Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Premier League, Florentino Perez | Crede che i campioni della Premier League dovrebbero essere puniti dopo il caos:

Sta crescendo il risentimento contro le persone dietro i piani della Premier League.

Negli ultimi giorni c’è stata una tempesta nel calcio europeo dopo il lancio dei programmi della Premier League lunedì sera. Le forti reazioni che ne sono seguite sono culminate nella frantumazione dell’intero progetto martedì sera, quando i sei club della Premier League hanno annunciato che non avrebbero più fatto parte del campionato.

A capo del progetto della Premier League c’erano i leader del Real Madrid e della Juventus Florentino Perez e Andrea Agnelli. Il primo è stato anche nominato presidente della nuova lega.

Giovedì sera, lo stesso Perez è apparso nel programma radiofonico spagnolo El Larguero, esprimendo delusione per il fatto che il progetto avesse subito un grave graffio di vernice.

Forse non abbiamo spiegato abbastanza il progetto della Premier League, ha esordito Perez.

Leggi anche: Il proprietario del Manchester United si scusa per il pasticcio della Premier League

– Dovrebbero essere puniti

Per usare un eufemismo, le reazioni sono state feroci contro i proprietari ei presidenti dei club che hanno avviato la Premier League.

Secondo il francese RMC Sport Diversi altri importanti club europei hanno chiesto alla UEFA di punire i 12 club originari del progetto con duri rigori. RMC indica fonti a livello presidenziale per un club italiano senza nome.

Hanno perso tutta la loro credibilità sulla scena europea. Quando si affitta un appartamento e lo si demolisce, si paga per le riparazioni, ha detto il capitano del club.

– Possono rimanere nell’edificio, ma dovrebbero essere puniti per il loro fascino malvagio e piacevole, scrivono anche.

Leggi anche: Il presidente della Premier League Florentino Perez: – Potremmo non averlo spiegato abbastanza bene

custode Giovedì ha scritto che la UEFA sta seriamente valutando la possibilità di punire il fallito tentativo di emancipazione dei dodici club.

READ  Eliteserien 2021, Strømsgodset | Sconvolto dalla fiducia in se stesso, Haaland si è avvicinato all'allenatore dell'azienda:

L’uomo forte del Real Madrid Perez è stato scelto come il pilota più anziano della Premier League.

– Pensa di essere più forte di tutti gli altri. Crede che il calcio non esista senza il Real Madrid. Potrebbe essere il primo a vincere la Premier League in quanto è l’unico a giocare lì, ha affermato anche il presidente del Villarreal Fernando Roig secondo RMC.

Meno di 24 ore prima che il House of Cards iniziasse a crollare sul serio, è apparso sulla TV spagnola in “El Chiringuito de Jugones”. Peres è stato chiaro nel suo discorso.

Non sono solo i ricchi a volere la Premier League, lo stiamo facendo per salvare il calcio dalla crisi che sta attraversando, e ha anche detto e sostenuto che i club più grandi distribuiranno le entrate anche a quelli più piccoli.

Leggi anche: Il presidente della Premier League Perez ha risposto alle minacce: – Il monopolio della UEFA è terminato

Si rifiuta di rinunciare alla Premier League

Perez ha anche affermato che i dodici club hanno firmato contratti vincolanti che non potevano essere rotti. Da parte sua, Agnelli ha detto: “L’accordo è stato scritto con il sangue”.

Poche ore dopo, si è scoperto che in pratica non funzionava così, quando un club dopo l’altro ha confermato che non avrebbero fatto parte dei piani. Mercoledì sera, anche la Premier League ha rilasciato un comunicato ufficiale a difesa dei piani.

READ  Qui, Haugesund infrange le regole - ottiene riferimenti da NFF - VG

Nonostante il fatto che i club inglesi stiano ora annunciando il loro ritiro, una decisione costretta dalle pressioni a cui sono sottoposti, siamo convinti che la nostra proposta sia pienamente in linea con le leggi e le regole europee, ha scritto la Premier League, e ha fatto riferimento a una sentenza in un in tribunale a Madrid martedì.

Il capo dell’intero progetto ha dichiarato giovedì sera che i club inglesi hanno trasformato l’intero progetto nella sua forma originale in molti modi.

C’erano alcuni inglesi su sei che avrebbero potuto non avere molto interesse in primo luogo e aver guadagnato l’influenza di altri. Tutti i 12 club erano d’accordo, ma un club inglese in particolare potrebbe non essere del tutto convinto. Poi è arrivata la paura tra le altre, dice Perez.

Sebbene la Premier League abbia dichiarato il torneo importante per lo sviluppo del calcio, ha ammesso che avrebbe dovuto apportare modifiche in seguito alla drammatica uscita dei club inglesi dal torneo. Agnelli ha detto mercoledì che diversi club sono pronti per entrare in campionato.

“Non dirò quanti club mi hanno contattato entro 24 ore per chiedermi se possono iscriversi”, ha detto a Reuters.

Ritirato dall’incarico

In ogni caso, Agnelli ha dichiarato che il progetto era fallito, commento che contrasta nettamente con il commento in testa alla Juventus di martedì sera. A quel punto, si sapeva già che i sei club inglesi che dovevano far parte del progetto si erano ritirati.

– C’è un accordo di sangue tra i club, quindi continueremo. Questo progetto ha una probabilità di successo del 100%, ha detto Agnelli Al quotidiano La Repubblica.

È stato uno degli iniziatori della Premier League con Perez. La squadra della Juventus ha anche guidato la European Club Association (ECA) negli ultimi anni e ha lavorato su piani di riforme attorno al concetto di Champions League. Di recente si è dimesso da quella posizione e mercoledì è diventato chiaro che il presidente del Paris Saint-Germain Nasser Al-Khelaifi era stato eletto nuovo presidente della Commissione economica per l’Africa.

READ  Ciclismo e sport | Vollering ha vinto la gara femminile Liegi-Bastogne-Liegi - Aalerud era un assistente concorrente

Leggi anche: Le nuove squadre si ritirano dalla Premier League


Laporta: molto necessario

Sia l’Inter che l’Atletico Madrid hanno confermato mercoledì mattina di ringraziare se stessi nella controversa Premier League. Anche Juventus e Milan hanno rilasciato dichiarazioni in cui hanno ammesso la difficoltà di implementare il progetto.

Finora, solo Real Madrid e Barcellona hanno commentato ufficialmente il progetto, che è stato riempito in pochi giorni.

Leggi anche: il presidente del Barcellona afferma ancora che la Premier League è “assolutamente necessaria”

Giovedì, il presidente del Barcellona Joan Laporta ha parlato per la prima volta del progetto, quando ha affermato che una forma della Premier League è l’unica via giusta per le più grandi squadre di calcio d’Europa.

– È assolutamente necessario. I grandi club guadagnano di più e dovremmo avere un impatto su come vengono distribuiti gli introiti, dice la stella del Barcellona.

Ha anche detto che i membri del club sarebbero stati autorizzati a votare sulla proposta della Premier League, come era il piano all’inizio.

È una necessità, ma i membri del nostro club hanno l’ultima parola.

Pubblicità

Ora: grandi offerte sulle popolari sedie a sacco