sabato, Giugno 22, 2024

Trump promette di reprimere le manifestazioni a Gaza

Must read

Silvestro Dellucci
Silvestro Dellucci
"Organizzatore. Fanatico dei social media. Comunicatore generale. Studioso di pancetta. Orgoglioso apripista della cultura pop ".

È stato durante un evento per ricchi finanziatori ebrei a cui è stato chiesto di donare soldi per la sua prossima campagna elettorale. L’incontro si è tenuto a New York il 14 maggio. Molti ricchi donatori hanno espresso preoccupazione per il fatto che gli studenti manifestanti potrebbero in futuro ricoprire posizioni di rilievo e che ciò potrebbe essere problematico per le relazioni di Israele con gli Stati Uniti.

Trump ha detto: se sarò rieletto, riporterò indietro questo movimento di 25 o 30 anni. Washington Post Chi per primo ha menzionato l’incontro.

Leggi anche: Il procuratore generale chiede che Trump venga imbavagliato nel caso dei documenti Trump afferma che Biden voleva ucciderlo

Trump ha affermato che la sua organizzazione deporterà qualsiasi studente straniero che partecipi alle proteste.

Diverse università negli Stati Uniti hanno recentemente assistito a grandi manifestazioni contro il sostegno americano alla guerra israeliana nella Striscia di Gaza, nonché contro il sostegno di alcune università a Israele.

Leggi la tua storia qui: la guerra di Gaza crea forti fronti sulle università americane e la New York University minaccia di sospendere i manifestanti palestinesi

Trump ha elogiato la repressione della polizia di New York nei confronti degli studenti della Columbia University e ha affermato che quella linea dovrebbe essere seguita in altre parti del paese.

– Trump ha detto: – Tutto questo deve finire.

I repubblicani hanno fatto delle manifestazioni nelle università americane un punto della loro campagna elettorale. Credono che le manifestazioni mostrino il caos che prevale sotto Joe Biden. Al Campidoglio si sono svolte udienze per affrontare quello che si ritiene sia un crescente antisemitismo tra gli studenti.

READ  Bailey Holbrook viene uccisa da un fulmine

Donald Trump ha già espresso dubbi sulla guerra israeliana nella Striscia di Gaza. “Non hai il sostegno che avevi prima. 15 anni fa, Israele aveva la lobby più forte. Se fossi un politico, non saresti in grado di dire nulla di negativo su Israele. Sarebbe la fine della tua carriera politica ”, ha detto ai giornalisti israeliani all’inizio di quest’anno “Oggi è quasi il contrario”.

Durante l’incontro tenutosi a New York il 14 maggio, ha affermato di sostenere “la guerra di Israele al terrorismo”.

More articles

Latest article