Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il sostegno degli Emirati Arabi Uniti per il recupero delle Florida Keys devastate dall’uragano dà speranza per la distruzione

Gli esperti hanno affermato che la partnership tra Emirati Arabi Uniti e Stati Uniti si sta rivelando fondamentale per ripristinare la copertura corallina nelle Florida Keys e potrebbe fornire lezioni per la conservazione della barriera corallina negli Emirati.

L’anno scorso, gli Emirati Arabi Uniti hanno contribuito con $ 1 milione per aiutare a ripristinare sette barriere coralline nelle Florida Keys, che sono state gravemente danneggiate durante l’uragano Irma nel settembre 2017.

Per celebrare la Giornata mondiale degli oceani l’8 giugno, il progetto si è concentrato su una discussione online dal vivo lunedì tra l’ambasciata degli Emirati Arabi Uniti a Washington DC, l’Agenzia per l’ambiente di Abu Dhabi e la Riserva marina nazionale delle Florida Keys.

Le sette Florida Keys conservano solo il 2% della copertura corallina originale, ma il progetto United Way of Collier e Keys, a cui gli Emirati Arabi Uniti hanno contribuito con 3,5 milioni di dollari (12,9 milioni di dollari), mira ad aumentarla al 25%.

“La nostra partnership è nata da un terribile evento in Florida, che è stato l’uragano Irma”, ha dichiarato Sarah Fangman, presidente della Florida Keys National Marine Reserve.

“Ma penso che tu e i tuoi colleghi abbiate avuto una visione per capire che c’è un’opportunità che nasce da una tragedia, quindi questa è stata un’opportunità per noi di lavorare insieme per cercare di promuovere la ripresa qui”.

La signora Fangman ha affermato che la donazione degli Emirati, annunciata nel febbraio 2020, è stata il “primo finanziamento catalitico” che ha fornito una spinta al processo di ripristino, che include l’allevamento di coralli e il posizionamento nei siti della barriera corallina per incoraggiare la ricrescita.

READ  Sicurezza al Telemark | lotta di classe

La sovvenzione di 10 milioni di dollari, fornita dall’uragano Irma Relief degli Emirati Arabi Uniti, fornirà borse di studio agli studenti della Florida per studiare scienze marine e consentirà agli esperti di restauro dei coralli degli Emirati Arabi Uniti e degli Stati Uniti di lavorare insieme.

I fondi degli Emirati stanno anche sostenendo Reef Futures 2021, una conferenza sul ripristino della barriera corallina che si terrà in Florida a dicembre.

I coralli vengono anche “ripiantati” al largo della costa orientale degli Emirati Arabi Uniti.

Giornata Mondiale 2021:

La signora Fangman l’ha visto di persona quando è rimasta fuori Fujairah e ha detto che la partnership tra gli Emirati Arabi Uniti e gli Stati Uniti avrebbe consentito uno scambio di idee sul restauro dei coralli.

READ  Visione 2050 Estate 2021

“Tali partenariati internazionali consentono a tutti noi di sviluppare tecnologia e scienza più velocemente”, ha affermato.

Hamad Al-Jilani, ricercatore associato per i programmi sugli habitat marini presso l’Agenzia per l’ambiente, ha affermato che questo lavoro di ripristino negli Emirati Arabi Uniti è fondamentale.

Al-Jilani ha affermato che le alte temperature e la salinità significano che il corallo negli Emirati Arabi Uniti era già al confine.

Questo rende loro difficile affrontare il cambiamento climatico.

Subiscono eventi di sbiancamento più frequenti, in cui i coralli perdono le alghe che vivono nei loro tessuti, rendendo bianche le strutture e interrompendo l’approvvigionamento alimentare.

Al-Jilani ha affermato che lo sbiancamento nel 2017 negli Emirati Arabi Uniti ha ridotto la copertura dei coralli del 65%.

“È rallentato nel tempo, ma ci aspettiamo sempre qualcosa dietro l’angolo”, ha detto.

“Quindi abbiamo raddoppiato i nostri sforzi per riabilitare e conservare il corallo”.