lunedì, Luglio 15, 2024

Impressioni di Assassin’s Creed Nexus VR: un coinvolgente ritorno alle radici della serie

Must read

Romano Strinati
Romano Strinati
"Esperto di social media. Pluripremiato fanatico del caffè. Esploratore generale. Risolutore di problemi."

Quando ho sentito che Ubisoft stava lavorando su un gioco per Assassin’s Creed VR, non ne ero sicuro, ma ero interessato a vedere come sarebbe andata a finire. Dato che i titoli di Assassin’s Creed tendono a lasciare il giocatore libero nei sandbox e a richiedergli di completare la missione a modo suo, utilizzando movimenti orizzontali e verticali e una varietà di armi, ero un po’ preoccupato che la versione VR dovesse ridimensionarsi. Molti di questi sono elementi essenziali. Ma dopo aver avuto l’opportunità di giocare per un’ora ad Assassin’s Creed Nexus VR su Meta Quest 3, sono rimasto molto colpito dalla direzione presa dal gioco.

Nexus VR sembra un autentico Assassin’s Creed, forse più di molte versioni recenti della serie. Contrariamente a quanto Mirage ha spesso cercato di essere, questo gioco è un vero ritorno alle radici della serie, portandoti nell’antica Grecia nei panni di Cassandra, in Italia nei panni di Ezio e in America nei panni di Connor, facendoti strada attraverso aree sandbox piene di aspetti aggiuntivi. missioni e ti vedono arrampicarti e fermarti attorno a un livello con molta verticalità e usare gadget e armi per evitare e abbattere i nemici.

Nella parte del gioco che ho testato, sono stato trasportato nell’Italia rinascimentale per interpretare il ruolo del famoso Ezio, che, insieme al suo amico Mauricio, ha dovuto trovare uno scopo corrompendoli e facendoli infuriare. Questa demo, durata circa un’ora e che mi ha lasciato libero in uno dei livelli sandbox del Nexus VR, non è culminata in un grande assassinio, ma ho potuto sperimentare come veniva presentata la azione furtiva, come funzionavano il movimento e l’arrampicata, come il combattimento era stato progettato e, ovviamente, ho dovuto fare un atto di fede. Uno o due sorprendentemente piccoli e spaventosi.

READ  MADiSON - Recensione di Gamereactor

Questo è un annuncio:

Chiunque abbia già giocato a un gioco VR troverà immediatamente somiglianze con il funzionamento di Nexus VR. Scegliendo tra diverse opzioni di comfort, puoi muovere Ezio utilizzando una levetta analogica o tramite teletrasporto, e puoi camminare per il livello come preferisci, interagendo con oggetti, aprendo forzieri, raccogliendo bottiglie da lanciare per distrarre le guardie e così via. SU. su di me. Il gioco è progettato in modo che tu possa persino accovacciarti per diventare furtivo usando il pulsante di controllo, oppure puoi effettivamente accovacciarti manualmente per ottenere lo stesso effetto.

Per quanto riguarda l’arrampicata e il parkour, vengono presentati in due modi diversi. Puoi arrampicarti come in quasi tutti gli altri giochi VR, allungando la mano, aggrappandoti alle sporgenze, tirandoti su manualmente e simili. Puoi interagire con la maggior parte dell’ambiente in Nexus VR, ma devono esserci posti evidenti a cui aggrapparti per arrampicarti, in modo simile a come hanno sempre funzionato i giochi di Assassin’s Creed. Se vuoi iniziare a parcheggiare la tua auto attraverso un livello, il gioco salterà e supererà sporgenze e tetti tenendo premuti alcuni pulsanti e usando la tua visione come indicatore di direzione. Il problema è che alcuni salti richiedono di allungare la mano per afferrare i bordi se sono troppo lontani, quindi anche se c’è un certo grado di automazione nel parkour, non puoi distogliere lo sguardo dalla palla.

In termini di azione furtiva, sembra una versione più avanzata di ciò che il Mirage aspira ad essere. Dato che si tratta di un gioco in prima persona, non puoi fare affidamento sulla prospettiva in terza persona per sbirciare dietro gli angoli, devi farlo allungando la mano e guardando fisicamente, evitando lo sguardo delle guardie che sembrano avere una visuale migliore e più realistica. percezione di qualsiasi cosa non vedessi in Assassin’s Creed da molto tempo. In linea con il tema della serie, puoi usare la lama nascosta per eliminare le vittime ignare, il fischio per attirarle verso di te, rubare oggetti chiave dagli NPC e persino aprire forzieri. Tuttavia, poiché Nexus VR è un gioco di realtà virtuale, mancano alcune delle funzionalità più avanzate di PC e console, come la capacità di raccogliere e nascondere corpi, il che significa che uccidere in questo gioco è solitamente l’ultima risorsa. Fortunatamente, la funzionalità invisibile ti consente di confonderti con gruppi di NPC o nasconderti in pagliai e cespugli per evitare sguardi indiscreti.

READ  Microsoft e Nvidia stipulano un accordo di gioco

Questo è un annuncio:

Se non puoi scappare per farti individuare, il combattimento è molto simile a quello di altri giochi di risse VR. Puoi allungare la mano verso il fianco destro ed estrarre una spada (o un tomahawk per Connor) che puoi usare per schivare i colpi del tuo nemico e poi contrattaccare quando si stanca o stordisce. Puoi raggiungere il petto per usare coltelli da lancio, che sono anche ottimi strumenti per uccidere silenziosamente, e puoi raggiungere una spalla per equipaggiare una balestra, con le frecce riposte dietro l’altra spalla. Se le cose si fanno troppo frenetiche, hai delle granate fumogene sul fianco sinistro, perfette per una fuga veloce. Poi c’è la Crème de la Crème, il coltello nascosto, che può essere attivato con un semplice movimento del polso e utilizzato per esecuzioni in combattimento e per attacchi silenziosi alle spalle.

Tutto questo va molto bene, ma è la combinazione tra il pacchetto di azione e il design dei livelli che mi ha sorpreso di più. Nexus VR non ha un mondo aperto come gli altri giochi di Assassin’s Creed, ma ha livelli sandbox aperti che ti permettono di esplorare a piacimento, scalando punti panoramici per valutare l’ambiente circostante, trovando oggetti da collezione che aggiungono profondità storica e obiettivi e missioni secondarie come sfide di parkour a tempo, il che significa che la storia principale è solo una parte di ciò con cui puoi riempire il tuo tempo. C’è davvero molto da fare.

Assassin's Creed Nexus VRAssassin's Creed Nexus VR

Dalle ottime prestazioni di Meta Quest 3, dove il frame rate è rimasto stabile e la grafica era buona per un titolo VR, alle opzioni di comfort introdotte da Ubisoft che danno agli appassionati di VR come me la possibilità di personalizzare l’esperienza di gioco in modo da eliminare il mal d’auto. non rovina il divertimento, oltre agli elementi di design di base Anche se sembra davvero che Nexus VR abbia riportato la serie alle sue radici parkour e stealth, c’è davvero molto potenziale in questo gioco. Devo dire, e forse è dovuto al fatto che si tratta di un gioco VR, che il livello che ho sperimentato non sembrava così vivace e impegnativo come i giochi AC per PC e console, e la storia non sembrava la stessa del gioco in ogni senso più forte. Ma se stavi aspettando l’occasione di provare davvero cosa vuol dire essere un assassino, non solo di interpretare questi personaggi iconici ma di diventarli davvero, Assassin’s Creed Nexus VR sembra il posto ideale per farlo. Il lancio avverrà il 16 novembre.

READ  Rock Pocket ha annunciato il suo prossimo gioco

More articles

Latest article