Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Perché siamo d’accordo su qualcosa?

Con il vincitore di quest’anno, il Premio Holberg ha inferto un duro colpo a una visione più sfumata del ruolo pubblico della scienza nelle società democratiche.

La vincitrice dell’Holberg Prize di quest’anno è l’indiana-americana Sheila Jasanoff, professoressa di studi scientifici e tecnologici all’Università di Harvard.
  • Roger Strand

    Università di Bergen

  • Kjetil Rommetveit

    Università di Bergen

La conoscenza è l’impegno di Aftenposten per la ricerca e la scienza, con ricercatori e professionisti di tutto il paese che contribuiscono con articoli.

Il vaccino coronarico dovrebbe essere somministrato ai bambini? Dovremmo inviare armi in Ucraina? Alcune persone si conoscono meglio. Altri vogliono un chiaro consiglio di esperti. L’unico problema è che anche gli esperti non sono d’accordo e non sono sicuri.

Può essere così difficile dire cosa è giusto?

La vincitrice dell’Holberg Prize di quest’anno è l’indiana-americana Sheila Jasanoff, professoressa di studi scientifici e tecnologici all’Università di Harvard. Per tutta la vita, Jasanov ha studiato il rapporto tra la conoscenza degli esperti e le decisioni pubbliche.

Alcune persone potrebbero chiedersi perché uno dovrebbe esaminare questo. La risposta non è ovvia, cioè la scienza dice ciò che è giusto? Si dice che “la scienza dice la verità alla forza”.

Se ci credi, non c’è da stupirsi se sei deluso.

Deve stare in uno stato di incertezza e disaccordo

Rabbia e delusione hanno prevalso nel dibattito sull’incoronazione norvegese.

In che modo l’Istituto nazionale di sanità pubblica (NIPH) ha potuto commettere un tale errore sulla diffusione degli omicron nel dicembre 2021? Come dovrebbe essere usato il vaccino Astra Zeneca quando non è sicuro?

Se si crede che gli esperti siano onniscienti e che i fatti siano inequivocabili, la strada è breve per la sfiducia e le teorie del complotto. L’incertezza e il disaccordo sono qualcosa che gli esperti devono affrontare regolarmente.

READ  incolpare dibattiti | Dobbiamo avere fiducia e spazio per l'individuo

Per Jasanov, il suo background di avvocato è diventato fondamentale: “Quando sei un avvocato, la domanda non riguarda principalmente il motivo per cui le persone non sono d’accordo sui fatti o se qualcosa è certo o meno. La domanda è perché le persone sono d’accordo su qualcosa. .”

La risposta semplice e forse provocatoria di Jasanoff è che l’accordo nasce nell’interazione tra scienza e politica. Fatti e valori sono di dimensioni diverse, ma sono anche intrecciati tra loro, o “coprodotti”, come li chiama Jasanov.

Per usare il nostro esempio di Corona domestica: quando gli esperti hanno concluso che il vaccino Astra Zeneca era abbastanza sicuro, non era perché erano seduti su una risposta definitiva. Quanto era diffusa l’infezione, quanti altri strumenti erano disponibili e quanta incertezza si doveva considerare socialmente e legalmente accettabile.

L’interazione tra scienza, management e diritto

NIPH e la Direzione norvegese della sanità operano al confine tra scienza e gestione. Jasanoff ha studiato le conoscenze e le decisioni in questo tipo di organizzazione e nel comitato di esperti e nel lavoro del tribunale.

Tali istituzioni hanno un grande potere nelle società moderne. Come abbiamo visto, hanno il potere di chiudere la società.

Jasanoff trova molta obiettività e ragione, ma trova anche differenze significative in ciò che è considerato realistico e ragionevole. Gli “stessi” dati sono interpretati in modo diverso dagli esperti negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Germania.

Ad esempio, gli epidemiologi britannici una volta hanno espresso interesse per quanto fossero inconsapevoli le persone quando si sono abbandonate ai rari effetti collaterali del vaccino Astra Zeneca. Poi sono stati intervistati da ricercatori norvegesi che hanno affermato che alcuni di questi effetti collaterali erano solo un motivo per interrompere il vaccino. Entrambe le parti hanno discusso logicamente, ma con percezioni diverse di quale sia la causa e cosa dovrebbe essere.

READ  La Norvegia è un esempio di trasformazione dell'estrazione del carbone

Le differenze tra i paesi sono radicate nella storia e nelle tradizioni, comprese le tradizioni legali. Le sentenze precedenti influiscono su ciò che è considerato una prova sufficientemente buona dentro e fuori le aule dei tribunali, e quindi influenzano anche i criteri degli esperti. Diritto e scienza si sviluppano insieme.

Un misto di realtà e pio desiderio

Molte decisioni nelle moderne società high-tech non hanno chiare alternative sì-no. Le alternative possono esistere solo come visioni. Parti successive degli scritti di Jasanov trattano questo argomento.

La politica del nostro tempo è sempre più orientata verso visioni tecnologiche che poi si tenta di realizzare attraverso l’innovazione. Non da ultimo, si trovano tali intuizioni, che Jasanoff chiama “concetti sociali e tecnici”, nelle strategie per affrontare le principali sfide della società. Jens Stoltenberg ha immaginato un “atterraggio lunare” per rimuovere l’anidride carbonica dall’atmosfera.

Durante il COVID-19, i vaccini sono diventati l’idea dominante di una via d’uscita dalla disabilità. Tutte le altre soluzioni, come “l’immunità di gregge”, sono presto scomparse. Il problema doveva essere risolto realizzando ciò che non avevamo, ovvero i vaccini per le arterie coronarie.

Non stiamo dicendo che questa sia stata una cattiva scelta. I vaccini coronarici sono stati un successo, ma il “successo” è anche determinato politicamente ed economicamente e non solo un problema medico.

Il punto è che quando la scienza, la tecnologia e la politica sono spinte in avanti da un pio desiderio, danno slancio, ma creano anche nuovi problemi ed effetti collaterali indesiderati. La delusione si verifica quando la soluzione non è così semplice e dorata come si pensava, e le persone si chiedono se dovrebbero prendere pozioni booster per sempre.

READ  Caos volante: evita questo giorno

La tensione tra scienza e democrazia

Jasanov non crede che la scienza debba essere apolitica. È un’idea sbagliata e non valida. La società ha bisogno di visioni per il futuro e la scienza e la tecnologia svolgono un ruolo importante.

Ma da oltre 50 anni, la biotecnologia e la tecnologia informatica in particolare hanno trovato un posto importante nella nostra visione del futuro. Quando arriva una pandemia, la politica si riduce alla domanda su come combattere il virus e la risposta è certamente attraverso le biotecnologie. Se chiedi cosa farebbe la maggior parte delle persone e come possiamo imparare a convivere con il virus, sei poco scientifico e stupido.

Nel suo ultimo libro, La scienza può dare un senso alla vita? A partire dal 2019, Jasanoff spiega come la biologia e la biotecnologia stiano guadagnando un posto crescente nell’agenda sociale. Questa non è un’accusa di biologi, ma un’osservazione di uno squilibrio nella nostra visione del futuro e, in definitiva, nella mente pubblica. Si ritiene che gran parte della biologia sia il luogo in cui si dovrebbe anche pensare all’umanità e alla democrazia.

Democrazia e scienza traggono forza dalla discordia, ma abbiamo anche bisogno di meccanismi generali per raggiungere un accordo. Di recente, è diventato chiaro che l’interazione tra istituzioni politiche e realtà è squilibrata.

Jasanoff mostra come il disaccordo non sia necessariamente dovuto alla mancanza di rispetto per la scienza, ma sia anche una questione di interazione e fiducia.

Con il vincitore di quest’anno, il Premio Holberg ha inferto un duro colpo a una visione più sfumata del ruolo pubblico della scienza nelle società democratiche.