Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ferrari con modello speciale completamente selvaggio

Secondo Ferrari, questa è la potenza più alta che siano mai riusciti a ottenere da un motore prodotto ininterrottamente e la velocità più alta che abbiano mai osato sprigionare. Finora non è stata specificata alcuna coppia, accelerazione o alta velocità, ma secondo Ferrari, la 812 Superfast ha 718 Nm, utilizza 2,9 secondi da 0 a 100 km / he può raggiungere velocità fino a 340 km / h. Con alta velocità, potenza elevata e peso ridotto, ha senso apportare miglioramenti in tutte le aree.

ABBASTANZA: Fatta eccezione per alcune modanature in fibra di carbonio e alcune cuciture gialle a contrasto, l’interno è molto simile a quello che hai visto sulla 812 Superfast. I sedili sembrano essere indossati sotto forma di materiale tecnico invece che di pelle, e il motivo a griglia segue il principio di funzionamento. Foto: Ferrari

Senza sicurezza web

A differenza della Lamborghini Zion FKP37 e della Ferrari SF90, il pilota deve fare i conti con il fatto che la massima potenza arriva ai cilindri posteriori attraverso il tunnel Kimball. D’altra parte, secondo il produttore, le ruote posteriori possono garantire spinta e dare alla vettura uno sterzo a quattro ruote. In combinazione con la versione 7.0 del loro “Side Card Control”, questo ti terrà lontano da campi e prati.

L’interruttore sul volante, noto in italiano come “manettino” per “interruttore piccolo”, indica l’auto nello stato d’animo in cui ti trovi e, tra le altre cose, regola la resistenza allo slittamento e la risposta del grilletto. Per coloro che sono coraggiosi o hanno dimenticato di prendere il tablet quel giorno, ESC OFF indica che l’auto ti consente di tagliare tutte le reti di sicurezza elettroniche ed esplorare i confini da solo.

Proiettile di fucile

Geometria classica: i fanali posteriori rotondi sulla Ferrari sono classici, sebbene modelli come l’SF90 esplorino altre forme possibili. I tubi di scarico, invece, sono quadrati e riflettono il design della presa d’aria sulla parte anteriore. Foto: Ferrari

Esternamente, ci sono molti chiari indicatori che questa versione dell’812 Superfast è extra super. Per cominciare, la siepe è probabilmente l’area più ovvia. Qui si combinano considerazioni aerodinamiche e design rigoroso. Il lunotto è stato sostituito con un pannello in alluminio dove sono ventilate sei prese d’aria inclinate.

Le aperture sono denominate “generatori a spirale” e vengono tradotte direttamente come “generatori a spirale”. Se ricordi com’era volare in un aeroplano, funzionano secondo lo stesso principio di una pagaia verticale posta sulla punta delle ali. Lo scopo è fare in modo che al vento venga data la direzione di rotazione mentre si sposta sopra l’auto, senza inciampare in una bolla di confusione. Una pistola ottiene un miglior controllo ruotando su un asse allungato mentre passa attraverso le pistole elicoidali nella canna del proiettile, mentre i generatori rotanti controllano la circolazione dell’aria, colpendo così lo spoiler posteriore con un migliore utilizzo.

Ventilazione del coperchio: il lunotto è stato sostituito da un coperchio in alluminio in cui la Ferrari ha sei aperture per controllare l’aria, in modo che possa colpire lo spoiler con grande effetto. Inoltre, sembra molto pesante. Foto: Ferrari

Boomerang e Gills

READ  Kevin Spacey: - Torna indietro

Secondo Ferrari, l’ampio uso della fibra di carbonio contribuirà a questa edizione speciale che pesa meno dell’originale. Uno degli esempi più chiari di ciò è che hanno diviso il cappuccio a metà e incorporato qualcosa di simile a una combinazione di boomerang e lame di rasoio fatte di un materiale particolare. Il tema continua sul lato dell’auto, e la “lama di rasoio” fa parte di una struttura più grande e più elementare che è parzialmente oscurata dalle piastre della carrozzeria esterne.

Quando l’aria si apre davanti alle porte, vengono visualizzate delle alette orizzontali, progettate per apparire come un’estensione della piastra in carbonio. E davanti alle ruote, il bordo del pannello anteriore è sollevato in modo che le branchie verticali siano visibili.

Branchie: sul lato dell’auto sono visibili le branchie in fibra di carbonio, oltre a molti bellissimi dettagli aerodinamici. Sul parafango posteriore, hanno tagliato tre aperture verticali con la stessa angolazione dello spoiler posteriore e aiutano a migliorare la visibilità dell’auto da corsa. Foto: Ferrari

Nuovo anche il frontale, ma qui i designer hanno resistito all’esperimento di complicarlo con geometrie inutili. La griglia è una griglia con aperture a forma di nido d’ape, e poi hanno due grandi prese su ogni lato. Sembra brutale ed efficiente, come un’auto da corsa che segue la funzione della forma.

Il prossimo anno potrebbe portare gioia ai conti dei SUV, ma questa vettura gli avrebbe scaldato il cuore se Enzo Ferrari si fosse divertita.