Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Touring si basa sulla F8 Tributo

In genere, Touring Superleggera ammette, volontariamente e senza tortura, quando prendono una buona macchina, la colpisce per la carrozzeria e l’interno e la sostituisce con la propria.

L’Aero 3, ad esempio, non nascondeva affatto che fosse la Ferrari F12 a soffrirne.

Dell’auto di oggi, che chiamò Arese per un motivo, non sappiamo altro se non che condivide il motore con la F8 Tributo e ha la stessa scatola a doppia frizione a sette rapporti.

Ma se guardi da vicino: 265 cm è lo stesso passo della Ferrari. Le dimensioni dei pneumatici sono identiche. Il volume del serbatoio del carburante è esattamente lo stesso.

Inoltre, ciascuno dei 18 clienti a cui verrà fornito questo veicolo dovrà portare il proprio veicolo donatore.

Perché non avrebbero accettato una trasmissione se fosse già un telaio completamente separato?

Il culturista tradizionale (Arese festeggia infatti il ​​suo 95esimo compleanno) si chiama Superleggera – Super Lite – dal cognome. Quindi è un po’ sdolcinato che non abbiano menzionato il peso dell’auto, quindi abbiamo potuto verificare se fosse davvero vero.

Ora, tuttavia, non vi è alcuna indicazione che il corpo in carbonio sia più leggero del 100% rispetto all’ibrido alluminio-acciaio e materiale plastico – in altre parole, ho la sensazione che sia più pesante. Non da ultimo, è 17 cm più lungo dell’F8.

(lo stato continua)

Poi ha anche fatto qualcosa con lo stesso disegno. Il muso è abbastanza prominente così com’è, e quindi non meno discreto sedendosi su una protuberanza più grande dell’originale.

Le porte, che si aprono davvero, dovrebbero garantire che l’auto offra un po’ di drammaticità italiana e che le prese d’aria dietro le porte sembrino reali e indichino una grande potenza.

READ  - Impazzisci - E24

Ma il periscopio della presa d’aria sul tetto è quasi più da ragazzino della pinna che in qualche modo è cresciuta dal retro dell’Aero 3.

Naturalmente, ci sono tutte le possibilità per la sartoria individuale qui, dentro e fuori.

La prima vettura, mostrata nelle foto, è una Verdi Pino con interni caramello e cacao (colori fangosi). Il secondo posto sarà nei colori rosso e bianco ispirati all’Alfa Romeo, mentre il terzo sarà nei colori arancio e blu del tipo Golfo.

Ma, beh, perché Ares? Certo, questo sobborgo di Milano è vicino a dove si trova Turing, ma è quasi privo di attrazioni e l’unica città al mondo che vuole essere una città amichevole è Mosonmagyaróvár in Ungheria!

Hai detto senza attrazioni? Ares è Alfa Romeo da 60 anni. Prima come grande fabbrica, oggi come museo – e sicuramente merita una visita. Ma non capisco cosa c’entri la carrozzeria da turismo basata sulla Ferrari con Ares.

Ci sono molti altri buoni nomi in questo settore.