Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Interessato a una certa competizione – E24

In una proposta consultiva per nuove regole per il noleggio di scooter elettrici, la città di Oslo consente a soli tre giocatori di noleggiare scooter per un anno.

Inserito:

Appare nella proposta dell’avvocato, alla quale E24 ha avuto accesso.

Si propone di modificare il regolamento in “Il comune di Oslo concede il permesso a tre proprietari di immobili”. Allo stesso tempo, continuerà ad essere applicato il limite di 8000 piccole auto elettriche.

I regolamenti in vigore consentivano a tutti i giocatori idonei di noleggiare scooter elettrici nella capitale. Il presente regolamento è valido fino al 31 marzo.

«Modificando i regolamenti esistenti, il comune di Oslo vuole garantire una maggiore accessibilità, spazi pubblici sicuri, un buon ambiente e un ambiente locale. Allo stesso tempo, il comune vuole anche essere maggiormente in grado di soddisfare i diversi desideri e le esigenze di trasporto dei cittadiniSe ne fa menzione nell’introduzione alla nota informativa.

La scadenza per la consultazione è stata fissata per il 13 dicembre. Già dal 29 novembre, il comune chiede incontri consultivi con gruppi di interesse, distretti e operatori del noleggio.

Non puoi avere lo stesso proprietario

La proposta prevede che se più di tre rappresentanti soddisfano i requisiti di locazione, la selezione sarà effettuata dopo una valutazione basata, tra l’altro, sulle “procedure e strumenti per mettere in sicurezza gli spazi pubblici accessibili” dell’attore.

Il comune ha elencato tre categorie di criteri che suggeriscono che i noleggiatori di scooter elettrici dovrebbero essere valutati.

  • Il primo riguarda le routine e le misure necessarie per garantire l’accesso ai luoghi pubblici, compreso il modo in cui l’azienda opera per garantire che gli scooter elettrici non siano un ostacolo per gli altri.
  • La seconda riguarda il modo in cui opera l’azienda per la sicurezza della circolazione, sia per il conducente stesso che per terzi.
  • Il terzo riguarda il funzionamento rispettoso del clima e dell’ambiente, compresa la durata dei veicoli.

E i primi due punti sarebbero i più probabili, secondo la proposta.

READ  La crisi climatica richiede un'azione urgente

Uno degli emendamenti proposti significa anche che le società che richiedono un’autorizzazione non possono avere lo stesso proprietario o appartenere allo stesso gruppo.

Comune: – Interessato a un concorso specifico

Il membro del consiglio comunale per l’ambiente ei trasporti, Siren Stave, ha scritto in un comunicato stampa che i regolamenti adottati quest’estate dovrebbero dare al comune il controllo su una situazione insostenibile.

Stiamo sperimentando che le normative hanno avuto un impatto notevole sul paesaggio cittadino e sono felice che la città sia ora vista come più regolamentata, più sicura e più accessibile. Pertanto, suggeriamo di continuare lo schema di autorizzazione, afferma Stave.

Lo schema sarà ora limitato a tre attori che ricevono un permesso, in modo che possano “gestire una forte organizzazione operativa, rendendo facile operare in modo serio e sostenibile”, ha scritto il consiglio comunale.

– Gli operatori in locazione selezionati sono quelli con le soluzioni più rispettose dell’ambiente e più idonee a garantire spazi urbani buoni, sicuri e accessibili. Con tre fornitori, ci occuperemo contemporaneamente di una certa concorrenza per diventare migliori in queste aree.

Elisabeth Stekest, consigliere capo dell’Autorità norvegese per la concorrenza, afferma di non aver ancora ricevuto la proposta di consulenza e pertanto si esprime su basi più generali. Ritiene che il riassunto delle modifiche sia positivo.

– In generale, possiamo dire che finché l’uso dell’affitto di base non è consentito per regolare il numero di scooter elettrici, ha senso che il comune utilizzi una qualche forma di procedura di gara.

L’autorità ritiene che il regolamento dovrebbe idealmente prevedere un limite più dinamico al numero di scooter elettrici.

READ  - Salto in auto di 1 metro - NRK Vestland

– I giocatori che lavorano in modo più efficiente non vengono premiati nei regolamenti attuali, né forniscono un incentivo a migliorare quando non possono crescere. Questo è lo svantaggio, dice.

Leggi anche

Oslo non priverà gli operatori di scooter elettrici del permesso di noleggio

Voi: – Passi nella giusta direzione

Christina Mo Gerdi, amministratore delegato per i paesi nordici, a Voi descrive il nuovo regolamento come un “passo nella giusta direzione”.

Meno giocatori che affittano agli utenti garantiranno un’offerta migliore mentre si prendono cura della concorrenza, ha sostenuto a lungo il Dipartimento dell’economia dei trasporti, ha scritto Gerdi in una e-mail a E24.

Riteniamo inoltre che sia giunto il momento per gli inquilini di competere su sicurezza, tecnologia e sostenibilità. Ciò incoraggia i proprietari a competere su offerte di innovazione e servizi, non solo sulla disponibilità e sul numero di scooter elettrici.

Allo stesso tempo, osserva Gerdi, la regolamentazione sta ancora mettendo un freno alla domanda.

– I residenti di Oslo vogliono molte più biciclette elettriche rispetto al tetto 8000. Per soddisfare questa esigenza, il consiglio comunale dovrebbe alzare il tetto e allo stesso tempo investire più spazio di parcheggio per gli scooter elettrici, secondo te.

– Se il consiglio comunale vuole, si può creare uno spazio migliore per un mezzo di trasporto con centinaia di migliaia di utenti, senza intaccare altri pedoni e altri utenti della strada.

Livello: – Cambiamenti importanti

Contatto stampa Julia Sandstowe di Tier scrive in un SMS all’E24 che questa mossa è in linea con l’esperienza internazionale.

Oslo sta apportando importanti cambiamenti che aiutano a far crescere un’industria seria con attori che si assumono la responsabilità e risolvono effettivamente le sfide. La limitazione del numero di giocatori è pienamente in linea con l’esperienza internazionale e quanto raccomandato dai massimi esperti in Norvegia.

READ  Ecco come appariva l'aspirapolvere dopo la ricarica

Sandstow scrive che ci sono requisiti e aspettative che rendono difficile per te essere un proprietario di un immobile, a beneficio degli utenti e della città circostante.

Allo stesso tempo, Tier sottolinea che le restrizioni d’area nei regolamenti, che fissano un limite alle varie tangenziali di Oslo, sono molto rigide.

– Tier ritiene inoltre che le parti esterne della città non dovrebbero avere un tetto rigido sul numero di scooter, in modo da poter giocare meglio lì con i mezzi pubblici e le esigenze delle persone. Qui speriamo di vedere cambiamenti durante il periodo di consulenza, dice Sandstow.

Jonas Lefebure del proprietario Bird afferma che è troppo presto per commentare specificamente il contenuto del regolamento.

– Ma siamo positivi sul nuovo regolamento e vogliamo continuare a collaborare con il comune di Oslo, afferma Levbur.

Leggi anche

Entrano in vigore le nuove normative: lo stesso imprenditore dietro due delle dodici società di noleggio di scooter elettrici