Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Wall Street chiude un nuovo record nonostante la forte crescita dei prezzi – E24

Eric Bruce, chief strategist di Nordea, afferma che i mercati dovrebbero inizialmente scendere dopo gli alti numeri di inflazione, ma molti credono che questa sia la tendenza temporanea associata alla riapertura degli Stati Uniti.

Courtney Crowe / Borsa di New York
Inserito:

L’ampio S&P 500 di Wall Street non ha ancora raggiunto questa settimana un nuovo massimo. Già dopo quattro minuti di negoziazione, l’indice è salito oltre 4.238 punti, il record intraday più alto. La chiusura precedente è stata registrata dallo stesso giorno ma a 4232,6 punti.

L’indice si è concluso mercoledì al massimo storico di 4.239,3 punti.

La paura di aumenti dei prezzi ha talvolta caratterizzato i mercati azionari ultimamente. La preoccupazione era che una forte inflazione avrebbe aumentato i costi per le imprese, aumentato i tassi di interesse e sostenuto la politica monetaria meno della Federal Reserve statunitense. Prima dell’apertura, i dati sull’inflazione provenivano dagli Stati Uniti, che mostravano che l’inflazione era al livello più alto dal 1992. L’inflazione di fondo, ovvero l’indice dei prezzi al consumo esclusi i prezzi dei generi alimentari e dell’energia, è aumentato del 3,8% lo scorso anno alla fine di maggio. Gli economisti si aspettavano un anticipo del 3,5%, secondo Bloomberg.

– In linea di principio, i numeri elevati dell’inflazione dovrebbero destare preoccupazione, il mercato ha parlato a lungo del rischio di inflazione come la grande sfida, afferma il capo stratega Eric Bruce di Nordea e aggiunge:

– Ma né i tassi di interesse né le azioni in particolare hanno reagito a questo, anzi le azioni stanno aumentando.

Ecco come appare l’orario di chiusura a Wall Street:

  • S&P 500 gradi 0.47 Professional
  • L’indice Dow Jones è leggermente cambiato
  • L’indice Nasdaq Composite è salito dello 0,78 percento

Le azioni di Gamestop sono scese del 29,3% dopo i dati trimestrali e le segnalazioni che avrebbero venduto fino a cinque milioni di nuove azioni sul mercato.

Leggi anche

Crescita dei prezzi superiore al previsto negli Stati Uniti

effetto temporaneo

Bruce crede che ciò sia dovuto al fatto che la Federal Reserve (Fed) degli Stati Uniti ha affermato che annullerà gli aumenti temporanei dei tassi, poiché lo vedono come un effetto temporaneo della riapertura. Un fattore importante per rendere l’inflazione così alta ora sono i cosiddetti effetti fondamentali, ovvero il calo dei prezzi dovuto allo shock pandemico in questo periodo dell’anno scorso. Ora la riapertura è in corso e negli Stati Uniti ha fatto molta strada, il che significa che il settore dei servizi e in particolare il settore delle famiglie si stanno riprendendo.

Il mercato ha preso i dati sull’inflazione sorprendentemente bene. Penso che molte persone pensino che non significhi molto per l’inflazione a lungo termine, o per la Fed. Pertanto, i tassi di interesse a lungo termine sono scesi dopo un certo aumento ei mercati azionari sono stati soddisfatti.

Prima dei dati sull’inflazione, il “tasso di interesse più importante del mondo”, l’americano di dieci anni, era dell’1,53 per cento, dopo gli ultimi dati è sceso all’1,47 per cento. Il tasso di interesse è un titolo di stato americano con scadenze di 10 anni e pagamenti di interessi fissi semestrali.

READ  Natalia Ginsburg - Dagsavessen