Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Queste sono copie russe dei marchi che conosci

SOSTITUITO: le aziende occidentali hanno abbandonato la Russia in seguito all’invasione su larga scala dell’Ucraina da parte della Russia. Fotografia: Alexander Nemenov/AFP/NTB

Non otterrai un Big Mac, ma deve essere un successo? Oppure che ne dici di un portasciugamani dell'IKEA, no, di suede House?

È stato un giorno speciale quello in cui all’inizio dell’estate del 2022 la “M” gialla è stata rimossa dalla famosa filiale di McDonald’s nel centro di Mosca.

La “M” non apparteneva a nessun bar: quando il Gabbiano d'Oro aprì per la prima volta a Mosca nel 1990, due mesi dopo la caduta del muro di Berlino, divenne il simbolo della nuova apertura politica della Russia.

Pochi avrebbero immaginato che tra circa 30 anni le aziende occidentali sarebbero state in coda per uscire dalla Russia, che è in guerra con il paese vicino.

I russi si sono abituati da tempo al gusto del fast food americano e ne sono diventati dipendenti. Il risultato è stato un’esplosione di dualità.

“Grande successo”

Per riempire il vuoto creato dai famosi marchi occidentali dopo il volo a sorpresa, sono stati immediatamente chiamati i giocatori russi per soddisfare la domanda.

READ  Nuovi dati sulla paura del vaccino di Sputnik:

Nella sede di McDonald's, la catena di hamburger “Delicious, period” si è trasferita altrove. Lo stesso personale cucina hamburger e patatine fritte.

Il Big Mac è stato rinominato “Big Hit”, mentre se acquisti un “Fresh Muffin” suonerà come un “McMuffin”.

Prima e dopo: la sirena di Starbucks riceve un cappello russo dopo l'invasione. Foto: TT/AP

Starbucks con un cappello russo

La catena di caffè Starbucks includeva tra i suoi ranghi uno dei rapper più famosi della Russia, Timothy, quando fu ribattezzata dopo l'invasione in “Stars Coffee” e divenne russa.

Il logo sembra essere lo stesso della sirena, ma ad un esame più attento, la corona è stata sostituita con un tradizionale cappello russo.

Ti chiedono il tuo nome, lo scrivi sulla tazzina e lo gridano quando il caffè è pronto. “Tutti quelli che lavorano lì sono uguali”, ha detto all'agenzia di stampa Associated Press Johnny Tickle, un britannico che vive a Mosca.

Stesso: il proprietario russo di Rustic, precedentemente noto come KFC, afferma di vendere gli stessi pasti. Foto: Кухмарь KIRILLL / CIBA USA

Pollo in un secchio

Ben presto il ristorante fritto preferito, KFC, fu acquistato da uomini d'affari russi e ribattezzato “Rustic”. Sembra che la differenza tra le due serie si limiti qui.

Nello stesso edificio vengono serviti i bastoncini di pollo, in secchi rossi. Il logo è ancora rosso, bianco e nero.

– I piatti che prepariamo sono esattamente gli stessi di KFC, ha detto uno dei nuovi proprietari al quotidiano russo RBC News.

VG ha parlato con i russi che hanno affermato di non poter apprezzare la differenza tra i prodotti.

Gemelli: il successore di Dunkin' Donut, Donutto, non cambia la ricetta del successo.

Versione IKEA

La catena di ciambelle Krispy Kreme è ora Crunchy Dream. Dunkin' Donuts è Donoto.

L'azienda di mobili preferita dai russi, IKEA, è stata costretta a fare le valigie e lasciare la Russia. La variante bielorussa ha preso coraggiosamente il nome Swed House, i prodotti hanno nomi dal suono svedese e il logo è – sì, avete indovinato – giallo e blu.

READ  La Russia sembra aver rinunciato al controllo di tutta l'Ucraina - VG

La Swed House si è trasferita anche in diversi ex edifici di produzione degli svedesi, dove, tra le altre cose, vengono prodotti prodotti come "Candele per aromaterapia” E “Porta asciugamani Pepe».

Lo riferisce all'agenzia di stampa la società proprietaria dei diritti d'autore sul marchio IKEA AP Stanno “investigando possibili misure” per garantire che il marchio non venga utilizzato in modo improprio.

-IKEA non ha alcuna affiliazione con Swed House. Quello che vediamo è che stanno cercando di attirare e attirare i clienti IKEA, afferma un rappresentante di Inter IKEA Group Financial Times.

Lo hai già assunto prima? La catena di mobili Swed House ha un logo giallo e blu e vende articoli per la casa con nomi dal suono svedese. Foto: Agenzia France-Presse

10.000 “uscita”

La Swed House bielorussa rappresenta una tendenza: marchi famosi provenienti da paesi considerati “amici” dal Cremlino possono entrare nel mercato russo.

I dati del Russian Business Newspaper mostrano che quasi 10.000 aziende straniere hanno lasciato la Russia nel corso del 2022 e nei primi dieci mesi del 2023. Vedomosti.

Utah: con il ritiro dei marchi di abbigliamento occidentali, i negozi si sono riempiti di vestiti provenienti da paesi “amiche della Russia” come la Turchia. Fotografia: Kirill Kudryavtsev/AFP

I numeri mostrano che quello che è successo è che la Russia ha invece preso di mira i nuovi mercati dell’Est Interessato al commercio.

In Russia il numero delle aziende con comproprietari provenienti dalla Cina e dalle ex repubbliche sovietiche è aumentato notevolmente.

Secondo i dati ottenuti dal quotidiano, l’85% delle nuove aziende che si sono affermate sul mercato russo nei primi dieci mesi del 2023 erano cinesi o dell’ex Unione Sovietica.

Il trio: “Cool Cola”, “Fancy”, che è simile a Fanta, e “Street”, che è chiaramente ispirato allo Sprite davanti alla Cattedrale di San Basilio a Mosca. Fotografia: Natalia Kolesnikova/AFP

Marchi “non autorizzati”.

Per i russi affamati di bevande analcoliche, gli scaffali dei negozi sono ora pieni del gemello russo della Coca-Cola, Fantas Fancy. La soda al limone non si chiama Sprite, è Strait.

Alcune bottiglie originali della Coca-Cola arrivano ancora ai consumatori russi, ma “non autorizzate”, attraverso un paese intermediario che non ha imposto sanzioni alla Russia, e da lì verso il territorio russo. Ciò significa che i manifesti possono essere, ad esempio, in arabo, dice un russo con cui ha parlato VG, che desidera rimanere anonimo.

READ  Perché i giovani amano Le Pen? - NRK Norvegia - panoramica delle notizie da tutto il paese

– La scelta nel suo insieme è ora molto più ampia che nei paesi europei. La cosa più importante è avere i soldi per comprare tutto, ha detto a VG.