Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Gli esperti lo sanno della nuova variante del virus in Vietnam

Questo fine settimana, dal Vietnam è arrivata la notizia che avevano Ha scoperto un nuovo tipo di virus, un incrocio tra inglesi e indiani.

Le autorità sanitarie locali hanno descritto la variante come “altamente contagiosa”, soprattutto per via aerea.

Secondo il ministro della Sanità Nguyen Thanh Luong, il Vietnam sta attualmente conducendo un’indagine sulla nuova variante del virus, che sarà pubblicata non appena saranno disponibili i risultati.

Dice che i test di laboratorio stanno già indicando che è più contagioso delle varianti precedenti. Questo potrebbe spiegare perché di recente c’è stato un forte picco di infezioni in Vietnam, secondo i rapporti Reuters.

L’FHI afferma che sappiamo ancora molto poco della nuova variante e quali sono effettivamente le sue proprietà.

Negozio: un uomo acquista merce in un negozio ricoperto di plastica ad Hanoi, Vietnam. Foto: Than Hyo/Reuters

molto incerto

Non abbiamo ancora ricevuto informazioni attraverso le nostre reti sui cambiamenti che questo virus ha portato, quindi è difficile dire qualcosa di concreto sull’alternativa, afferma il direttore della divisione Line Vold presso FHI.

Dice che secondo i media, potrebbe sembrare un sottoinsieme della variante indiana, ora chiamata Delta, che contiene anche una variazione che appare nella variante inglese, chiamata Alpha.

Hai qualche indicazione che questa variante sia più contagiosa?

– Al momento non abbiamo basi per fare valutazioni su questo, dice.

Violence afferma che il National Institute of Mental Health (NIPH) sta seguendo da vicino la situazione e fornirà informazioni aggiornate quando avrà una base di conoscenze adeguata.

Non confermato: Line Vold, direttore della divisione di FHI, afferma che molto rimane incerto sulla nuova alternativa.

Non confermato: Line Vold, direttore della divisione di FHI, afferma che molto rimane incerto sulla nuova alternativa. Foto: Truls Aagedal/TV 2

L’epidemiologo svedese Anders Tegnell non è sorpreso di scoprire un altro tipo di coronavirus.

Le variabili appaiono sempre, è così che funziona. Una volta osservati per un po’, di solito non sono diversi dai loro predecessori. La variante britannica probabilmente si diffonderà in modo più efficiente, ma non più selvaggiamente di quanto inizialmente pensato, ha detto lo svedese Dagens Nyheter.

Naturale: l'epidemiologo di stato Anders Tegnell ci ricorda che è normale che emergano nuovi tipi di virus.

Naturale: l’epidemiologo di stato Anders Tegnell ci ricorda che è normale che emergano nuovi tipi di virus. Foto: Aage Aune/TV 2

Tuttavia, si ritiene che le autorità sanitarie in Vietnam abbiano affermato che la nuova variante è particolarmente contagiosa attraverso l’aria, è improbabile.

Le sorprese della natura

Mai nella storia un virus ha cambiato le sue caratteristiche di base come il modo in cui si diffonde. L’HIV è un buon esempio, è in continua evoluzione, ma viene costantemente trasmesso da una persona all’altra allo stesso modo, afferma Anders Tegnell dello svedese le notizie di oggi.

Dimostra anche che abbiamo virus dell’influenza che esistono da secoli senza essere in grado di cambiare il modo in cui si diffondono.

La natura ci sorprende costantemente, ma non esattamente in questo, afferma l’epidemiologo svedese.

Convenzionalmente, le modalità di trasmissione delle malattie respiratorie sono state suddivise in tre categorie: infezione da contatto, infezione da goccioline e infezione per via aerea.

Line Vold afferma che ora si stanno sempre più allontanando dal parlare di goccioline e infezioni trasmesse per via aerea, osserva un rapporto dell’FHI.

Ciò che è stato definito come infezione da goccioline e infezione per via aerea si sovrappone più di quanto descritto in precedenza. Dice che due fattori sono importanti per l’infezione, la dimensione delle goccioline e la distanza dalla fonte dell’infezione il rapporto.

Invece, le agenzie di controllo delle infezioni europee e statunitensi utilizzano tre nuove definizioni.

Ecco come si trasmette l’aura

L’infezione da SARS-CoV-2 si verifica preferibilmente attraverso lo stretto contatto con una persona infetta attraverso l’esposizione a piccole e grandi goccioline contenenti virus dal tratto respiratorio.

Le persone con covid-19 sono più suscettibili all’infezione per un giorno o due prima della comparsa dei sintomi (periodo presintomatico) e per i primi giorni dopo la comparsa dei sintomi.

Invece di definire qualcosa come una gocciolina o un’infezione aerea, le agenzie di controllo delle infezioni europee e americane stanno iniziando a descrivere le vie di trasmissione delle malattie respiratorie in tre categorie:

  • Inalazione di goccioline contenenti virus infettivi. Il rischio di infezione è maggiore in prossimità del portatore, dove la concentrazione di goccioline è maggiore.
  • Goccioline grandi e piccole del virus si depositano sulle mucose esposte, come le goccioline di tosse e starnuti che entrano negli occhi o nella bocca. Il rischio di infezione è maggiore vicino alla persona infetta.
  • Infezione da contatto: contatto delle mucose (occhi, bocca, naso) con particelle virali provenienti da mani sporche, ad esempio dopo il contatto con superfici contaminate da virus, contatto diretto con un vettore o deposito di virus sulle mani.

fonte: FHI


Scuola: un operatore sanitario si trova fuori da un'aula utilizzata come centro di test a Vinschool, una scuola privata di Hanoi.

Scuola: un operatore sanitario si trova fuori da un’aula utilizzata come centro di test a Vinschool, una scuola privata di Hanoi. Foto: Nhac Nguyen / AFP

Stanza piccola con scarsa ventilazione

Anders Sönnerborg, professore di virologia al Karolinska Institutet in Svezia, non crede che il virus si trasmetta esclusivamente attraverso l’aria.

C’è stata una discussione su come si trasmette il virus sars-cov-2. Tutto indica che l’infezione da goccioline domina, ma ci sono elementi per l’infezione nell’aria e che non c’è confine tra di loro, dice. DN.

Sönnerborg indica un esempio in cui il virus può infettare una distanza limitata attraverso l’aria in una piccola stanza dove la ventilazione è scarsa.

– Ma dice al giornale che può essere trasmesso attraverso l’aria nella stessa misura del morbillo.

Il professore pensa anche di vedere uno schema nei paesi che avvertono severamente quando vengono scoperte nuove varietà, ricordando alle persone di mantenere le distanze e rispettare le restrizioni.

Fatti sui nuovi nomi delle varianti del Corona virus

L’Organizzazione mondiale della sanità ha deciso di cambiare i nomi delle varianti di virus preoccupanti in lettere greche per evitare di stigmatizzare i paesi da cui provengono.

Finora, quattro variabili classificate come preoccupanti sono state rinominate:

  • Alfa = variante britannica (B 1.1.1.7).
  • Beta = variante sudafricana (B 1.351)
  • Gamma = variante brasiliana (p. 1)
  • Delta = variante indiana (B 1.617.2)

Inoltre, sei variabili sono definite come variabili di interesse, che sono monitorate anche dalle autorità sanitarie globali:

  • Epsilon = variante americana (B1425 / B1.429)
  • zeta = variante brasiliana (p. 2)
  • ETA = più paesi (entro 1.525)
  • Theta = variante filippina (B 1.526)
  • JOTA = variante americana (B 1.526)
  • Kappa = variante indiana (B.1.617.1)

Risorse: OMS/DPA/NTB


Queste variabili vengono rilevate

Poi, durante la pandemia, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha identificato quattro diversi tipi di coronavirus, che si stanno diffondendo a livello globale.

Sono le varianti indiana (delta), britannica (alfa), sudafricana (beta) e brasiliana (gamma).

– Non abbiamo ancora studiato il tipo di virus scoperto in Vietnam. Il nostro ufficio locale sta lavorando con il Ministero della Salute in Vietnam e ci aspettiamo di saperne di più presto, afferma Maria Van Kerkhove dell’OMS in una dichiarazione a Reuters.

Il Vietnam è stato relativamente risparmiato dall’epidemia lo scorso anno. Il paese ha ora visto un forte aumento del numero di casi dalla fine di aprile, rappresentando oltre la metà dei casi confermati totali del paese di circa 7.000.

READ  L'ex diplomatico Kai Eide sul dilemma dell'Afghanistan: - Forse dovremmo ingoiare dei cammelli adesso