Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

UiO ha sigillato più amianto a casa di Christine Bonnefe

Molti di coloro che lavorano a casa di Christine Bonnefe a Blendern hanno dovuto lasciare la scuola e il laboratorio a causa delle nuove scoperte di polvere di amianto nell’edificio. Poco prima di Pasqua, un gruppo di ricerca appena trasferito è stato costretto a lasciare l’edificio a causa delle scoperte di amianto.

Amianto rinchiuso: questa stanza al terzo piano della casa di Christine Bonnefe è stata una di quelle chiuse prima di Pasqua dopo che la polvere di amianto è stata trovata sulla superficie della terra. Ora più stanze sono state chiuse al terzo e quarto piano dell’edificio a causa di nuove scoperte di amianto.


immagine: Ola Suther Gamst

Era il 30 marzo Uniforum Si potrebbe prima annunciare che otto ricercatori del Centro norvegese di medicina molecolare hanno dovuto lasciare la loro sede recentemente trasferita a casa di Christine Bonnefe dopo che la polvere di amianto è stata trovata sulle superfici della stanza. È stato detto loro di stare lontano dal loro posto di lavoro fino al 12 aprile.

Questo è l’amianto:

Un minerale flessibile a grana fine che è una variante del minerale anfibolo (amianto hornblende) o serpentino (cristalli). Il minerale è stato utilizzato per il dosaggio e per i prodotti cementizi come l’amianto e il cemento amianto. In precedenza, le pastiglie e le guarnizioni dei freni per auto contenevano amianto. L’amianto è disponibile anche sotto forma di lana di amianto e cartone di amianto per l’isolamento di caldaie a vapore e omnar

Poiché l’inalazione di polvere di amianto rappresenta un pericolo per la salute, molti paesi hanno imposto restrizioni sull’uso di questa sostanza. In Norvegia, l’uso dell’amianto è stato vietato nel 1985 a causa del rischio di sviluppare cancro ai polmoni e al seno.

Dopo la seconda guerra mondiale e fino alla prima parte degli anni ’70, la produzione mondiale si è moltiplicata di dieci volte. Nel 1973 furono prodotte 4 milioni di tonnellate.

La rimozione dei materiali da costruzione in amianto dai vecchi edifici durante il restauro deve essere eseguita con dispositivi di protezione e ciò che deve essere rimosso deve essere avvolto in plastica densa.

(Fonte: The Great Norwegian Encyclopedia e Wikipedia)

La camera di rimozione dell’amianto è stata chiusa

Ora, la direzione della tenuta si è assicurata di provare tutte le stanze della casa di Christine Bonnefe poiché ci sono stati lavori di ristrutturazione simili che abbiamo avuto di recente. Le misurazioni mostrano che la polvere di amianto è stata trovata anche sulle superfici di queste stanze, il direttore della proprietà John Scogen e il direttore della facoltà Joe Dole del MN College dicono in una lettera allo staff, Uniforum ha anche ricevuto una copia. Pertanto, hanno chiuso i locali in questione per un ulteriore utilizzo fino al completo trattamento della polvere di amianto.

READ  Qualunque cosa dica ora suonerà come una bugia. Ma ascolto ancora.

Il direttore immobiliare John Scoggen e il direttore della facoltà Joe Dole del College of Mathematics and Natural Sciences scrivono nella lettera che stanno affittando perché in realtà perdono l’accesso alla stanza finché non viene disinfettata e tutta la polvere di amianto rimossa. La lettera afferma che se hanno ancora bisogno di accedere alla stanza, devono contattare l’inquilino più vicino. Stabilisce inoltre che la camera verrà aperta solo una volta durante questa settimana.

Solo polvere di amianto sul pavimento

È il dipartimento di scienze della vita che è sostanzialmente riuscito a costruire. Gli otto del Centro norvegese di medicina molecolare che hanno dovuto trasferirsi dall’edificio prima di Pasqua appartenevano alla scuola di medicina, mentre tutte le altre persone che lavoravano nell’edificio appartenevano al dipartimento di scienze della vita del MN College.

La lettera ha confermato che non è stato rilevato amianto nell’aria, ma solo in campioni di polvere sul pavimento della stanza. Per quanto riguarda Uniforum, le stanze che sono state trovate contengono polvere di amianto si trovano al terzo e quarto piano della casa di Christine Bonnefe. Degli oltre 340 dipendenti del dipartimento che devono stare alla larga da laboratori e laboratori, non è chiaro cosa sia stato scritto dal direttore della proprietà John Scogen e dal direttore della facoltà Joe Dole.

Svantaggi: il responsabile della proprietà John Scoggin lamenta l’inconveniente causato dalla chiusura per amianto di più stanze nella casa del personale di Christine Bonnefe. (Credito fotografico: Ola Gamst Sather)

“Causerà inconvenienti”

A causa delle conseguenze dei rilievi sull’amianto, è stato anche creato un gruppo di lavoro con la partecipazione della Direzione della Proprietà, del Servizio Sanitario Aziendale UiO (BHT), degli inquilini e degli utenti. Il gruppo di lavoro riceve assistenza, elaborazione e consulenza per i test da società specializzate esterne Mycoteam AS e Norprodukter-Miljø AS. I servizi di sicurezza sono segnalati a livello locale e centrale, scrivono il direttore della proprietà John Skogen e il preside del college Joe Dole nella lettera al personale a casa di Christine Bonnefe. Allo stesso tempo, chiedono l’affitto per tutte le difficoltà che la chiusura delle stanze comporta per i dipendenti, ma affermano che proteggere la vita e la salute è la cosa più importante.

READ  Il membro del Congresso in una lettera al ministro dei Trasporti Pete Buttigieg sull'Atlantico norreno: - Non c'è spazio per la concorrenza sleale

“Ci rendiamo conto che la chiusura degli edifici causerà interruzioni alle attività in corso, ma chiediamo di comprendere che la protezione della vita e della salute dovrebbe avere la precedenza su tutte le altre considerazioni. La direzione sarà coinvolta nel facilitare e ridurre al minimo gli effetti dannosi delle operazioni durante il processo di decontaminazione. Qualsiasi le necessità necessarie dovrebbero essere indirizzate, compreso l’accesso alle aree chiuse, al manager di linea “.

Ha chiesto azioni migliori

Dopo che un gruppo di otto ricercatori del Centro norvegese di medicina molecolare ha dovuto trasferirsi dalla sede appena trasferita nella casa di Krisitne Bonnevie prima di Pasqua, è emerso che alcuni avevano lavorato all’edificio mentre c’era ancora polvere di amianto nell’edificio. Ha guidato il capogruppo e assistente direttore Hartmut Lowick presso il Norwegian Center for Molecular Medicine e l’ingegnere capo e direttore IT Georgios McLaras a richiedere procedure migliori e una maggiore chiarezza di ruoli e responsabilità all’UiO, quando ciò accade.

“- In questo caso, l’Università di Oslo non ha fatto una valutazione abbastanza buona dell’impatto di ciò che dovrebbe accadere, se accadessero cose pericolose”, ha detto Georgios Maclaras a Uniforum.

Il presidente dell’Università Arne Benjaminsen ha descritto questa situazione come triste e ha promesso di formare un gruppo di lavoro per rivedere le procedure e chiarire ruoli e responsabilità quando ciò si verifica.

Il gruppo di lavoro è iniziato

Prima del fine settimana, Uniforum era in contatto con Arne Benjaminsen per saperne di più sul gruppo di lavoro notificato.

– Questo mi prende molto sul serio. È stato creato un gruppo di lavoro composto da persone sia dal lato utente (MatNat, NCMM), dalla gestione della proprietà che dal servizio sanitario aziendale, ha detto Arne Benjaminsen a Uniforum in una e-mail. E il lavoro nel gruppo è in pieno svolgimento.

READ  Sundry, 37 anni, ha dovuto rinnovare la soffitta

– Ci sono riunioni di gruppo e viene coinvolta una società specializzata nel campionamento / analisi dei depositi di amianto e nella rimozione dell’amianto. Arne Benjaminsen risponde che ora ci sarà un audit dell’edificio e attendiamo le loro relazioni prima di poter dire qualsiasi altra cosa sulla portata e sulle misure.

Si scopre che la polvere di amianto è stata ora trovata sui tetti di diversi altri edifici nella casa di Christine Bonnefe.

– Molto serio

Uniforum ha anche inviato un’e-mail a Hege Lynne, responsabile della sicurezza, dopo che è stato appreso che la polvere di amianto è stata trovata in più stanze della casa di Christine Bonnefe. Finora nessuno è stato in grado di inviarti la soluzione perfetta, il che non sorprende. Ma riguardo al primo caso che Uniforum aveva delle scoperte di amianto a casa di Christine Bonnefe, ha risposto come segue:

Ha detto a Uniforum: “In qualità di attrice principale per la sicurezza, prendo molto seriamente la questione. Sono soddisfatta del lavoro svolto da UiO e il servizio di sicurezza qui è incluso”. Pensi ancora che ci vorrà del tempo.

Il 30 marzo il Chief Safety Officer Heig Lin ha dichiarato a Uniforum: “- La pulizia di un caso come questo richiede tempo e non c’è niente che io possa fare per accelerare questo processo. Forse il personale dovrà essere paziente”.

Quando Uniforum scrisse per la prima volta del gruppo di ricerca che doveva lasciare l’edificio appena trasferito nella casa di Christine Bonnefe poco prima di Pasqua, si diceva che avrebbero potuto tornare di nuovo il 12 aprile. Loro e gli altri nell’edificio che normalmente userebbero la stanza in cui è stata trovata la polvere di amianto ora probabilmente aspetteranno, nella migliore delle ipotesi, fino alla fine di questa settimana, prima di poter utilizzare nuovamente il loro posto di lavoro.

Pubblicato 12. aprile. 2021 4:30

Ciste Indra 12. aprile. 2021 10:58