta, dice.

La cosa con il valore più economico, dice Recifek, dovrebbe essere probabilmente l’armadio sospeso tra le finestre.

Dice che dovrebbe essere impiccato in chiesa.

Ma tutto qui è prezioso. Lo scaffale sopra l’armadio nell’angolo è più vecchio.