Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Russia e Ucraina – Arc Diplomacy

Gestione

Nessuno guarda negli occhi in trincea.

Guardando ad ovest: il presidente russo Vladimir Putin e il ministro della Difesa Sergei Shoigu (il più vicino). Foto: AFP/NTB
Mostra di più

La direttrice: Questo è un editoriale di Dagbladet ed esprime le opinioni del giornale. L’editore politico di Dagbladet è responsabile dell’editoriale.


pubblicato

2021 recede Quella che assomiglia sempre più a una guerra fredda aggressiva tra Russia e Occidente. Il primo ministro Jonas Gahr Store è stato uno di coloro che, alla conferenza stampa semestrale del governo, ha colto l’occasione per avvertire delle terribili conseguenze per la Russia se il paese avesse intrapreso un’azione militare contro l’Ucraina. La scorsa settimana, il presidente degli Stati Uniti ha fatto lo stesso e questa settimana il presidente Vladimir Putin ha parlato, tra gli altri, con Boris Johnson nel Regno Unito e Emmanuel Macron in Francia, che hanno trasmesso lo stesso messaggio. Il presidente della NATO Jens Stoltenberg e il presidente della Commissione dell’Unione Europea Ursula von der Leyen hanno lanciato avvertimenti simili. Si è creato un fronte comune. Qualcosa di nuovo dal fronte occidentale.

Il video è stato originariamente pubblicato su dagbladet.no/dbtv.no il 01.10.2014 Jens Stoltenberg negozierà con Putin sulla base della forza. Intervista dopo il primo giorno da Segretario Generale della Nato. Video: Lars Evind Pons / Dagbladet
Mostra di più

Punto di partenza Temendo che quasi 100.000 soldati russi ora marciassero lungo il confine con l’Ucraina. La domanda ovvia è perché sono lì? Si stanno preparando a invadere come sostiene l’Ucraina? In tal caso, quanto è estesa l’operazione militare che utilizza una potenza militare russa superiore? E non da ultimo, cosa servirebbe per disinnescare la crisi ora al confine tra Russia e Ucraina?

in un mondo migliore Non ci sono risposte ragionevoli alla costruzione del potere russo. Nel mondo reale, c’è una speculazione abbastanza qualificata. Il presidente Putin questa settimana ha praticato una diplomazia quasi iperattiva che si è conclusa mercoledì con lunghi colloqui con il suo collega cinese Xi Jinping, e ha quasi tirato un sospiro di sollievo dicendo: “I nostri paesi hanno trovato un nuovo modello di cooperazione, senza interferenze negli affari interni. , nel rispetto dei reciproci interessi».

implicito: L’Occidente si lamenta dei suoi diritti umani e non rispetterà i nostri interessi.

Nella conversazione di lunedì con Boris Johnson, Putin – per la prima volta in questo drammatico tour con una potenziale forza di invasione al confine – è stato in qualche modo specifico su ciò che voleva. Secondo le riprese della conversazione da parte del Cremlino, Putin ha chiesto accordi legalmente vincolanti per non espandere la NATO verso est. Vuole accordi su ciò che l’Ucraina dovrebbe essere in grado di fare militarmente nell’est del Paese.

questo significa Putin sembra chiedere un’Ucraina quasi smilitarizzata a est del fiume Dnipro, senza armi della NATO, il che è inaccettabile per l’Ucraina e difficile per la NATO. Tra l’altro, i leader della NATO hanno ripetutamente affermato che le relazioni dell’Ucraina con la NATO non dovrebbero essere dettate dalla Russia, sebbene siano escluse le garanzie di sicurezza e di adesione.

Quasi tutta la fiducia nelle relazioni tra Russia e Occidente è andata persa, poiché entrambe le parti si sono addentrate nelle proprie trincee. Ci sono prospettive fosche per il nuovo anno.

READ  Paura e odio - VG