Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Non solo un modo per Roma

Cortina (VG) Henrik Kristoffersen (26) entra in Coppa del Mondo dopo una stagione tumultuosa. Come due anni fa, quando è diventato campione del mondo, stava lottando per avere le migliori condizioni di allenamento.

Aftenposten collabora con VG-sporten. Quindi, come lettore Aftenposten, riceverai anche articoli e servizi creati da VG.

In questa intervista al “Team Kristoffersen”, il padre della stella alpina norvegese parla dei vantaggi e degli svantaggi di essere al di fuori della squadra nazionale, fornendo informazioni sulla vita in un raduno e sottolineando le sfide che hanno affrontato per evidenziare la stagione: il Mondo Cup a Cortina.

Proverà a difendere la medaglia d’oro nello slalom gigante degli ultimi campionati del mondo di Urh – e proverà a vendicarsi dello slalom che due anni fa era un ritiro.

– Sono qui per sciare bene in slalom gigante e rampe. Cioè, dice Henrik Kristoffersen a VG.

Non era appropriato fare più esercizi. Non ha fissato un obiettivo con una medaglia, ma ha detto che se pattina bene, lo è Soddisfatto. Questo “buon sci” è forse migliore del quinto.

In un ottimo hotel, ammazza il tempo su PlayStation. Dalla finestra di fronte alla collina che salta sul ghiaccio, il film di James Bond Solo per i tuoi occhi aveva un’impressionante scena d’azione del 1981, mentre si affacciava sulla collina da cavalcare.

L’ho visto fare caldo questo fine settimana. Questo è un bene per me. È meglio mettere molto sale sopra il ghiaccio. Mi piace, dice il 26enne con un ampio sorriso.

Perché è un vantaggio su cui torneremo.

Fuori dalla nazionale

Ma prima, un po ‘di contesto. Henrik Kristoffersen è fuori dalla nazionale dalla stagione 2019. Ci sono state sfide e bei momenti. Il corridore di Rælingen dice che non è appropriato tornare in nazionale ora, ma non rifiuta nemmeno un futuro “ritorno” con il resto della banda.

READ  Coronavirus, Coronavirus | L'epidemia divide la Norvegia in due parti:

Non escludo nulla, dice Henrik Kristoffersen.

– Oh veramente?

Avrei potuto essere con l’associazione di pattinaggio se fosse stato organizzato, come Alexis Pintorault (29) e Marcel Hirscher (31). Possono allenarsi con la nazionale quando gli fa comodo.

Sottolinea che non ha mai detto di non voler allenarsi con la Nazionale, ma vuole un accordo in cui possa allenarsi anche un po ‘per se stesso. La Ski Association ha detto no a questo.

Nonostante abbia vinto sette vincitori della Coppa del Mondo e una medaglia d’oro alla Coppa del Mondo da quando ha iniziato il suo programma, non l’ha fatto. Nudo Era facile restare per conto proprio. Dove Il disaccordo con l’Associazione SciisticaIl che, secondo loro stessi che hanno dovuto ripetere fino alla noia, riguardava “l’opportunità di competere ad armi pari con i concorrenti”, avevano molti problemi tra alti e bassi.

Caratteristica prima

Fino a nuovo avviso, Christopher segue il suo piano, viaggiando per l’Europa alla ricerca delle centinaia che gli daranno di nuovo l’oro in Coppa del Mondo, questa volta a Cortina.

È il miglior giocatore di slalom e pattinatore di slalom gigante indiscusso della Norvegia, con 23 vincitori della Coppa del Mondo, e conta su una buona partita per mantenere la sua posizione.

Si allena con molti dei migliori giocatori e si elenca: “The Swiss”, Alexis Pintorault, “Creel” (Christopher Jacobsen, Svezia) e “The Norwegian Team”.

– Avere l’opportunità di allenarmi con le persone quando mi si addice, ma anche l’opportunità di allenarmi da solo quando ne ho bisogno è la cosa migliore. Dice che possiamo anche muoverci molto rapidamente in caso di necessità.

Guarda la vita nella squadra dei single in immagini:

READ  Ci deve essere spazio per camminare a modo tuo

Quindi un po ‘di aiuto dai contatti

Prima del bagno, Christopher aveva un duro programma con molti allenamenti e test per i nuovi sci. Opera d’arte Lottano per trovare la persona giusta Dimostralo Con gli sciSono state inviate nuove costruzioni che devono essere testate prima del torneo.

La squadra di Kristofferson risiedeva a Hochzeiger in Austria, dove vivevano Con la famiglia del leggendario scalatore Benjamin Reich (42).

La famiglia Reich e Christoph Eiter si sono allineati magnificamente e hanno contribuito a spianare la strada all’allenamento, afferma Lars Christofferson, padre e responsabile del programma sportivo di Henrik Christofferson.

E il conto totale del piano e dell’investimento?

Forse può contare su due milioni di corone all’anno, dice suo padre.

Ma poi c’erano degli svantaggi

I risultati di Kristofferson sono variati notevolmente in questa stagione. Nonostante due vittorie, lo sono Madonna Di Campiglio prima di luglio E il Chamonix a fine gennaio, Ci sono state soprattutto recessioni.

Come la scorsa stagione ai Mondiali, la prima fuori dalla Nazionale. Poi l’ha avuto Stagione più debole da grande alpinista, Senza vittorie prima del poderoso slalom gigante d’oro di polvere da sparo in re.

Allora il problema era lo stesso, la mancanza di allenamento sul ghiaccio, il più grande e più grande nemico di Christopher in gara.

Sfortunatamente per la “squadra”, nel 2021 in Austria hanno vissuto un tempo molto mite. Non sono riusciti a creare le condizioni di allenamento ideali per la medaglia favorita.

– Faceva molto caldo qui, quindi l’acqua si sta abbassando e sta scomparendo. Eravamo tre squadre di tre che hanno trascorso cinque o sei ore su una collina lunga 500 metri e larga 20, ma non era abbastanza buona, ha detto Abi Lars due settimane fa.

Dicono di sì fortunatamente Ho avuto buone condizioni la scorsa settimana per la Coppa del Mondo.

Faceva molto freddo e c’era molto ghiaccio in gara in questa stagione. Kristofferson ce l’ha Accennato in precedenza a VG La densità nel ghiaccio quest’anno è molto più alta, causando problemi a rimanere bloccati nel terreno durante tutta la curva.

L’obiettivo dell’irrigazione è formare una calotta glaciale sulla neve. Questo per ottenere la stessa leadership nell’allenamento che nelle corse quest’anno.

È difficile da risolvere quando sei da solo?

Dipende un po ‘. Se le persone vengono ad aiutare, va bene. Ma è dura quando sei completamente solo senza aiuto, dice papà.

Non puoi camminare in un tubo da 100 metri pieno d’acqua da solo, è molto pesante. Ovviamente, aggiunge, servono persone che possano contribuire ai preparativi.

La squadra di Kristoffersen ha iniziato la Coppa del Mondo a Hochzeiger e poi si è trasferita a Hinterreit, prima di finire di nuovo la spedizione a Hochzeiger.

Deve combattere contro se stesso

Il 26enne è molto felice di potersi allenare secondo il suo piano, ma ammette che ha un piccolo svantaggio.

– Non posso mai nascondermi. Quando hai cinque o sei anni in una squadra, puoi un po ‘nasconderti tra la folla se le cose vanno male, mentre qui tutti gli occhi sono puntati su di me, dice lo specialista di ingegneria e spiega in dettaglio:

Potrebbe essere scomodo quando non guidi bene, ma siamo tutti diversi e questa disposizione funziona bene per me. Alcuni prosperano da soli, altri in team grandi o medi. Non è solo una strada per Roma.

Ancora una volta, l’ingresso è stato difficile prima del Mondiale, come due anni fa.

Poi è diventato il campione del mondo …