giovedì, Giugno 20, 2024

Presentazione dei lettori: l’energia eolica sovvenzionata è davvero il futuro della Norvegia?

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

Un messaggio ai lettori recenti: “Il nuovo potere è sempre stato controverso” da Steffen Syvertsen e Arvid Moss, che desiderano ardentemente più turbine eoliche terrestri in questo momento sui loro cosiddetti obiettivi climatici nazionali.

Di: Reinert Skadassim, Democratici norvegesi.

Non so che tipo di rapporto abbiano tra loro, ma in base ai loro curriculum, nessuno di loro ha un’istruzione tecnica e in base alle loro lettere di raccomandazione, probabilmente mancano anche di conoscenze tecniche minime.

Devo onestamente ammettere che non ho idea di quali siano gli obiettivi climatici nazionali se non che si basano su una teoria del complotto del riscaldamento globale causato dall’anidride carbonica che non ha basi scientifiche, cioè secondo il metodo scientifico. La verità è che la Terra non si è riscaldata negli ultimi otto anni secondo la NASA, il che è completamente contrario alla teoria della cospirazione climatica della CO2.

I signori vogliono sviluppare l’energia eolica e solare in Norvegia per avere prezzi dell’elettricità ragionevoli. Non so cosa offrirà l’energia solare in termini di prezzo in Norvegia, ma richiede un bilanciamento energetico, che deve anche essere aggiunto al conto. L’energia eolica fornirà prezzi dell’elettricità ragionevoli in Norvegia solo se si considera ragionevole il doppio del precedente prezzo dell’elettricità in Norvegia. Se la Norvegia, con il suo clima, vivesse di energia solare, posso garantire che non avremmo mai più un’industria ad alta intensità energetica, perché poi passerebbe ai paesi del sole.

Fondamentalmente, la Norvegia non ha una carenza di elettricità poiché in un anno normale abbiamo un surplus di elettricità del 10-15%. Questo cambierà quando il Parlamento vorrà elettrificare l’industria petrolifera in modo da avere gravi carenze di elettricità, e quindi prezzi astronomici. Possiamo, ovviamente, costruire l’energia nucleare in Norvegia per avere un accesso stabile all’elettricità a un prezzo accessibile, ma, stranamente, questo non è adatto a quei signori senza un background tecnico.

READ  Sostieni la scienza: non boicottare Israele!

Quando si tratta di turbine eoliche sulla terra che questi signori bramano, è una soluzione che non è economica, rispettosa dell’ambiente, rispettosa dell’ambiente o sostenibile. Ambientalmente e in natura, le turbine eoliche sono un puro disastro che ha anche un impatto sull’economia. Ciò potrebbe ovviamente migliorare in futuro con nuove tecnologie e materiali, ma ora abbiamo a che fare con ciò che è oggi e ciò che è pianificato.

In primo luogo, abbiamo le aree che sono state vandalizzate perché richiedono molto terreno per infrastrutture e strade e enormi quantità di materiali da costruzione per installare le strutture. Anche queste aree sono state chiuse al traffico in quanto è in pericolo di vita muoversi.

Gli uccelli già minacciati si stanno estinguendo sempre di più poiché tendono a navigare oltre una lama rotante che improvvisamente arriva volando a una velocità di poche centinaia di chilometri all’ora. Il volume di uccelli morti negli impianti di turbine eoliche è significativo, ma non è stato identificato in modo specifico perché questo da solo potrebbe portare a un arresto completo di questa industria di importazione straniera ostile all’ambiente.

Le emissioni sono il grande brutto segreto di cui la lobby del vento non vuole parlare. Le turbine eoliche contengono una resina epossidica composta da ca. 30% bisfenolo A. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda un massimo di 0,0000001 grammi per litro di acqua potabile. Pertanto, le sole turbine eoliche possono rilasciare diversi chilogrammi di BPA all’anno. Il tempo con pioggia o grandine aumenterà notevolmente l’usura. Puoi leggere di più sulle emissioni e l’erosione in questo rapporto: “Erosione del bordo primario e inquinamento dalle pale delle turbine eoliche” Stiamo parlando di vaste aree che sarebbero considerate terre desolate tossiche.

READ  Tenuto isolato in una stanza con le guardie della polizia fuori: Novak Djokovic ora "non vaccinato" riceve un enorme sostegno

Oltre alle emissioni di usura, c’è anche il rischio di emissioni di olio idraulico tossico, poiché ogni turbina contiene almeno qualche centinaio di litri. È noto che l’x percento delle turbine eoliche prenderà fuoco o perderà olio.

Esempi sia dall’Inghilterra che dalla Danimarca danno una durata di 5 anni prima di iniziare costose riparazioni. Questo ovviamente ha anche conseguenze per l’economia in questo. Le normative norvegesi stabiliscono inoltre che non è necessario risparmiare denaro per la demolizione fino a quando non sono trascorsi 12 anni. I costi di demolizione sono inclusi nelle risorse finanziarie?

Non è inoltre possibile riutilizzare le pale delle turbine, che diventano quindi rifiuti speciali che devono essere smaltiti. Stiamo ora parlando di pale di turbine. 60 tonnellate o più. Dopo aver indossato la natura forse meno.

La domanda che voglio porre alla fine è se Steven Sievertsen e Arvid Moss pensano al clima quando beneficiano dei sussidi comunitari? Perché non è sicuramente l’ambiente, la natura e la fauna selvatica a cui stanno pensando. Non credo che l’industria del turismo norvegese sia particolarmente entusiasta di sviluppare l’energia eolica e solare nelle nostre gemme naturali comuni.

Questa risposta è stata respinta da Natioen, che preferisce pubblicare articoli di opinione sull’ex. La dieta, il potere del socialismo e ciò che conta per il partito di centro.

Si prega di seguire e come noi:

sito fb-share-icon
Condividi pin

More articles

Latest article