Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Si dice che Putin abbia bloccato l’uscita del papa dall’acciaieria di Mariupol, la nostra terra

Si dice che papa Francesco abbia pianificato tre volte di sfrattare il pubblico dall’acciaieria di Mariupol. Secondo il quotidiano italiano Il Messaggero.

Si dice che gli ultimi sforzi di evacuazione siano stati particolarmente estesi, con l’invio di barche sotto la bandiera gialla e bianca del Vaticano all’assedio Eguel Azovstol, l’ultimo avamposto ucraino a Mariupol, che si ritiene contenga almeno 200 soldati civili.

L’ONU e la Croce Rossa stanno cercando di uscire dall’industria siderurgica. Nel fine settimana un gruppo di circa 100 civili è potuto partire. L’evacuazione è in corso con l’aiuto dell’Onu e della Croce Rossa. Ma ora sembra che anche papa Francesco abbia voluto contribuire.

Le altre due volte il Vaticano ha ricevuto garanzie di sicurezza dalla Russia per effettuare l’evacuazione, ma si dice che queste siano state ritirate all’ultimo minuto.

Questa volta, senza l’approvazione di Putin, il piano è affondato quando è stato considerato troppo rischioso. Ora i giornali italiani riferiscono che il papa è “deluso e diffidente”.

Non riesco a catturare Putin

Papa Francesco ha voluto mediare tra Ucraina e Russia fin dall’inizio della guerra, ed era all’inizio della guerra sul filo del presidente ucraino Volodymyr Zhelensky.

Attualmente sta cercando di contattare il presidente russo. Ma Putin non ha risposto, ha detto il papa in un’intervista a un quotidiano italiano Corriere della sera.

“Non abbiamo ancora ricevuto risposta e continuiamo a insistere, tuttavia, sul fatto che Putin non può e non terrà questo incontro ora”, ha detto il Papa.

– Prima devo andare a Mosca, prima devo incontrare Putin. Ma sono anche prete, cosa posso fare? Faccio quello che posso. Se Putin apre la porta…

READ  I baci dall'Italia portano i sapori italiani tradizionali con tutti i giocatori americani in Canada

– Fai attenzione a non diventare il ragazzo sacrificale di Putin

In pubblico, Putin riceve il sostegno dei leader della chiesa come Grill. I patrioti sono passati dal chiedere la pace in Ucraina al riferirsi a coloro che si oppongono alla guerra come forze del male e chiedere loro di mobilitarsi dietro Putin. Il Papa ha da poco cancellato un incontro con Grill.

Il Papa critica il suo collega spirituale. Dice che il patriota dovrebbe tenere d’occhio il chierichetto di Putin.

– Ho parlato con Grill per 40 minuti sullo zoom. Per i primi 20 minuti mi ha letto ad alta voce tutto ciò che giustificava la guerra. Gli ho chiesto e gli ho detto: non ci capisco niente. Miei fratelli, il Papa dice che non siamo pastori dello Stato, non possiamo usare il linguaggio politico, possiamo usare solo il linguaggio di Gesù.

Il papa ha detto in un’intervista di aver sentito dal leader ungherese Viktor Orban che Putin intendeva porre fine alla guerra in Ucraina entro il 9 maggio. Questo non è confermato da nessun’altra parte.